Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Piani di rientro

Il Programma Operativo 2016-2018 è articolato su programmi, azioni e interventi atti a superare le criticità riscontrate in sede di verifica degli adempimenti dei livelli essenziali di assistenza (LEA) nonché le osservazioni, formulate dai Tavoli Tecnici nel corso delle riunioni di verifica, relative in particolar modo al disavanzo economico finanziario rilevato e al mancato raggiungimento degli obiettivi programmati nel precedente programma operativo.

Pertanto, dopo una breve descrizione del contesto geo-demografico ed epidemiologico con analisi delle cronicità e aree a rischio di crisi ambientale, la Regione ha focalizzato l’attenzione su alcune iniziative da intraprendere, tra le quali:

  • incremento dell’adesione agli screening oncologici;
  • incremento della copertura vaccinale;
  • definizione di Percorsi Diagnostici Terapeutici appropriati in funzione dell’impiego assistenziale richiesto;
  • riorganizzazione ed implementazione della rete territoriale ivi inclusa l’assistenza primaria e la negoziazione degli accordi integrativi per la medicina convenzionata;
  • rete dei laboratori di patologia clinica (razionalizzazione dei laboratori pubblici e definizione dei criteri per la riorganizzazione dei laboratori privati);
  • accreditamento delle strutture sanitarie e socio sanitarie;
  • monitoraggio e adeguamento degli schemi di accordi contrattuali con gli erogatori privati;
  • implementazione della rete ospedaliera, della rete emergenza urgenza e delle reti tempo dipendenti in aderenza agli standard di cui al DM 70/2015;
  • stipula Protocolli di Intesa con le Università di Bari e Foggia;
  • definizione Piani di Rientro Aziendali ex L. 208/2015;
  • governo della mobilità sanitaria interregionale;
  • farmaci e Assistenza Farmaceutica (appropriatezza prescrittiva e aderenza terapeutica; riduzione della spesa farmaceutica nel rispetto dei tetti fissati dalla normativa vigente);
  • centralizzazione degli acquisti;
  • tempestività nel pagamento dei fornitori nel rispetto di quanto previsto nella Direttiva 2011/7/UE;
  • fabbisogno ed esigenze assunzionali concernente il personale del SSR
  • specifici interventi per l’area di Taranto con potenziamento delle attività di prevenzione e promozione attiva della salute.

Data di pubblicazione: 12 novembre 2018, ultimo aggiornamento 12 novembre 2018

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area