Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Piani di rientro

Durante l’anno 2017 si sono svolte le seguenti riunioni di verifica:

  • 4 aprile 2017 avente ad oggetto: il risultato di gestione IV trimestre 2016, la verifica annuale 2016 dell’attuazione del Piano di rientro e la verifica adempimenti;
  • 25 luglio 2017 avente ad oggetto: il risultato di gestione consuntivo 2016, l’esame dello stato patrimoniale 2016, la verifica dell’attuazione del Piano di rientro, la verifica adempimenti;
  • 28 settembre 2017 avente ad oggetto: l’aggiornamento del consuntivo 2015 e 2016; l’esame stato patrimoniale 2016; la verifica dell’attuazione del Piano di rientro; la verifica adempimenti;
  • 28 novembre 2017 avente ad oggetto: l’aggiornamento dell’andamento al II trimestre 2017, la verifica dell’attuazione del Piano di rientro, la verifica adempimenti.

Di seguito si riportano i principali provvedimenti adottati dalla Regione e le risultanze emerse nelle riunioni di verifica tenutesi nell’anno 2017.

Situazione economico-finanziaria

La Regione a conto consuntivo 2016 presenta, prima del conferimento delle coperture, un avanzo di 30,782 mln di euro.

Stato di attuazione del Programma Operativo 2016-2018

  • Rete ospedaliera: la struttura commissariale ha trasmesso la nuova bozza di provvedimento di riorganizzazione della rete ospedaliera ex DM 70/2015. In merito i Tavoli di verifica ne hanno richiesto l’adozione, con decreto commissariale, entro e non oltre il 15 febbraio 2018, previo recepimento di talune prescrizioni
  • Percorso nascita: è statarichiesta la deroga alla chiusura per 7 punti nascita con volumi di attività inferiori ai 500 parti/anno, ai sensi del protocollo metodologico ministeriale. I Tavoli di verifica sono rimasti in attesa delle valutazioni del Comitato Percorso Nascita Nazionale
  • Assistenza territoriale: il percorso di implementazione della rete territoriale ex DCA 99/2016 è proseguito con estremo ritardo. I Tavoli hanno chiesto, pertanto, di velocizzarne il processo di implementazione al fine di garantire percorsi di cura adeguatamente formalizzati a pazienti con bisogni che devono trovare risposta in setting assistenziali alternativi al ricovero ospedaliero. A tal fine, hanno chiesto alla Regione di definire i criteri applicativi dei piani di riorganizzazione aziendale e il relativo cronoprogramma di attuazione
  • Rapporti con gli erogatori privati: anche per l’anno 2017 persistono criticità nella sottoscrizione dei contratti con gli erogatori privati
  • Accreditamento: la Regione nel corso dell’anno 2017 ha proseguito nel percorso di accreditamento definitivo di tutte le strutture che erogano prestazioni a carico del SSN, che tuttavia non si è ancora concluso
  • Liste di attesa: la Regione, con DCA n. 34/2017, ha disposto vari interventi finalizzati all’efficace governo dei tempi e delle liste di attesa. I Tavoli hanno richiesto aggiornamenti sullo stato di implementazione di quanto ivi previsto;
  • Fabbisogni di personale: la Regione non ha trasmesso il piano di fabbisogno del personale ex legge n. 208/15
  • Tempi dei pagamenti dei fornitori: persistono ritardi rispetto alla tempistica prevista dalla direttiva europea sui tempi di pagamento dei fornitori.

Adempimenti LEA

La Regione è stata valutata adempiente per gli anni 2013 e 2014. Pertanto sono state erogate le relative spettanze residue pari, rispettivamente, a 222,8 mln di euro e 298,9 mln di euro. Permangono criticità per l’anno 2015.


Data di pubblicazione: 12 novembre 2018, ultimo aggiornamento 12 novembre 2018

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area