Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Liste di attesa
immagine di una persona al computer

Il vademecum vuole informare su alcuni aspetti fondamentali del governo e della gestione delle liste di attesa.

Conoscere la principale normativa di riferimento sulle liste di attesa

La tematica "liste di attesa" è disciplinata da vari atti fra cui il Piano nazionale di governo delle liste di attesa (PNGLA) 2010-2012, recepito da tutte le Regioni e Province autonome, che hanno provveduto ad emanare, in accordo con le indicazioni adottate a livello centrale, un loro Piano regionale di governo delle liste di attesa (PRGLA)

Il Piano regionale elenca una serie di interventi che devono essere ripresi nei Programmi attuativi aziendali.

Infatti, ogni Azienda sanitaria redige su indicazione della Regione/Provincia autonoma il Programma attuativo aziendale, con il quale individuare le strutture erogatrici nell’ambito delle quali devono essere garantiti i tempi massimi di attesa per le prestazioni elencate nel PNGLA 2010-2012 (almeno al 90% dei cittadini richiedenti).

Elenco delle prestazioni monitorate per le quali il PNGLA 2010-2012 ha fissato i tempi massimi di attesa

Il Piano ha individuato:

  • 14 visite specialistiche ambulatoriali
  • 29 prestazioni di diagnostica strumentale
  • 5 prestazioni in DH
  • 10 in regime di ricovero ordinario.

Prestazioni ambulatoriali

  • Visite specialistiche
NumeroPrestazioneCodice nomenclatoreCodice disciplina
1Visita cardiologia89.78
2Visita chirurgia vascolare89.714
3Visita endocrinologica89.719
4Visita neurologica89.1332
5Visita oculistica95.0234
6Visita ortopedica89.736
7Visita ginecologica89.2637
8Visita otorinolaringoiatrica89.738
9Visita urologica89.743
10Visita dermatologica89.752
11Visita fisiatrica89.756
12Visita gastroenterologica89.758
13Visita oncologica89.764
14Visita pneumologica89.768
  • Prestazioni strumentali
NumeroPrestazioneCodice nomenclatore
15Mammografia87.37.1 - 87.37.2
16TC senza e con contrasto Torace87.41 - 87.41.1
17TC senza e con contrasto Addome superiore88.01.2 – 88.01.1
18TC senza e con contrasto Addome inferiore88.01.4 – 88.01.3
19TC senza e con contrasto Addome completo88.01.6 – 88.01.5
20TC senza e con contrasto Capo87.03 – 87.03.1
21TC senza e con contrasto Rachide e speco vertebrale88.38.2 – 88.38.1
22TC senza e con contrasto Bacino88.38.5
23RMN Cervello e tronco encefalico88.91.1 - 88.91.2
24RMN Pelvi, prostata e vescica88.95.4 - 88.95.5
25RMN Muscoloscheletrica88.94.1 – 88.94.2
26RMN Colonna vertebrale88.93 – 88.93.1
27Ecografia Capo e collo88.71.4
28Ecocolordoppler cardiaca88.72.3
29Ecocolordoppler dei tronchi sovra aortici88.73.5
30Ecocolordoppler dei vasi periferici88.77.2
31Ecografia Addome88.74.1 - 88.75.1 - 88.76.1
32Ecografia Mammella88.73.1 - 88.73.2
33Ecografia Ostetrica - Ginecologica88.78 - 88.78.2
34Colonscopia45.23 – 45.25 – 45.42
35Sigmoidoscopia con endoscopio flessibile45.24
36Esofagogastroduodenoscopia45.13 – 45.16
37Elettrocardiogramma89.52
38Elettrocardiogramma dinamico (Holter)89.50
39Elettrocardiogramma da sforzo89.41 – 89.43
40Audiometria95.41.1
41Spirometria89.37.1 – 89.37.2
42Fondo Oculare95.09.1
43Elettromiografia93.08.1


Prestazioni in regime di ricovero

  • Prestazioni in day hospital/day surgery
NumeroPrestazioneCodice interventoCodice diagnosi
44Chemioterapia99.25V58.1
45Coronarografia88.55 - 88.56 - 88.57 
46Biopsia percutanea del fegato50.11 
47Emorroidectomia49.46 
48Riparazione ernia inguinale53.0 - 53.10 
  • Prestazioni in ricovero ordinario
NumeroPrestazioneCodice interventoCodice diagnosi
49Interventi chirurgici tumore MammellaCategoria 85.4Categoria 174
50Interventi chirurgici tumore Prostata60.5185
51Interventi chirurgici tumore colon retto45.7x - 45.8; 48.5 – 48.6Categorie 153 – 154
52Interventi chirurgici tumori dell’uteroDa 68.3 a 68.9Categoria 182
53By pass aortocoronarico36.10 
54Angioplastica Coronarica (PTCA)Categoria 36.0 
55Endoarteriectomia carotidea38.12 
56Intervento protesi d'anca81.51 - 81.52 - 81.53 
57Interventi chirurgici tumore del Polmone32.3 – 32.4 – 32.5 – 32.9 
58Tonsillectomia28.2 – 28.3 


E' possibile consultare l'elenco delle prestazioni monitorate in formato pdf.


Al momento della prescrizione il medico prescrittore è tenuto ad indicare il quesito diagnostico e  la Classe di priorità

L’indicazione del quesito diagnostico descrive il problema di salute che motiva la richiesta di effettuare la  prestazione da parte del medico.
La classe di priorità definisce i tempi di accesso alle prestazioni sanitarie.
L’indicazione della classe di priorità è obbligatoria nei casi di primo accesso per le prestazioni monitorate indicate del PNGLA 2010-2012.

Informazione su tempi e liste di attesa

Il PNGLA 2010-2012 stabilisce che le Regioni e le Aziende sanitarie debbano utilizzare i mezzi più idonei per comunicare ai cittadini le modalità di accesso alle prestazioni sanitarie e i relativi tempi di attesa, anche in funzione degli obblighi di trasparenza. Sui siti web delle Regioni e delle Aziende sanitarie deve essere presente una sezione dedicata alle liste di attesa.

Definizione dei tempi di  attesa

Le Regioni, nell’ambito dell’autonomia organizzativa in materia sanitaria, possono definire tempi di attesa inferiori a quelli previsti nel Piano nazionale di governo delle liste di attesa (PNGLA) 2010-2012, ma sicuramente non superiori.

Le Classi di priorità  previste dal Piano Nazionale delle Liste di Attesa PNGLA 2010-2012

Per le prestazioni di specialistica ambulatoriale sono:

  • Classe U (Urgente), prestazioni da eseguire nel più breve tempo possibile e, comunque, entro 72 ore;
  • Classe B (Breve), prestazioni  da  eseguire entro 10 giorni;
  • Classe D (Differibile), prestazioni da eseguire entro 30 giorni per le visite / entro 60 giorni per gli accertamenti diagnostici;
  • Classe P (Programmata), prestazioni da eseguire entro 180 giorni.

Per  le prestazioni di ricovero sono:

  • Classe A: ricovero entro 30 giorni per i casi clinici che potenzialmente possono aggravarsi rapidamente al punto da diventare emergenti o, comunque, da recare grave pregiudizio alla prognosi;
  • Classe B: ricovero entro 60 giorni per i casi clinici che presentano intenso dolore, o gravi disfunzioni, o grave disabilità, ma che non manifestano la tendenza ad aggravarsi rapidamente al punto da diventare emergenti, né possono per l’attesa ricevere grave pregiudizio alla prognosi;
  • Classe C: ricovero entro 180 giorni per i casi clinici che presentano minimo dolore, disfunzione o disabilità e non manifestano tendenza ad aggravarsi, né possono per l’attesa ricevere grave pregiudizio alla prognosi;
  • Classe D: ricovero senza attesa massima definita per i casi clinici che non causano alcun dolore, disfunzione o disabilità. Questi casi devono comunque essere effettuati almeno entro 12 mesi.

Il cittadino può scegliere al momento della prenotazione la struttura sanitaria e/o del medico specialista

Se il cittadino vuole procedere con una prenotazione presso una struttura sanitaria specifica, indicando anche il medico specialista, i tempi di attesa potrebbero essere più lunghi di quelli previsti.

Mancata accettazione da parte del cittadino della prima data proposta

Al momento della prenotazione verrà indicata la prima data utile.

Qualora il cittadino rifiuti la prima proposta, esce dall’ambito di garanzia del rispetto dei tempi di attesa previsto dalla classe di priorità assegnata.

Il tempo di attesa comunicato è superiore ai tempi indicati nel PRGLA

Il Programma attuativo aziendale provvede a recepire i tempi massimi di attesa individuati dal Piano regionale e a prevedere le misure da adottare in caso di superamento dei tempi massimi stabiliti, senza oneri aggiuntivi a carico degli assistiti, se non quelli dovuti come eventuale quota per la partecipazione alla spesa (ticket) e darne informazione ai cittadini.  

Non è possibile sospendere le prenotazioni delle prestazioni

Sospendere le attività di prenotazione (fenomeno delle cosiddette liste d’attesa bloccate, agende chiuse) è una pratica vietata e precisamente dalla Legge 23 dicembre 2005, n. 266 , art. 1, comma 282 (Finanziaria 2006).

Prenotazione di una visita specialistica di controllo

Il Piano nazionale di  governo delle liste di attesa (PNGLA) 2010-2012, non determina i tempi di attesa per le visite di controllo, i follow up e gli screening poiché dipendono dalla programmazione locale.

Tempi di attesa per le patologie oncologiche e cardiovascolari

Il Piano nazionale di governo delle liste di attesa (PNGLA) 2010-2012, prevede che le Regioni e le Province autonome definiscano specifici percorsi di cura, Percorsi Diagnostici Terapeutici (PDT), correlati all’area oncologica e a quella cardiovascolare e ne assicurino la diffusione, l’implementazione ed il monitoraggio.

I tempi massimi dei PDT, per le patologie oggetto di monitoraggio, non potranno essere superiori ai 30 giorni per la fase diagnostica e 30 giorni per l’inizio della terapia dal momento dell’indicazione clinica.

Liste di attesa per i ricoveri

Il cittadino ha il diritto di conoscere la propria posizione nell’Agenda di prenotazione dei ricoveri, rivolgendosi alla Direzione Sanitaria della struttura presso cui è in lista di attesa.


Data di pubblicazione: 8 ottobre 2018, ultimo aggiornamento 8 ottobre 2018

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area

Documentazione

Allegati