Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Valutazione e comunicazione del rischio alimentare
immagine di una riunione

EFSA formula pareri scientifici su richiesta della Commissione, del Parlamento europeo o di uno Stato membro, oltre che di propria iniziativa (autoassegnazione).

In particolare EFSA :

  • effettua la valutazione del rischio per i consumatori o gli animali su tutte le sostanze chimiche che possono contaminare gli alimenti o i mangimi e gli agenti biologici che possono contaminare gli alimenti; comunica i dati sui residui di medicinali veterinari e sostanze non autorizzate presenti negli alimenti di origine animale, sulle malattie zoonotiche e sulla resistenza agli antimicrobici; valuta il rischio legato all’impiego delle nanotecnologie negli alimenti e nei mangimi e l'esposizione combinata a più sostanze chimiche
  • offre consulenza scientifica su questioni di nutrizione umana come l'impostazione dei valori di riferimento per la dieta,  i fabbisogni nutrizionali per gruppi specifici della popolazione e gli allergeni    alimentari
  • fornisce assistenza tecnica e scientifica sui programmi annuali di monitoraggio effettuati dagli Stati membri sui residui di pesticidi negli alimenti
  • offre consulenza scientifica sulle malattie e il  benessere degli animali da produzione e analizza l'impatto delle condizioni di allevamento sulla salute degli animali e dell'uomo
  • valuta i rischi posti da organismi nocivi alla salute delle piante, colture agricole comprese, e quindi anche all’ambiente
  • individua i rischi emergenti.

In Europa, oltre ad EFSA esistono altre agenzie comunitarie di valutazione del rischio correlato alla salute pubblica e animale:

Alcuni Stati membri, inoltre, hanno delle proprie Agenzie/Enti nazionali di valutazione del rischio.
Per l'Italia, l'organo centrale di valutazione e comunicazione del rischio alimentare si identifica con la Direzione generale degli organi collegiali per la tutela della salute del Ministero della Salute.

Considerato l’impatto globale di alcune minacce e le implicazioni ambientali e occupazionali legate alle produzioni alimentari e zootecniche, ognuno di tali organi contribuisce, per il settore di propria pertinenza, ad ottenere a livello comunitario un processo di valutazione del rischio approfondito e completo, anche mediante attività di collaborazione con l’elaborazione di report congiunti.

L'EFSA procede anche alla valutazione di prodotti, processi e indicazioni soggetti a regolamentazione, cioè quelli che necessitano di una valutazione scientifica da parte di EFSA prima che i gestori del rischio possano procedere all'autorizzazione/ rinnovo/ rivalutazione/ modifica dei termini dell’autorizzazione esistente per l’immissione sul mercato UE.

In particolare, EFSA effettua di routine la  valutazione delle seguenti sostanze, alimenti, organismi, materiali, indicazioni e processi:

  • additivi per mangimi
  • additivi, enzimi e aromi alimentari
  • organismi geneticamente modificati (OGM)
  • indicazioni nutrizionali e sulla salute, alimenti particolari  e novel food
  • pesticidi
  • materiali a contatto
  • trattamento dei sottoprodotti di origine animale e sostanze decontaminanti degli alimenti
  • processi di detossificazione dei mangimi.

Per approfondire consulta:


Data di pubblicazione: 13 dicembre 2017, ultimo aggiornamento 13 dicembre 2017

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area