Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Valutazione e comunicazione del rischio alimentare
immagine di una riunione

Il comitato scientifico e i gruppi di esperti scientifici sono gli organi scientifici deputati a tutte le attività di valutazione del rischio svolte dall’Autorità. Questi sono composti da esperti indipendenti con incarico di durata triennale, che eseguono valutazioni del rischio sviluppando le relative metodologie di valutazione.

Il comitato scientifico è responsabile del coordinamento generale necessario per garantire la coerenza della procedura di formulazione dei pareri scientifici, con particolare riguardo all'adozione delle procedure operative e all'armonizzazione dei metodi di lavoro. Esso formula pareri su questioni multisettoriali che investono le competenze di più gruppi di esperti scientifici e sulle questioni che non rientrano nelle competenze di alcun gruppo di esperti scientifici.

I gruppi di esperti scientifici (panel) sono responsabili della maggior parte del lavoro di valutazione scientifica che si effettua all'EFSA nell’ambito della catena degli alimenti e dei mangimi (mangimi, sanità e benessere animale, pericoli biologici, contaminati chimici, ingredienti alimentari e materiali di imballaggio, organismi geneticamente modificati, nutrizione, salute delle piante, pesticidi) e sono costituiti da esperti scientifici indipendenti. Essi sono individuati nello stesso Regolamento (CE) n. 178/2002 e il loro numero e tipologia viene costantemente aggiornato dalla Commissione su richiesta dell’Autorità alla luce degli sviluppi scientifici e tecnici.

Inoltre, per fornire una consulenza scientifica tempestiva di elevato livello, EFSA, in collaborazione con gli Stati membri, ha deciso di creare una banca dati di esperti scientifici esterni (banca dati delle Dichiarazioni sul conflitto di interessi) per:

  • migliorare la sua capacità di eseguire valutazioni del rischio nei settori della sicurezza di alimenti e mangimi
  • accrescere la trasparenza del processo utilizzato per invitare gli esperti a partecipare alle attività scientifiche dell’Autorità
  • sviluppare una risposta più efficace e flessibile alla sua crescente mole di lavoro, soprattutto nell’eventualità in cui fossero richiesti incarichi altamente specialistici, inaspettati e urgenti.

Per approfondire consulta:


Data di pubblicazione: 13 dicembre 2017, ultimo aggiornamento 13 dicembre 2017

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area