Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Salute della donna
donna che mangia un'insalata

Una dieta non equilibrata, in termini di bilancio fra grassi, proteine e glucidi e con un’inadeguata distribuzione dei pasti nell’arco della giornata, favorisce sovrappeso e obesità, che aumentano il rischio di malattie croniche. 50 mila decessi all’anno in Italia sono attribuibili alla cattiva alimentazione.
Un regime dietetico vario ed equilibrato, invece, garantisce un apporto di nutrienti ottimale e permette anche l’apporto di sostanze, che svolgono un ruolo protettivo o preventivo nei confronti di determinate patologie, come le malattie cardiovascolari, che rappresentano la prima causa di morte in Italia, anche per le donne.
E' importante ricordare che nell'insorgenza delle malattie cardiovascolari gioca un ruolo importante anche il consumo eccessivo di sale, che secondo le raccomandazioni non deve essere superiore ai 5 g al giorno. Attente quindi a non aggiungerne troppo nei cibi (nell’insalata, nell’acqua di cottura della pasta ecc), così come bisogna fare attenzione al consumo eccessivo di snacks salati, patatine, salumi, formaggi, cibi in scatola. Preferite spezie, erbe aromatiche, succo di limone o aceto per insaporire i cibi.

Adatta la propria alimentazione al momento della vita che stai attraversando

L'alimentazione corretta è importante fin dall'adolescenza, periodo caratterizzato da profondi cambiamenti fisici, psichici e comportamentali. In questa fase della vita aumenta il fabbisogno di energia e di alcuni nutrienti (come ferro, calcio e vitamine); l’alimentazione deve essere in grado di apportare tutto ciò che è necessario per l’accrescimento.
Nel corso della menopausa si verifica spesso un aumento di peso e una diversa distribuzione del grasso corporeo, che si accumula soprattutto a livello addominale. Per mantenere sotto controllo il peso, è importante ridurre il numero di calorie quotidiane, facendo comunque in modo che l’alimentazione sia varia e comprenda tutti i gruppi alimentari principali. Il principio guida deve essere la varietà con moderazione, riducendo i grassi, i cibi troppo salati, privilegiando gli alimenti integrali ricchi di fibra alimentare, la frutta e la verdura e l’olio extravergine d’oliva.
Ciò che mangiamo influenza anche la fertilità, la gravidanza e il futuro dei nuovi nati. Se si desidera concepire un figlio è molto importante mantenere il peso forma, perché sia il peso in eccesso che l’estrema magrezza hanno un effetto negativo sulla fertilità. La dieta mediterranea è molto ricca di antiossidanti, che proteggono gli ovuli (e spermatozoi) dall’attacco di agenti infettivi e sostanze inquinanti.
Una corretta alimentazione, già a partire dal periodo pre-concezionale, aiuta a portare avanti la gravidanza nel migliore dei modi, e riduce il rischio di parto pretermine, diabete gestazionale, e anche il feto ne trae beneficio.

Attenzione non solo alla quantità ma anche alla qualità del cibo

Ci si può alimentare in modo corretto mangiando meglio e con gusto seguendo alcuni suggerimenti:

  • fare sempre una sana prima colazione con latte o yogurt, qualche fetta biscottata e un frutto
  • variare spesso le scelte
  • non saltare i pasti
  • consumare almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno
  • non eccedere nel consumo di sale
  • limitare il consumo di dolci
  • preferire l’acqua e limitare le bevande zuccherate e l'alcol.

Per la prevenzione dell’osteoporosi è importante ridurre il consumo di proteine animali (carne, formaggi, uova) che determina una maggior perdita di calcio con le urine, dando la preferenza alle proteine di origine vegetale (legumi) e l’uso del sale poiché un'eccessiva assunzione causa un aumento dell’escrezione urinaria di calcio. Latte, yogurt e formaggi sono importanti fonti di calcio, ma è meglio assumerli totalmente o parzialmente scremati per evitare l’eccessivo introito di grassi saturi, colesterolo e calorie.
Per approfondire:


Data di pubblicazione: 11 aprile 2017, ultimo aggiornamento 11 aprile 2017

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area