Per supportare l’applicazione del Piano Autismo, il Ministero della salute ha dato l’incarico all’Istituto Superiore di Sanità di avviare nel 2013, con il supporto e il raccordo con gli Assessorati alla sanità regionali, una "indagine conoscitiva sulla rete dei servizi che operano sul territorio nazionale" a favore delle persone con disturbi dello spettro autistico e delle famiglie, al fine di creare una mappa dinamica dell’esistente e fornire un quadro aggiornato dell’offerta, da cui partire per una caratterizzazione epidemiologica del fenomeno e della risposta assistenziale, finalizzata anche ad orientare meglio le strategie di programmazione sociosanitaria nazionale, regionale e locale.

Tale indagine, basata su una raccolta di dati standardizzati e validati dalle Regioni e Province Autonome, e i cui dati rivelano un’alta adesione di risposta Regionale, si propone di evidenziare:

  1. l’accesso su tutto il territorio nazionale per l’erogazione dei servizi di diagnosi e trattamento per i disturbi pervasivi dello sviluppo
  2. la proporzione tra strutture direttamente inserite nel sistema sanitario nazionale e quelle accreditate che intervengono nei percorsi di cura per questi disturbi
  3. le professionalità e la numerosità degli addetti che le strutture hanno a disposizione
  4. la tipologia di attività destinate ai DPS
  5. l’esistenza di percorsi integrati (compreso il coinvolgimento di altre istituzioni e componenti sociali nei progetti abilitativi).

Per approfondire consulta: Presentazione dati preliminari Convegno "Strategic agenda for Autism Spectrum Disorders: a public health and policy perspective" europeo 17 dicembre 2014.

Mappa dei servizi

Tra le altre attività previste dal DM 30 dicembre 2016, vi è l’aggiornamento della mappa dei servizi dedicati alla diagnosi e presa in carico delle persone con disturbi dello spettro autistico del 2015 a tutto l’arco di vita e la predisposizione di una mappa dinamica vincolata ai flussi regionali/nazionali.

Non esiste attualmente, infatti, un sistema informativo nazionale che censisca le strutture, il personale e le attività diagnostiche, terapeutiche-riabilitative e socioassistenziali relative alle patologie dell’età evolutiva.

Tale mappa consentirà quindi l’acquisizione sistematizzata e continua di dati aggiornati su tutto il territorio nazionale.

A tal fine, su mandato del Ministero l’Istituto Superiore di Sanità, sta attivando uno studio di fattibilità in collaborazione con le Regioni. I dati raccolti forniranno una mappatura dei servizi completa in alcune regioni campione e la definizione di procedure operative per il rilevamento e la raccolta di dati estendibile all’intero territorio nazionale. Questi dati potranno anche essere la base di un sistema informativo dei servizi del SSN dedicati alla diagnosi e cura delle patologie dell’età evolutiva.


Data di pubblicazione: 21 novembre 2016, ultimo aggiornamento 2 aprile 2019

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area