Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Fertilità
Immagine di medici

Ogni giorno in Italia vengono diagnosticati almeno 30 nuovi casi di tumore in pazienti di età inferiore ai 40 anni, pari al 3% della casistica generale (stima AIRTUM 2012), contando 7828 nuovi casi nel 2010 con netta prevalenza per il sesso femminile (4897 donne vs 2931 maschile).

Chemioterapia, radioterapia e terapie biologiche hanno migliorato significativamente la sopravvivenza dei pazienti affetti da tumori tuttavia la possibile comparsa di sterilità o d’infertilità secondaria ai trattamenti oncologici e il disagio psicosociale a essa correlato sono temi di importanza crescente, non solo in considerazione del miglioramento della prognosi nei pazienti oncologici di età pediatrica e giovanile, ma anche a causa dello spostamento in avanti dell’età della prima gravidanza.

Per garantire la migliore qualità della vita, riveste particolare importanza conservare l’integrità psicofisica dell’essere uomo o donna, di cui la fertilità (cioè il mantenimento della possibilità di procreare) costituisce una parte fondamentale.

La tutela della fertilità è un traguardo da raggiungere per i pazienti oncologici attraverso protocolli personalizzati tali da mantenere la funzione riproduttiva, senza tuttavia compromettere la sopravvivenza dei pazienti.

Le principali strategie di intervento per preservare la fertilità sono :

per l’uomo

  • crioconservazione del liquido seminale
  • crioconservazione di spermatozoi prelevati mediante aspirazione testicolare o epididimaria

per la donna

  • crioconservazione degli ovociti
  • crioconservazione del tessuto ovarico (ancora sperimentale)
  • somministrazione di analoghi LH-RH
  • terapia chirurgica conservativa
  • trasposizione ovarica prima della radioterapia

Il successo di un programma integrato di preservazione della fertilità si basa su ambiti fondamentali quali informazione, ricerca e multidisciplinarietà. La preservazione della fertilità in oncologia è però anche una sfida culturale, che impegna sempre più medici e pazienti e richiede conoscenza, consapevolezza e corretta comunicazione per fornire al paziente un counselling dedicato e l’invio ai Centri di Preservazione della Fertilità.

Per approfondire consulta:


Data di pubblicazione: 20 settembre 2016, ultimo aggiornamento 20 settembre 2016

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area