In Italia la qualità delle acque destinate al consumo umano è assicurata per l’85% da acque sotterranee, naturalmente protette, su cui si innesta un esteso sistema di controlli da parte dei gestori dei servizi idrici e delle Autorità Sanitarie.

Nelle figure 1 e 2 sono riportati i dati di non conformità per i parametri oggetto di controllo ordinario per approvvigionamenti idro-potabili superiori ai 5.000 abitanti nel periodo 2011-2013.

Non conformità sistematiche hanno riguardato alcune aree di fornitura idrica asservite da acquiferi contaminati da elementi presenti in natura quali arsenico, boro e fluoro.

Il giudizio di idoneità al consumo delle acque potabili si basa sulla conformità dei controlli su un numero di parametri microbiologici, fisici e chimici, eseguiti solo a valle della filiera di distribuzione.

Questo approccio risente di una ridotta capacità di prevenzione di fenomeni di non conformità delle acque rispetto ai requisiti di qualità per il consumo umano, con potenziali rischi sanitari.

Una risposta fondamentale è l’adozione di un nuovo approccio olistico fondato sul modello dei Water Safety Plans (Piani di sicurezza dell’acqua) promossi dall’ Organizzazione Mondiale della Sanità.

Un aspetto importante nel rapporto tra gestore idrico, autorità pubbliche e consumatori riguarda la comunicazione per garantire un’informazione esaustiva, tempestiva e fruibile, nonchè il coinvolgimento dei consumatori nelle decisioni sulla sicurezza delle acque.

Lo sviluppo del Portale Nazionale Acque intende rispondere a tale esigenza.

 

Figura 1

Figura 1 Dati di conformità per i parametri chimici oggetto di controllo ordinario (circa 80% della copertura nazionale) per approvvigionamenti idro-potabili superiori ai 5.000 abitanti nel periodo 2011-2013 (fonte Regioni e Provincie Autonome)


Figura 2

Figura 2 Dati di conformità per i parametri parametri microbiologici ed indicatori oggetto di controllo ordinario (circa. 80% della copertura nazionale) per approvvigionamenti idro-potabili superiori ai 5.000 abitanti nel periodo 2011-2013. (fonte Regioni e Provincie Autonome),

 

Il cittadino può trovare informazioni sulle caratteristiche chimico-fisiche delle acque distribuite nelle aree di suo interesse nelle pubblicazione a cura delle autorità sanitarie locali, dei comuni o nei siti regionali, nelle comunicazioni periodiche e/o nei siti web del gestore idrico.

È in corso di predisposizione un database nazionale che sarà alimentato da flussi informativi dei dati dei controlli acquisiti dalle autorità sanitarie locali in modo da consentire l’informazione aggiornata e completa sulla qualità delle acque potabili.


Data di pubblicazione: 7 ottobre 2016, ultimo aggiornamento 7 ottobre 2016

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area