L'Alleanza Contro il Cancro (ACC) nasce nel 2002 e raggruppa tra l’altro i 19 istituti di ricerca e cura oncologica, accreditati con standard europei definiti dall’ Organisation of European Cancer Institutes (OECI), con lo scopo di coordinare la ricerca oncologica italiana.

ACC rappresenta la più grande rete oncologica italiana che ha come obiettivo di portare al letto del paziente oncologico le migliori diagnosi e cure e di adottare le migliori pratiche cliniche sviluppate dai singoli IRCCS, per facilitare e velocizzare il trasferimento delle eccellenze con ricadute positive sulla salute dei pazienti.

L’obiettivo di ACC è di rendere accessibili le sperimentazioni cliniche innovative, tra cui quelle di medicina personalizzata, i cosiddetti genomics driven trial, al fine di dare al paziente giusto, al momento giusto, la terapia giusta.

Negli ultimi 3 anni l'Alleanza Contro il Cancro si è data un organizzazione flessibile che le consente di partecipare a consorzi di ricerca nazionali ed internazionali; nello stesso tempo ACC ha avviato la creazione di un primo gruppo di lavoro (working group WG) sulla genomica chiamato ACC-Genomics per poter dare rapidamente attuazione anche in Italia ai programmi di medicina di precisione. Questo gruppo di lavoro in pochi mesi ha sviluppato nuove metodiche di analisi genomica per il tumore del polmone e della mammella, che entro il 2016 verranno implementate in molti IRCCS italiani della rete ACC, a cui seguiranno iniziative analoghe in altre patologie oncologiche.

Tali iniziative servono a stimolare la nascita di sperimentazioni cliniche di nuova generazione che basandosi anche su  BIG DATA renderanno possibile utilizzare queste complesse informazioni da parte di molti gruppi di ricerca per cosnnetire al medico di prescrivere la terapia più appropriata.  Proprio per questo in ACC–Genomics opera un gruppo di bioinformatici che insieme agli oncologici e ai biologi sperimentali hanno disegnato e stanno validando un software chiamato “di prescrizione medica” che tenedo conto della realtà italiana possa aiutare in futuro i medici curanti  nella scelta terapeutica. 

In aggiunta ACC ha attivato collaborazioni tra la rete e i più grandi centri oncologici del mondo, tra questi l’MD Anderson di Houston negli Stati Uniti punto di riferimento mondiale nel settore, al fine di sviluppare programmi congiunti. Tale accordo sarà firmato a Roma il 2 maggio 2016 nel contesto di un convegno scientifico di altissimo livello a cui parteciperanno le massime autorità di entrambe le parti.

Nell’ambito di attività internazionale è di rilievo il  contributo di ACC e nel progetto Europeo ERANET TRANSCAN, coordinato dal Ministero della Salute, che ha dimostrato la capacità di selezionare e finanziare i migliori progetti attraverso il coordinamento scientifico di 19 paesi europei. Con le altre istituzioni europee stiamo contribuendo allo sviluppo dell’immunoterapia dei tumori, una storia di successo che sta cambiando i protocolli terapeutici per tutti i tipi di tumore. 


Data di pubblicazione: 22 aprile 2016, ultimo aggiornamento 22 aprile 2016

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area