Il Ministero con la Direzione Generale della Ricerca e Innovazione in sanità (DGRIC) è impegnato a coordinare e incentivare la ricerca e l’innovazione italiane in campo sanitario a livello europeo e internazionale, partecipando a diversi livelli alla gestione e/o al finanziamento di diverse azioni congiunte con altri Paesi europei nell’ambito delle azioni intraprese dalla Commissione Europea quali quelle afferenti alla European Research Area (ERA-Net) e ad altri Programmi internazionali.

La partecipazione a tali azioni è inquadrata nei piani strategici europei e ha l’obiettivo di valorizzare l’impegno scientifico del nostro Paese incrementandone al contempo la competitività a livello mondiale, offrendo, di ritorno, anche un supporto alle aree tematiche prioritarie nazionali. Tale attività si svolge nell’ambito di Azioni congiunte europee finalizzate a costituire consorzi di ricerca europei su tematiche specifica (ERANET) e nella partecipazione a Azioni di Coordinamento e supporto (CSA) in aree specifiche

In linea con le aree tematiche nazionali e con i cambiamenti sociali e demografici in corso a livello sia nazionale che europeo e globale, il Ministero collabora in diverse aree del Settore “Salute” (Cluster “Health”) della ricerca, attraverso il finanziamento della partecipazione degli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) e degli enti di ricerca del Servizio sanitario nazionale collegati al Ministero a progetti multilaterali congiunti con Istituti di ricerca europei ed extra-europei.

Il Ministero partecipa inoltre alla definizione e al finanziamento di alcuni Programmi Esecutivi bilaterali del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) che vedono come contro parte Paesi che rivestono una particolare importanza per il mondo della ricerca italiana.

Attualmente, il Ministero è coinvolto in diversi ERA-Net e Joint Programming Initiatives (JPI) promossi nell’ambito del Programma Quadro dell'Unione Europea (UE) per la ricerca e l'innovazione relativo al periodo 2014-2020 (Horizon 2020), che vertono su specifiche aree tematiche di ricerca e innovazione ritenute strategiche tanto per l’Unione Europea quanto per l’Italia.

Inoltre, nell’ambito del nuovo Programma Quadro dell'Unione Europea (UE) per la ricerca e l'innovazione relativo al periodo 2021-2027 (Horizon Europe), evoluzione di Horizon 2020, il Ministero è attivamente coinvolto nella definizione dei degli atti preparatori delle co-funded Partnership del Settore “Salute” (Cluster “Health”) ritenute di carattere strategico a livello nazionale, di seguito elencate. La partecipazione alle fasi preparatorie delle Partnership mira a favorire un maggior impatto di tali iniziative sulla ricerca italiana, portando l’esperienza maturata dai centri di ricerca nazionali a livello europeo.

Al fine di facilitare il processo di controllo da parte dei relativi Segretariati della eleggibilità delle proposte nei diversi bandi congiunti europei, la DGRIC concede l’autorizzazione (eleggibilità) alla partecipazione dei ricercatori afferenti agli IRCCS in veste di beneficiari dei fondi ministeriali. L’autorizzazione deve essere richiesta prima della sottomissione delle proposte preliminari tramite l’invio attraverso il sistema Workflow della Ricerca di un Pre-submission eligibility - Information check form, che è a disposizione di IRCCS e Destinatari Istituzionali e che, comunque, viene sempre inviato a tutti gli IRCCS e agli Enti di ricerca afferenti al Ministero della Salute in forma editabile contestualmente alla comunicazione del lancio dei singoli bandi.

A seguire sono indicate le Azioni europee per le quali annualmente il Ministero stanzia complessivamente circa 14 milioni di Euro ricavati nell’ambito dei fondi di ricerca corrente (ordinaria) degli IRCCS.

Area Neuroscienze:

Area Oncologica:

Il Ministero della Salute ha assunto il ruolo determinante di Coordinatore di questo Programma dedicato alla ricerca oncologica in considerazione dell’elevato numero di IRCCS dedicati alla ricerca in campo oncologico che operano insieme nell’ambito della “Rete Oncologica” e dell’interesse della ricerca italiana, in generale, in questo settore.

Area Cardiologica:

Area Malattie Rare:

All’interno della Strategic Initiative IRDiRC (International Rare Diseases Research Consortium):

Area Nuove Tecnologie:

Area Medicina Personalizzata:

Area Invecchiamento della popolazione e cambiamenti demografici:  

Area promozione della parità di genere in Horizon 2020:

Area Malattie trasmissibili:

Area Ricerca sui sistemi sanitari:

  • TO-REACH Coordination and Support Action on Transferring Innovation in Health Systems



  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 23 febbraio 2016, ultimo aggiornamento 12 aprile 2021

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area

Documentazione

Allegati