L’attività del Progetto Operativo di Assistenza Tecnica (POAT Salute) 2007-2013, volta ad elevare la capacità amministrativa e di governance delle Regioni dell’Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), si è realizzata nell’arco del triennio da luglio 2011 a giugno 2014.

I risultati raggiunti, modelli organizzativi e strumenti metodologico-procedurali, sono rappresentati nella Relazione tecnica finale articolata in Linee trasversali di attività, comuni alla 4 regioni, e Linee regionali di attività specifiche per ciascuna Regione.

E' possibile, sia consultare i risultati delle Linee trasversali e delle Regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, sia scaricare il testo integrale della Relazione:

 

 

 


Nell'ambito del Progetto POAT Salute 2007-2013, le Linee di attività trasversali, ovvero comuni alle quattro Regioni dell'obiettivo convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), rappresentano gli interventi realizzati attraverso le attività di tecnica e assistenza poste in essere a livello progettuale. Tali ambiti hanno riguardato principalmente azioni volte a soddisfare i fabbisogni regionali espressi, a supporto della governance di settore, ed hanno attuato interventi specifici di rafforzamento della programmazione sanitaria attraverso lo sviluppo di metodologie comuni nella raccolta, analisi ed utilizzo di dati indispensabili sia a fini programmatori che di monitoraggio e valutazione delle prestazioni sanitarie e dei servizi erogati.

  • Linea 1
    Supporto allo svolgimento delle diverse fasi che accompagnano il ciclo della programmazione

  • Linea 2
    Supportare la definizione e l‟utilizzo di modelli e strumenti per integrare la VIS nella programmazione

  • Linea 3
    Supporto all‟attivazione di reti di collaborazione e scambi di esperienze e buone prassi nel settore salute

  • Linea 4
    Azioni di affiancamento, informazione e sensibilizzazione a beneficio delle amministrazioni regionali, degli Enti locali e degli operatori del settore

 

Linea trasversale 1

Supporto allo svolgimento delle diverse fasi che accompagnano il ciclo della programmazione

Il fulcro delle attività del POAT Salute è stato rappresentato dalla Linea Trasversale 1 - Programmazione, individuata, già in fase progettuale, come elemento trasversale di base a carattere strategico, ma contestualizzato in accordo con le specificità di ciascuna Regione.

Regione Calabria - Linea Trasversale 1 - Risultati

  • Realizzazione di una Base Dati (BDA) sperimentale contenente dati anagrafici e di consumo a partire dall‟integrazione dei principali Flussi Informativi Sanitari;
  • Analisi della mobilità passiva;
  • Analisi della distanze - Regione Calabria;
  • Prime elaborazioni per uno studio di fattibilità di un Atlante della Salute;
  • Analisi dell'appropriatezza ospedaliera;
  • La centralizzazione degli acquisti: indicazioni metodologiche ed operative per la programmazione e la gestione delle procedure di gara presso la stazione unica appaltante della Regione Calabria;
  • Schema tipo di disciplinare di gara europea per l'affidamento dei servizi appaltati presso aziende sanitarie e ospedaliere della Regione Calabria;
  • Progettazione, sviluppo e sperimentazione del software gestione gare Stazione Unica Appaltante (SUA) della Regione Calabria.

Regione Campania - Linea Trasversale 1 - Risultati


Regione Puglia - Linea Trasversale 1 - Risultati


Regione Siciliana - Linea Trasversale 1 - Risultati

 

Linea trasversale 2

Linea Trasversale 2 - Supportare la definizione e l'utilizzo di modelli e strumenti per integrare la VIS nella programmazione (Soggetto attuatore Agenas)

La Linea Trasversale - 2 VIS (Valutazione di Impatto Sanitario) è stata individuata in fase progettuale quale visione prospettica di alcuni aspetti della programmazione sanitaria, ma non solo, delle Regioni coinvolte. Tale metodologia, ancora poco usato in Europa e ancor meno in Italia, valuta l‟impatto che interventi non strettamente sanitari (insediamenti abitativi, commerciali, trasporti, ecc.) possono avere sulla salute della popolazione del luogo.

I risultati, conseguiti per la Linea Trasversale 2 in aderenza al Piano esecutivo approvato, registrano, innanzitutto, la redazione di un documento comune alla 4 Regioni:

oltre ai documenti specifici per ciascuna Regione:

Regione Calabria - Linea Trasversale 2 - VIS - Risultati

Regione Campania - Linea Trasversale 2 - VIS - Risultati

Regione Puglia - Linea Trasversale 2 - VIS - Risultati

Regione Siciliana - Linea Trasversale 2 - VIS - Risultati

La Regione Siciliana ha formalmente recepito Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n. 7 del 14.2.14 (78 a) e operativamente adottato il documento:

Gli altri documenti predisposti dalla Regione sono:

 

Linea trasversale 3

Azioni di affiancamento, informazione e sensibilizzazione a beneficio delle amministrazioni regionali, degli Enti Locali e degli operatori di settore (Soggetto attuatore Formez PA)

Obiettivo della Linea era quello di sostenere campagne informative e di sensibilizzazione, volte a creare un clima favorevole al decentramento dei servizi sul territorio, rivolte sia agli utenti che alla riqualificazione delle tre reti assistenziali (ospedaliera, territoriale e dell‟emergenza-urgenza), nonché agli operatori, anche attraverso la realizzazione delle Case della Salute.

In questo ambito è stata condotta dal gruppo di lavoro un'attività pubblicistica relativa ai rapporti di ricognizione e di monitoraggio realizzati attraverso l‟Assistenza Tecnica:



Linea Trasversale 4

Supporto all'attivazione di reti di collaborazione e scambi di esperienze e buone prassi nel settore salute (Soggetto attuatore Formez PA)


Obiettivo di questa Linea era supportare le quattro Amministrazioni regionali nell‟attivazione di reti di collaborazione e scambi di esperienze e buone prassi in ambito sociosanitario finalizzate a creare e rafforzare gli strumenti per la sistematizzazione, la messa in rete e l‟integrazione del sistema delle conoscenze ai fini di favorire la crescita dei saperi e delle competenze che operano all‟interno delle realtà regionali.

Nell‟ambito della Linea 4 sono state rilevate le seguenti Buone Pratiche:

 

I risultati raggiunti, in termini di interventi sviluppati, strumenti metodologico-procedurali predisposti ed i modelli organizzativi e gestionali individuati per il potenziamento dell’assistenza sanitaria e socio-sanitaria, confermano la rispondenza del Progetto POAT ai fabbisogni rilevati dalle Regioni, la qualità dell’assistenza tecnica fornita dai Soggetti attuatori e l’efficacia dell’approccio metodologico messo in atto. Questi risultati costituiscono un concreto ed efficace supporto agli interventi previsti dai Piani di Rientro regionali.

Merita evidenza il risultato raggiunto dal processo di integrazione e scambio dei molteplici contenuti tra le varie linee di intervento e tra le Regioni coinvolte che, attraverso il POAT, hanno realizzato le quattro Regioni dell’Obiettivo Convergenza grazie, soprattutto, al comune approccio metodologico ed operativo promosso dai Soggetti attuatori dell'assistenza tecnica erogata che ha contribuito al raggiungimento di tutti gli obiettivi previsti dal progetto.


La Regione Calabria, nell'ambito del Progetto POAT Salute 2007-2013, sulla scorta dei fabbisogni regionali individuati, ha concentrato gli interventi specifici di assistenza tecnica su tre Linee di attività a supporto dell'implementazione di modelli organizzativi della rete regionale dei servizi sanitari territoriali, per lo sviluppo di sistemi di informatizzazione in sanità e dei progetti di telemedicina.

Attività della Regione Calabria programmate:

  • Linea 1
    Supporto all‟attuazione del Servizio Informativo Regionale attraverso il supporto agli interventi di razionalizzazione organizzativa e tecnologica per il potenziamento e l‟integrazione dei sistemi delle strutture locali.

  • Linea 2
    Supporto all‟attuazione del Servizio Informativo Regionale attraverso il supporto agli interventi di razionalizzazione organizzativa e tecnologica per il potenziamento e l‟integrazione dei sistemi delle strutture locali.

  • Linea 3
    Individuazione e implementazione di un modello organizzativo per l‟attuazione delle rete regionale di Case della Salute.


Linea Regionale 1- Supporto all'attuazione del Servizio Informativo Regionale attraverso il supporto agli interventi di razionalizzazione organizzativa e tecnologica per il potenziamento e l'integrazione dei sistemi delle strutture locali

 

 

Linea Regionale 2  - Individuazione di modelli innovativi per la realizzazione dei servizi di telemedicina (Soggetto attuatore Agenas)


La Linea regionale 2 di sviluppo della Telemedicina ha offerto l’occasione per mettere a punto una nuova metodologia di lavoro per la progettazione condivisa di modelli organizzativi per l’erogazione dei servizi clinico/sanitari finalizzati all’adozione diffusa della Telemedicina in Regione Calabria. Tutta l’attività svolta, in coerenza con il Piano Esecutivo, è stata articolata in due fasi ed organizzata attraverso diversi sottogruppi di lavoro.

I prodotti conseguiti nell’ambito della Linea Verticale 2 - Telemedicina nella Regione Calabria sono:

 

Linea Regionale 3 - Individuazione e implementazione di un modello organizzativo per l’attuazione della rete regionaledi Case della Salute (Soggetto attuatore Formez PA)


Questa linea prevedeva il sostegno alla sperimentazione del modello Casa della Salute attraverso l’individuazione e il supporto all’adozione di un modello organizzativo della rete regionale delle Case della Salute.

E’ stato elaborato e rilasciato il documento riguardante il modello organizzativo e il percorso di implementazione delle Case della Salute della Regione Calabria nella sua versione finale a giugno 2012 ed approvato come Linea Guida con DPGR 185 il 4 dicembre 2012 (1).

Il  dimensionamento delle Case della Salute è stato attuato  in base alla  tipologia di Servizi da attivare, alle specificità demografiche del territorio di insistenza della struttura e ai requisiti minimi di accreditamento delle strutture pubbliche e private stabiliti dalla Regione. E' stata, quindi, effettuata una stima delle razionalizzazioni possibili e l’analisi costi/benefici:

Per l'applicazione del modello organizzativo riferito alla realizzazione delle Case della Salute in Calabria, è stato previsto il supporto alla definizione di procedure operative con cui sarà gestito il processo di "presa in carico del paziente"

   definizione delle procedure operative di funzionamento dei Servizi PUA e ADI.

 

In tale contesto, l'attività di assistenza tecnica è stata svolta in due steps successivi in base alle migliori e più consolidate prassi e metodologie utilizzate nell'organizzazione dei processi, ovvero attraverso  la gap analisys tra la situazione as-is e quella to-be:


I risultati conseguiti dalla Regione Calabria a conclusione del progetto POAT Salute, alla data del 30.06.2014, registrano il superamento della maggior parte degli obiettivi previsti a fine progetto, inoltre, dal monitoraggio strategico è emersa una significativa soddisfazione da parte della Regione rispetto ai molteplici strumenti metodologico-procedurali predisposti in ambito progettuale, alcuni dei quali anche formalmente recepiti a livello regionale e già operativamente adottati.


La Regione Campania, nell'ambito del Progetto POAT Salute 2007-2013, sulla scorta dei fabbisogni regionali individuati, ha concentrato gli interventi specifici di assistenza tecnica su tre Linee di attività a supporto dello sviluppo di un sistema integrato di informatizzazione in sanità, di progetti di telemedicina, dell'implementazione di modelli organizzativi socio-assistenziali innovativi.

Attività della Regione Campania programmate:

  • Linea 1
    Supporto allo sviluppo dei servizi di telemedicina

  • Linea 2
    Supporto all‟aggiornamento ed integrazione tra le basi informative esistenti

  • Linea 3
    Supporto all‟individuazione di modelli innovativi per garantire servizi adeguati in favore dei soggetti a rischio di marginalità sociale ed economica

  • Linea 4 (Dal 1.01.2014 al 30.04.2014)
    Sperimentazione e monitoraggio dei modelli innovativi sviluppati per garantire servizi adeguati in favore dei soggetti a rischio di marginalità sociale ed economica

 

Linea Regionale 1 - Supporto allo sviluppo dei servizi di telemedicina

I prodotti realizzati dalla Linea Verticale 1 - Telemedicina nella Regione Campania sono:


Linea Regionale 2 - Supporto all’aggiornamento ed integrazione tra le basi informative esistenti (Soggetto attuatore Agenas)

I prodotti realizzati nell’ambito della linea Verticale 2 - SIR nella Regione Campania sono:



Linea Regionale 3 - Supporto all’individuazione di modelli innovativi per garantire servizi adeguati in favore dei soggetti a rischio di marginalità sociale ed economica (Soggetto attuatore Formez PA)

Si è proceduto alla definizione di un Modello di PUA, Il Welfare socio-sanitario in Campania: Accesso e presa in carico, che possa rappresentare in futuro il volano per un’affermazione capillare dell’Accesso integrato ai servizi sanitari, socio-sanitari e sociali.

Inoltre, è stato fornito il supporto per la definizione di un Sistema di tariffazione, per profili, delle cure domiciliari.

Con riferimento alla PUA l’attività di assistenza tecnica ha portato alla definizione delle Linee Operative per l’Accesso Unitario ai Servizi Socio - Sanitari P.U.A.

 

Linea Regionale 4 ­-  Sperimentazione e monitoraggio dei modelli innovativi sviluppati per garantire servizi adeguati infavore dei soggetti a rischio di marginalità sociale ed economica (Soggetto attuatore Formez PA)

A seguito degli importanti ed apprezzati risultati conseguiti nell’ambito della Linea regionale 3, la Regione Campania ha avvertito l’esigenza di estendere le attività al monitoraggio e alla sperimentazione delle procedure predisposte:

Sempre con riferimento all’UVI, l’attività di definizione di un modello omogeneo di riferimento, ha dato luogo alla prima bozza completa del nuovo modello UVI – Processo di modelizzazione U.V.I.

 

In considerazione della necessità di dare adeguata diffusione alle attività realizzate nel triennio dal progetto POAT Salute, è stato stampato un secondo volume Le cure domiciliari in Campania: Tariffe e profili, della collana Materiali Formez,

I risultati conseguiti dalla Regione Campania a conclusione del progetto POAT Salute, alla data del 30.06.2014, registrano il superamento della maggior parte degli obiettivi previsti a fine progetto, inoltre, dal monitoraggio strategico è emersa una significativa soddisfazione da parte della Regione rispetto ai molteplici strumenti metodologico-procedurali predisposti in ambito progettuale, alcuni dei quali anche formalmente recepiti a livello regionale e già operativamente adottati.

 

 


La Regione Puglia, nell'ambito del Progetto POAT Salute 2007-2013, sulla scorta dei fabbisogni regionali originariamente individuati e successivamente aggiornati, ha concentrato gli interventi specifici di assistenza tecnica progettuale su tre Linee di attività a supporto dell'individuazione di modelli organizzativo-gestionali assistenziali e sanitari, della sperimentazione di modalità operative per l’accessibilità ai servizi sanitari territoriali e per il miglioramento della comunicazione istituzionale in ambito sanitario.

  • Linea 1
    Affiancamento nell‟individuazione di modelli organizzativi e gestionali per il potenziamento dell‟assistenza sanitaria e socio-sanitaria con particolare riguardo a temi specifici relativi alla salute della donna nonché ai servizi per le persone diversamente abili

  • Linea 4
    Supporto alla realizzazione di azioni di informazione e sensibilizzazione in materia di: accesso ai servizi socio-sanitari a favore di soggetti a rischio esclusione sociale e a favore della salute donna

  • Linea 5
    Supporto tecnico per l‟individuazione e la sperimentazione di modalità operative mutuate da altri contesti sull‟accessibilità dei servizi sanitari e socio-sanitari

 

Linea Regionale 1 - Affiancamento nell’individuazione di modelli organizzativi e gestionali per il potenziamento dell’assistenza sanitaria e socio-sanitaria (Soggetto Attuatore Formez PA)

Supporto agli studi di fattibilità, per gli interventi di investimento dei nuovi ospedali:

 

Linea Regionale 4 - Supporto alla realizzazione di azioni di informazione e sensibilizzazione in materia di: accesso ai servizi socio-sanitari e di accesso ai servizi sanitari specialistici (Soggetto Attuatore Formez PA )

I risultati finali del monitoraggio del welfare d’accesso sono stati pubblicati nel marzo 2014 nel volume della collana “Materiali Formez” dal titolo Il sistema del welfare d’accesso in Puglia – Rapporto di monitoraggio,

 

I risultati del monitoraggio del welfare d’accesso hanno fatto emergere la necessità di approfondire alcuni aspetti del sistema di welfare pugliese. Sono stati, quindi, prodotti i due report

 

Linea Regionale 5 - Supporto tecnico per l’individuazione e la sperimentazione di modalità operative mutuate da altri contesti sull’accessibilità dei servizi sanitari e socio-sanitari (Soggetto Attuatore Formez)

I risultati raggiunti nell’ambito di questa linea di attività sono complementari ed in continuità con le attività della Linea 4:

I risultati conseguiti dalla Regione Puglia a conclusione del progetto POAT Salute, alla data del 30.06.2014, registrano il superamento della maggior parte degli obiettivi previsti a fine progetto, inoltre, dal monitoraggio strategico è emersa una significativa soddisfazione da parte della Regione rispetto ai molteplici strumenti metodologico-procedurali predisposti in ambito progettuale, alcuni dei quali anche formalmente recepiti a livello regionale e già operativamente adottati.

 


La Regione Siciliana, nell'ambito del Progetto POAT Salute 2007-2013, sulla scorta dei fabbisogni regionali individuati, ha saputo riconoscere il potenziale offerto dal progetto e l'ha pienamente utilizzato sviluppando otto Linee di attività che hanno riguardato tutti i macro-ambiti d'intervento previsti dal progetto:

  • Supporto all’individuazione di modelli organizzativi e gestionali innovativi per il rafforzamento di competenze di programmazione dell’assistenza sanitaria e socio-sanitaria, anche attraverso il sostegno operativo delle più diffuse metodologie di Health Tecnology Assessment (HTA).
  • Supporto all’adesione a progetti di ricerca e di cooperazione internazionali, comunitari, nazionali e regionali;
  • Supporto allo sviluppo dell’innovazione, dell’ informatizzazione in sanità e dei progetti di telemedicina;
  • Supporto all’individuazione di modelli e strumenti di pianificazione e assistenza epidemiologica;
  • Supporto tecnico alla sperimentazione di modalità operative per l’accessibilità ai servizi sanitari e il miglioramento della comunicazione istituzionale in ambito sanitario.

Le attività programmate per la Regione Sicilia:

  • Linea 1
    Supporto tecnico alla realizzazione del fascicolo sanitario elettronico e degli interventi di domiciliarizzazione dei servizi sociosanitari

  • Linea 2
    Affiancamento per la realizzazione dell‟analisi geografica per la valutazione dello stato di salute dei residenti in prossimità di aree contaminate

  • Linea 3
    Supporto all‟organizzazione, preparazione e accesso alle fonti informative locali utili per la valutazione della salute nelle aree urbane e dei suoi determinanti e dei processi e degli esiti di salute dell‟assistenza sanitaria

  • Linea 4
    Supporto all‟individuazione di strumenti e modelli di assistenza epidemiologica per la pianificazione territoriale partecipata orientata alla salute

  • Linea 5
    Supporto allo sviluppo dell‟innovazione e dell‟informatizzazione nel settore sanitario

  • Linea 6
    Supporto al miglioramento della comunicazione istituzionale sanitaria in Sicilia attraverso l‟istituzione della "Rete Civica della Salute"

  • Linea 7
    Supporto operativo alla diffusione delle competenze in materia di programmazione, adesione a programmi e progetti di ricerca e di cooperazione

  • Linea 8
    Supporto all‟analisi delle più diffuse metodologie di HTA; sviluppo di sistemi di monitoraggio e di valutazione dell‟efficacia, sicurezza, costi, impatto sociale ed organizzativo e produzione di linee guida regionali



Linea 1 - Supporto tecnico alla realizzazione del fascicolo sanitario elettronico e degli interventi di domiciliarizzazione dei servizi socio-sanitari (Soggetto Attuatore Formez)

Documenti prodotti:



Linea 2 - Affiancamento per la realizzazione dell’analisi geografica per la valutazione dello stato di salute dei residenti in prossimità di aree contaminate (Soggetto Attuatore Atesi)

Documenti prodotti:



Linea 3 –  Supporto all’organizzazione, preparazione e accesso alle fonti informative locali utili per la valutazione della salute nelle aree urbane e dei suoi determinanti e dei processi e degli esiti di salute dell’assistenza sanitaria (Soggetto Attuatore Atesi)

I risultati finali della linea di attività sull’ “inquinamento urbano” sono stati rappresentati nei Rapporti:

Il supporto all’organizzazione, preparazione e accesso alle fonti informative regionali utili alle attività epidemiologiche previste dal progetto si è concretizzato con la predisposizione dei seguenti documenti:

 

Linea 4 - Supporto all'individuazione di strumenti e modelli di assistenza epidemiologica per la pianificazione territoriale partecipata orientata alla salute (Soggetto Attuatore Atesi)


I risultati di questa attività sono confluiti in due report, il primo con la valorizzazione degli indicatori per il biennio 2009-2011 e il primo semestre 2012, il secondo con l’aggiornamento fino al primo semestre del 2013.

Progetto Pilota - Profili di Salute (PdS) Definizione di modelli e strumenti per l’utilizzo di dati di evidenza epidemiologica nei processi di pianificazione locale partecipata

L’attività si è concretizzata con la produzione di un breve report - Revisione della letteratura per l’identificazione di modelli specifici per la costruzione di un profilo di salute  nelle della Regione Siciliana

Le attività sui Profili di Salute sono ulteriormente proseguite validando il prototipo sul Profilo di Salute predisposto per l’ASP di Caltanissetta.

Gli indicatori individuati hanno rappresentato la base per la redazione del report Gli effetti della crisi sulla salute della popolazione siciliana.


E’ stata, inoltre, sviluppata un’attività riferita alla tutela nei confronti della vulnerabilità sociale che si è estesa all’Equity Audit nei sistemi informativi con la redazione del Report:


Linea 5 - Supporto allo sviluppo dell’innovazione e dell’informatizzazione nel settore sanitario (Soggetto Attuatore Formez)


Documento prodotto:

Infine, è stato approfondito e messo definitivamente a punto il Progetto di Dettaglio - Tabella di stima dei costi di realizzazione della Rete TeleNeuReS, articolato in:

 

Linea 6 - Supporto  al miglioramento della comunicazione istituzionale sanitaria in Sicilia attraverso l’istituzione della Rete Civica della Salute (Soggetto Attuatore Formez)

Consultivi delle Aziende Sanitarie Siciliane: Opportunità e Sviluppi. Sullo stesso tema, è stata progettata, stampata e distribuita una brochure informativa finalizzata a far conoscere compiti, funzioni e potenzialità dei CCA tra la popolazione siciliana.

Sono state, inoltre, redatte le Linee Guida per la stesura del Piano di comunicazione delle Aziende sanitarie.



Linea 7 – Supporto Operativo alla diffusione delle competenze in materia di programmazione, adesione a programmi e progetti di ricerca e di cooperazione internazionali, comunitari, nazionali e regionali (Soggetto Attuatore Formez)

L’attività di Assistenza Tecnica progettata da Formez PA con l’Assessorato della Salute della Linea in oggetto, è stata focalizzata sulle seguenti attività:

  1. Percorso Laboratoriale sulla Programmazione e Gestione di Progetti di Sanità e Ricerca
  2. Rafforzamento del Portale Regionale dell’Assessorato della Salute con news, eventi ed infoday, relativi a Programmi di Cooperazione Territoriale Europea ed Internazionale
  3. Banca Dati e Network dei Ricercatori e dei Progetti
    Nell’ambito di questa attività è stato sviluppato il prototipo della Banca dati unificata Progetti/Ricercatori; Banca dati unificata Progetti/Referenti,
  4. Confronto con altre Regioni per la creazioni di reti anche per la partecipazione congiunta a bandi internazionali e nazionali

Linea 8 - Supporto all’analisi delle più diffuse metodologie di HTA; sviluppo di sistemi di monitoraggio e di valutazione dell’efficacia, sicurezza, costi, impatto sociale ed organizzativo e produzione di linee guida regionali (Soggetto attuatore Agenas)

La linea Verticale 8 HTA nella Regione Siciliana ha aggregato in un unico prodotto tutta la documentazione prodotta nel triennio generando delle Linee Guida per la diffusione della metodologia HTA nei processi decisionali regionali ed aziendali .

I risultati conseguiti dalla Regione Siciliana a conclusione del progetto POAT Salute, alla data del 30.06.2014, registrano il superamento della maggior parte degli obiettivi previsti a fine progetto, inoltre, dal monitoraggio strategico è emersa una significativa soddisfazione da parte della Regione rispetto ai molteplici strumenti metodologico-procedurali predisposti in ambito progettuale, alcuni dei quali anche formalmente recepiti a livello regionale e già operativamente adottati.

 


Data di pubblicazione: 9 dicembre 2015, ultimo aggiornamento 24 dicembre 2015

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area