Immagine raffigurante un ricercatore

La malattia da virus Ebola (Ebola virus disease - EVD) è causata da un virus ad RNA appartenente alla famiglia dei Filoviridae (filovirus). A questa famiglia appartengono anche il genere Marburgvirus e il genere Cuevavirus.

  • La malattia da virus Ebola (EVD), precedentemente nota come febbre emorragica Ebola, è una malattia grave, spesso fatale nell'uomo
  • Il virus è stato trasmesso alle persone da animali selvatici infetti e si diffonde all'interno della comunità da persona a persona
  • Il tasso medio di mortalità per EVD è di circa il 50%. Nelle epidemie passate il tasso di mortalità variava dal 25% al 90%
  • I primi focolai di EVD si sono verificati in villaggi dell'Africa centrale e occidentale, vicini alla foresta pluviale, ma la più recente epidemia in Africa occidentale ha coinvolto le principali aree urbane e rurali
  • L'impegno comunitario è la chiave per controllare con successo i focolai. Un buon controllo dei focolai si basa sull'applicazione di una serie di interventi: gestione dei casi, individuazione e sorveglianza dei contatti, ottimi laboratori per la diagnosi, sepolture sicure e mobilitazione sociale
  • Una cura precoce di supporto con reidratazione e terapia sintomatica migliora la sopravvivenza. Allo stato attuale non esiste una terapia in grado di neutralizzare il virus; sono in fase di studio l’uso di sangue intero e sieri provenienti da soggetti convalescenti e terapie farmacologiche
  • Non esistono vaccini autorizzati per EVD;  sono in fase di sperimentazione due vaccini, ma nessuno è disponibile al momento.

Per approfondire consulta:


Data di pubblicazione: 14 novembre 2014, ultimo aggiornamento 14 novembre 2014

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area