L’articolo 8 della Legge 38/2010 prevedeva che il Ministero dell’istruzione e della ricerca, di concerto con il Ministero della salute, individuasse, con uno o più decreti, i criteri generali per la disciplina degli ordinamenti didattici di specifici percorsi formativi in cure palliative e di terapia del dolore connesso alle malattie neoplastiche ed a patologie croniche e degenerative. Con i medesimi decreti, la legge 38/2010 ha stabilito altresì che fossero individuati i criteri per l’istituzione di master in cure palliative e terapia del dolore.

L’Accordo sottoscritto in sede di Conferenza Stato-Regioni il 10 luglio 2014, previsto dall’articolo 5 comma 2 della Legge 38/2010, ha poi individuato le figure professionali che possono operare nella rete di cure palliative, nella rete di terapia del dolore e nella rete pediatrica di cure palliative e terapia del dolore.

Già la Legge 38/2010 individuava un originario elenco di figure professionali (medici di medicina generale e medici specialisti in anestesia e rianimazione, geriatria, neurologia, oncologia, radioterapia, pediatria, medici con esperienza almeno triennale nel campo delle cure palliative e della terapia del dolore, infermieri, psicologi e assistenti sociali) che sono state ricomprese nell'Accordo.

L’ambito di intervento ha riguardato, inoltre, l’individuazione delle ulteriori figure professionali, già presenti nelle strutture sanitarie del territorio, ritenute necessarie per lo svolgimento delle attività di presa in carico ed assistenza per le reti di cure palliative e terapia del dolore. L’Accordo ha individuato, infine, i contenuti dei percorsi formativi previsti per le diverse figure professionali.

Colsulta:

La Legge di Stabilità 2014 ha poi autorizzato a operare, anche se sprovvisti di una specializzazione, i medici in servizio presso le strutture assistenziali pubbliche o private della rete, che alla data di entrata in vigore della legge possedevano almeno una esperienza triennale nel campo delle cure palliative, certificata dalla Regione di competenza.
I criteri per la certificazione dell'esperienza triennale nel campo delle cure palliative sono stati sanciti con l'Intesa della Conferenza Stato-Regioni del 22 gennaio 2015.

L’Accordo prevede che i medici non in possesso del titolo di specializzazione, che abbiano svolto attività almeno triennale nel campo delle cure palliative, possano avanzare istanza per il riconoscimento della specifica professionalità presso la Regione o Provincia autonoma di riferimento.

 

 


Data di pubblicazione: 25 giugno 2013, ultimo aggiornamento 13 maggio 2015

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area