Il Consiglio Esecutivo (Executive Board) è formato dai rappresentanti di 34 Stati Membri dell’OMS, a carica elettiva secondo un sistema di rotazione che garantisca un’equa rappresentatività geografica, della durata di tre anni.
Il Consiglio esecutivo ha funzioni consultive nei confronti dell’Assemblea Mondiale su specifiche materie ad esso demandate, ne attua le decisioni e le politiche, e in generale ne facilita le attività.
Nel corso della riunione principale del Consiglio Esecutivo, che si tiene ogni anno a gennaio, gli Stati Membri adottano risoluzioni da sottoporre all’approvazione della successiva Assemblea Mondiale della Sanità e ne stabiliscono l’ordine del giorno; nel mese di maggio, subito dopo l’Assemblea Mondiale, ha luogo una seconda riunione, più breve, chiamata a decidere su materie di tipo prettamente amministrativo.

 


In data 25 gennaio 2015 si è tenuta la Sessione Speciale sull’epidemia da virus Ebola, organizzata dall’OMS subito prima della 136ma sessione dell’Executive Board,  per fare il punto della situazione su tale epidemia in Africa Occidentale.

Dopo lunghi e complessi negoziati, è stata approvata la Risoluzione “Ebola: fermare la epidemia attuale, rafforzare la preparazione globale ed assicurare la capacità dell’OMS di rispondere a future epidemie su vasta scala e ad emergenze con conseguenze sanitarie” , da sottoporre all’Assemblea Mondiale della Sanita di maggio 2015.

La citata Risoluzione è stata adottata all’unanimità  ed è costituita da 57 articoli suddivisi in 12 paragrafi (contesto attuale e sfide, capacità di comando e coordinamento, sistemi sanitari, assistenza medica, informazione, preparazione, vaccini e terapie, risorse umane ed organizzazione dell’OMS, ricerca e sviluppo, risorse, comunicazione, tappe successive).

Nel complesso, con questa Risoluzione gli Stati Membri hanno espresso fiducia nell’OMS, riaffermando il suo ruolo centrale e specialistico nella preparazione e risposta alle emergenze e hanno voluto delineare la riforma del metodo di lavoro e il tipo di struttura che l’organizzazione dovrà assumere in un prossimo futuro e dare un forte segnale sulle modalità di gestione delle risorse finanziarie in caso di emergenze di interesse sanitario.

La Risoluzione offre, quindi, una guida chiara sui passi immediati che l‘OMS dovrà intraprendere per porre fine all’attuale epidemia di Ebola. Il Direttore Generale potrà usarla anche come strumento negoziale per intavolare il dibattito alla prossima Assemblea Mondiale di Sanità.

Consulta anche:


La 136ma sessione del Consiglio Esecutivo dell'OMS si è tenuta a Ginevra dal 26 gennaio  al  3 febbraio 2015 ed è stata preceduta, in data 25 gennaio 2015, da una Sessione Speciale dedicata all’epidemia da virus Ebola.

Nel corso dei lavori della sessione regolare dell’Executive Board sono stati esaminati e discussi temi di grande rilievo e sono state adottate un numero non elevato di Risoluzioni (in linea con quanto richiesto dal processo di riforma dei metodi di lavoro dell’Organizzazione), curando con attenzione anche gli aspetti relativi ai costi ed alle implicazioni finanziarie legate all’attuazione delle risoluzioni stesse.

In particolare, le Risoluzioni tematiche che saranno proposte all’Assemblea Mondiale della Sanità del prossimo maggio sono relative ai seguenti settori:

  • strategia globale ed obiettivi per la prevenzione, la cura ed il controllo della malaria per il periodo 2015-20130
  • febbre gialla - mappatura dei rischi e vaccinazioni raccomandate per i viaggiatori
  • raccomandazioni del Review Committee sull’ulteriore estensione temporale per la creazione di capacità nazionali sanitarie pubbliche e sulla messa in atto del Regolamento Sanitario Internazionale
  • clima e salute
  • portata globale dell’epilessia

Tra le Decisioni adottate si segnala :

  • su iniziativa congiunta italo-spagnola,  la Decisione relativa  al sangue ed altri prodotti ad uso medico di origine umana, finalizzata allo sviluppo  di un consenso globale sui principi etici per la donazione ed il trattamento del sangue e di altri prodotti medici di origine umana
  • la Decisione, co-sponsorizzata dai Paesi membri dell’Unione Europea, insieme ad altri delle varie regioni dell’OMS, sugli impegni comuni derivanti dagli esiti della Seconda Conferenza Internazionale della Nutrizione (ICN2)  e sul ruolo dell’OMS.

Tutti i lavori dell’Executive Board sono stati oggetto di un intenso coordinamento comunitario, guidato dalla Presidenza di turno lettone e dalla Commissione Europea.

Consulta :


Data di pubblicazione: 19 giugno 2013, ultimo aggiornamento 12 maggio 2015

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area