Obiettivi

Negli ultimi anni si è registrata una sempre maggiore attenzione verso i servizi territoriali, in un’ottica di equilibrio fra i diversi nodi della rete assistenziale.

Il ruolo strategico dell’assistenza territoriale, e in particolare dell’assistenza a pazienti nella fase terminale, è stato sottolineato anche dal DPCM 29 novembre 2001 che ha incluso tali forme di assistenza tra quelle che devono essere garantite dal Servizio Sanitario Nazionale.

Al fine di garantire l’erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), diventa indispensabile rilevare, tra le altre forme di assistenza, anche le prestazioni erogate presso gli Hospice sul territorio nazionale, allo scopo di comprendere al meglio le esigenze emerse e assicurare risposte appropriate.

Il Sistema rileva le informazioni riguardanti l’assistenza sanitaria e socio-sanitaria erogata presso gli Hospice, anche in coerenza con l’attuazione della legge 15 marzo 2010, n. 38, recante "Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore", che prevede l'attivazione da parte del Ministero della salute di una specifica rilevazione sui presidi ospedalieri e territoriali e sulle prestazioni assicurate in ciascuna regione dalle strutture del Servizio sanitario nazionale nel campo delle cure palliative e della terapia del dolore, al fine di promuovere l'attivazione e l'integrazione delle due reti a livello regionale e nazionale e la loro uniformità su tutto il territorio nazionale. Il Sistema non ricomprende le rilevazioni di tutti gli interventi caratterizzati esclusivamente da “sostegno sociale” alla persona.

Si specifica che per Hospice si intendono esclusivamente le strutture in possesso dei requisiti strutturali, tecnologici e organizzativi definiti dal DPCM del 20 gennaio 2000.

L’assistenza sanitaria erogata presso le strutture Hospice è rilevata esclusivamente attraverso il sistema informativo Hospice, anche per quelle ubicate all’interno di strutture di ricovero pubbliche e private accreditate.

Roadmap

La Cabina di Regia, nella seduta del 15 dicembre 2009, ha convenuto di dare avvio ad uno specifico Studio di fattibilità sull’assistenza erogata presso gli Hospice.

Tale studio, elaborato da un apposito Gruppo di Lavoro Ministero – Regioni, ha definito le modalità di implementazione di un sistema di rilevazione delle informazioni riguardanti le prestazioni erogate negli Hospice, nonché le regole e le tempistiche per la condivisione con il livello nazionale del NSIS dei dati relativi all’assistenza erogata presso gli Hospice.

Il Sistema informativo per il monitoraggio dell’assistenza erogata presso gli Hospice è stato istituito dal DM 6 Giugno 2012 del Ministro della Salute, a seguito del parere favorevole espresso dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano, nella seduta del 23 marzo 2005.

Il decreto disciplina la rilevazione delle informazioni relative agli interventi sanitari e socio-sanitari erogati presso gli Hospice, e descrive le modalità di trasmissione di tali dati dalle Regioni e Province Autonome al Nuovo Sistema Informativo Sanitario.

La rilevazione effettiva è iniziata dal 1 luglio 2012 e prevede che il conferimento dei dati da parte delle Regioni diventi, a partire dal 1 luglio 2013, adempimento per l'accesso al finanziamento integrativo a carico dello Stato, ai sensi dell'Intesa sancita dalla Conferenza Stato-Regioni il 23 marzo 2005.

Patrimonio informativo

Il flusso ha finalità riconducibili al monitoraggio dell’attività dei servizi, con analisi del volume di prestazioni, e valutazioni sulle caratteristiche dell’utenza e sui pattern di trattamento.

Le informazioni raccolte riguardano i seguenti ambiti:

  • caratteristiche dell' assistito;
  • informazioni precedenti la fase di presa in carico;
  • informazioni legate alla fase di presa in carico;
  • informazioni relative all'inizio dell'assistenza;
  • principali segni/sintomi oggetto di assistenza;
  • tipologia delle prestazioni erogate;
  • informazioni relative alla fase di conclusione.

Stato di attuazione

Il flusso è di nuova attuazione, alcune Regioni si sono avvalse della possibilità di presentare un piano di adeguamento, che deve comunque prevedere la disponibilità dei dati a partire dal 1 luglio 2012.


  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 13 dicembre 2012, ultimo aggiornamento 20 dicembre 2012

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area