L’istituzione del Sistema informativo per il monitoraggio dell’assistenza in Emergenza-Urgenza (EMUR) avviene in risposta all’esigenza di acquisire informazioni necessarie per il monitoraggio dell’attività dei servizi di emergenza urgenza, l’analisi del volume delle prestazioni, e le valutazioni sulle caratteristiche dell’utenza e sui piani di trattamento, allo scopo di supportare la verifica degli standard qualitativi e quantitativi dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA).

Roadmap

L'istituzione del sistema informativo EMUR è il risultato di un lungo percorso di condivisione ed approfondimento, a partire dal lavoro condotto nell'ambito del "Programma Mattoni del SSN", avviato dalla Conferenza Stato-Regioni del 10 dicembre 2003. In particolare, dal Mattone 11 - Pronto Soccorso e Sistema 118, focalizzato a identificare gli elementi essenziali, e una loro codifica omogenea, per l'attivazione di una rilevazione sistematica delle prestazioni dei servizi di emergenza al livello nazionale; tale processo è finalizzato a  garantire la condivisione di contenuti informativi coerenti, anche se provenienti dai diversi servizi sanitari regionali.

A partire dai risultati del Mattone 11, è stato condotto lo studio di fattibilità per la rilevazione dei dati delle prestazioni erogate nell’ambito dell’assistenza sanitaria in emergenza-urgenza, in collaborazione con il Gruppo di Lavoro Ministero - Regioni appositamente istituito, con il quale successivamente sono stati anche condivisi ulteriori approfondimenti in merito agli aspetti attuativi disciplinanti la rilevazione ed il monitoraggio.

Con l’adozione del Decreto Ministeriale 17 dicembre 2008 del Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, a seguito del parere favorevole espresso dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano, nella seduta del 20 novembre 2008, il Sistema è entrato nella fase operativa di rilevazione dei dati.

La rilevazione effettiva è iniziata dal 1 gennaio 2009 e prevede il conferimento dei dati da parte delle Regioni diventi, a partire dal 1° gennaio 2012, adempimento per l'accesso al finanziamento integrativo a carico dello Stato, ai sensi dell'Intesa sancita dalla Conferenza Stato-Regioni il 23 marzo 2005.

Il Decreto 17 dicembre 2008 è stato modificato dal Decreto del Ministero della salute del 6 agosto 2012.

Patrimonio informativo

Il flusso informativo per le prestazioni di emergenza urgenza fa riferimento alle seguenti informazioni:

  • per il Sistema 118, dati relativi a:
    • Centrale Operativa del 118;
    • chiamata telefonica al numero 118;
    • missione di soccorso attivata dalla Centrale Operativa del 118;
    • assistito (dati privi di elementi identificativi diretti);
    • prestazioni erogate nell’ambito della missione di soccorso;
    • esito dell’intervento;

  • per il Pronto Soccorso, dati relativi a:
    • struttura erogatrice;
    • accesso e dimissione;
    • assistito (dati privi di elementi identificativi diretti);
    • diagnosi e prestazioni erogate;
    • valorizzazione economica dell’accesso.

Nel corso dell’anno 2011 un Gruppo di Lavoro, composto da rappresentanti del Ministero della Salute e delle Regioni e Province Autonome, ha elaborato un primo elenco di indicatori a supporto della valutazione dell’assistenza in emergenza – urgenza, che saranno implementati e resi disponibili mediante il Cruscotto NSIS.

Stato di attuazione

Premesso che alcune Regioni si sono avvalse della possibilità di presentare un piano di adeguamento, che doveva comunque prevedere la disponibilità dei dati a partire dal 1° gennaio 2012, la copertura informativa a dicembre 2011 è la seguente:

  • Sistema 118: il numero delle Regioni che hanno alimentato il sistema con dati relativi a prestazioni erogate nel corso del 2011 è pari a 76%;
  • Pronto Soccorso: il numero delle Regioni che hanno alimentato il sistema con dati relativi a prestazioni erogate nel corso del 2011 è pari a 86%;

L’utilizzo dei dati di EMUR

L’area relativa all’urgenza emergenza rappresenta uno dei nodi più critici della programmazione sanitaria e si configura come una delle più importanti variabili sulle quali è misurata la qualità dell’intero servizio sanitario. 

Negli ultimi anni si è assistito ad una radicale trasformazione dei servizi di emergenza, nel tentativo di sviluppare il passaggio dalla tradizionale offerta di prestazioni, sia territoriali che ospedaliere, ad un vero e proprio "sistema di emergenza” che vede i diversi elementi coinvolti (Pronto Soccorso, D.E.A., Centrali Operative “118”, forze del volontariato) tra loro integrati e cooperanti nel raggiungimento di un obiettivo comune. Tale obiettivo si identifica con l’offerta di prestazioni sanitarie in grado di garantire l’omogeneità e la continuità degli interventi assistenziali prestati in situazioni di emergenza urgenza. 

Risulta evidente, pertanto, come lo sviluppo del sistema EMUR sia di fondamentale importanza per assicurare la base dati informativa per monitorare e programmare il sistema di emergenza.

Per approfondire consulta l'area tematica 118 e Pronto Soccorso.

 

 


Data di pubblicazione: 8 maggio 2012, ultimo aggiornamento 8 maggio 2012

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area