La Piattaforma nazionale sull'alimentazione, l'attività fisica e il tabagismo è stata istituita, per la prima volta, con Decreto ministeriale 26 aprile 2007 presso il Ministero della salute, con il compito di formulare proposte ed attuare iniziative, in coerenza con il programma Guadagnare salute: rendere facili le scelte salutari, adottato con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per favorire in tutta la popolazione, una sana alimentazione e una maggiore attività fisica, per contrastare l'abuso di alcol e ridurre il fumo di tabacco, allo scopo di limitare il rischio di numerose malattie e migliorare la qualità della vita. 
La piattaforma, di durata triennale, è stata ricostituita con Decreto ministeriale 5 marzo 2010 e integrata nella sua composizione con Decreto ministeriale del 28 marzo 2012.

Presieduta dal Ministro della salute era composta dai rappresentanti delle Amministrazioni centrali, delle Regioni e degli Enti locali, di Istituti ed Enti di ricerca, nonché dai rappresentanti delle Associazioni del mondo della produzione e della società civile, dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta che hanno stipulato specifici protocolli d’intesa  con il Ministero della salute.
La Piattaforma ha contribuito a sviluppare interventi intersettoriali secondo i principi della "Salute in tutte le Politiche".

Nell’ottica di rafforzare l’attuazione dei macro-obiettivi del Piano Nazionale della Prevenzione (PNP) 2014-2018, il Documento di indirizzo per l’attuazione delle linee di supporto centrali al Piano nazionale della prevenzione 2014-2018, adottato con D.M. 25 gennaio 2016, ha previsto la ricostituzione della "Piattaforma nazionale per Guadagnare salute" nell’ambito delle Linee di supporto finalizzate a rafforzare l’attuazione della pianificazione per la promozione della salute (Linea B.2.1 “Aggiornamento piattaforma Guadagnare salute”).

L’attuale composizione della Piattaforma, istituita con il Decreto del Ministro della salute 16 ottobre 2017, prevede il coinvolgimento di rappresentanti di numerosi Dicasteri, nonché della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome di Trento e Bolzano, dell’Associazione nazionale dei Comuni d’Italia (ANCI), dell’Istituto superiore di sanità (ISS), dell’Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro (INAIL) e del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria (CREA).

Il DM 16 ottobre 2017 attribuisce alla "Piattaforma nazionale per Guadagnare salute" il compito di formulare indicazioni e promuovere iniziative volte a favorire nella popolazione l’adozione di stili di vita salutari, secondo le indicazioni del Programma Guadagnare salute, anche al fine di supportare l’attuazione del macro-obiettivo 1 "Ridurre il carico prevenibile ed evitabile di morbosità, mortalità e disabilità delle malattie non trasmissibili" previsto dal PNP 2014-2018, prorogato al 2019 con Intesa Stato-Regioni del 21 dicembre 2017.

La ricostituzione della Piattaforma assume, pertanto, il significato strategico di creazione o rafforzamento di collaborazioni e partnership, con l’obiettivo di proseguire un percorso articolato e complesso che non può essere affrontato solo dal Ministero della salute, ma che deve coinvolgere Istituzioni centrali e territoriali, Enti e Associazioni nazionali o locali, per sviluppare un approccio integrato sui fattori di rischio e sui determinanti di salute. Alla Piattaforma possono essere invitati a partecipare, anche altri stakeholder pubblici e privati, che intendano contribuire al raggiungimento degli obiettivi prefissati anche attraverso specifici protocolli d’intesa con il Ministero.


Data di pubblicazione: 3 aprile 2012, ultimo aggiornamento 5 giugno 2018

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area