Con il progressivo miglioramento della qualità della vita, l’uomo ha sempre più accentuato la tendenza a considerare gli animali d’affezione come preziosi compagni di vita. Il crescente interesse verso gli animali da compagnia trova un’ulteriore motivazione nella fisionomia dell’attuale organizzazione sociale, caratterizzata da nuclei familiari sempre più ridotti.

Gli animali d’affezione ormai fanno parte della famiglia nella quale ricoprono, sempre più spesso, un ruolo positivo per la salute delle persone. Il concetto di benessere si inserisce nel rapporto uomo-animale all’interno del quale devono essere definite le migliori condizioni di vita, di ambiente e di salute sia per gli animali che per l’uomo.

Nel 2003 è stato emanato l’Accordo Stato-Regioni recante disposizioni in materia di benessere degli animali da compagnia e pet therapy attraverso il quale Stato e Regioni si impegnano a promuovere iniziative finalizzate a una corretta convivenza tra le persone e gli animali da compagnia, nel rispetto delle esigenze sanitarie, ambientali e del benessere degli animali stessi.

Il Ministero della Salute ha istituito il Centro di referenza nazionale per il benessere animale presso l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell'Emilia Romagna.

Al benessere animale è correlata anche la protezione animale. In questa ottica, attraverso una serie di disposizioni normative, comunitarie e nazionali, viene assicurata la protezione degli animali quando vengono impiegati per particolari finalità utili all’uomo, quali attività sportive, interventi assistiti con gli animali, produzioni zootecniche ecc.


Data di pubblicazione: 18 dicembre 2006, ultimo aggiornamento 10 luglio 2019

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area