Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Piani di rientro

In ottemperanza alle disposizioni normative previste dal Patto per la Salute 2010-2012 e alla Legge Finanziaria 2010, la Regione Puglia ha inviato la richiesta di sottoscrivere un Piano di Rientro entro il termine previsto del 30 aprile 2010, al fine di ottenere la riattribuzione del maggiore finanziamento previsto per il 2006 e il 2008, non assegnato a causa del mancato rispetto del Patto di Stabilità interno e per l‘anno 2008 per l’assistenza domiciliare e residenziale.

In data 29 luglio 2010 la sottoscrizione dell’Accordo è stata rinviata ed il Consiglio dei Ministri, con il D.L. n° 125 del 5 agosto 2010, ha prorogato al 15 ottobre 2010 la stipula del suddetto accordo, corredato del relativo Piano di Rientro. Era stato inoltre fissato entro il 30 settembre 2010, il termine per l’integrazione da parte della Regione Puglia della documentazione già trasmessa. La Regione Puglia con propria delibera di giunta n° 1980 del 2010 ha recepito le suddette disposizioni del Consiglio dei Ministri.

Con la DGR 2624 del 30 novembre 2010 sono stati recepiti dalla Regione Puglia l’Accordo con il Ministero della Salute e con il Ministero dell’Economia e il Piano di Rientro, al fine di recuperare le c.d. quote premiali trattenute per gli anni 2006 e 2008 pari a circa 500 mln/euro.

A conclusione della riunione di verifica del 28 settembre 2011, Tavolo e Comitato hanno riscontrato che si erano verificate le condizioni previste dall’art. 5, comma 1, lettera b) dell’Accordo del 29 novembre 2010 ai fini della verifica della sua validità.

A conclusione della riunione di verifica del 4 aprile 2013, Tavolo e Comitato hanno valutato che si erano verificati i presupposti per l’avvio della procedura di diffida a provvedere di cui al comma 174 della Legge n° 311/2004 e successive modifiche ed integrazioni.

La Regione, il 26 aprile 2013, ha trasmesso la bozza del Programma Operativo 2013-2015.

Il 12 settembre 2013 la Regione ha richiesto, con una nota del Presidente della Regione Vendola, l’accesso al Programma Operativo 2013-2015.

Il 13 dicembre 2013 la Regione ha trasmesso una nuova bozza del Programma Operativo 2013-2015.

Nel corso della riunione di verifica del 4 aprile 2014 Tavolo e Comitato hanno valutato positivamente il documento, già inviato dalla Regione, riportante la bozza di Programma Operativo  2013-2015 che potrà essere dunque formalmente adottato con il recepimento delle prescrizioni indicate nel verbale della riunione medesima.

Con la DGR n. 1403 del 7 luglio 2014 avente ad oggetto: “Approvazione Programma Operativo 2013-2015 predisposto ai sensi dell'art. 15, comma 20, del D.L. n° 95/2012 convertito, con modificazioni, in legge n° 135/2012” la Regione Puglia ha approvato formalmente il P.O. 2013-2015.

L’ultima riunione di verifica si è tenuta in data 26 marzo 2015.


Data di pubblicazione: 7 dicembre 2010, ultimo aggiornamento 1 luglio 2015

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area