Il Ministero della Salute, in qualità di Autorità Competente Centrale, contribuisce all’adeguata formazione del personale responsabile, a tutti i livelli, dei controlli ufficiali in materia di sicurezza degli alimenti, sanità e benessere animale, in base al Reg. 882/2006/CE, art. 6.

Per tale scopo sono attribuiti fondi per l’attività di formazione del personale (Legge 532/1996) attraverso i quali il Ministero sviluppa un proprio programma di formazione, nato sulla base di:

  • Specifiche esigenze evidenziate dagli Uffici delle Direzioni Generali, competenti per i diversi settori, emerse nel corso delle attività di controllo sul territorio nazionale condotte dal personale competente del Ministero
  • Esigenze specifiche evidenziate nel corso di Audit di settore o generali effettuati dalla Commissione Europea nei confronti del Ministero stesso e delle Autorità competenti regionali e locali
  • Stato Zoosanitario nazionale e dei Paesi confinanti e/o del Bacino Mediterraneo
  • Modifiche ed aggiornamento della normativa nazionale ed europea

Per lo sviluppo di questo programma sono coinvolti gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali e l'Istituto Superiore di Sanità, in base alle specifiche competenze, in quanto sedi di Centri di Referenza o Laboratori Nazionali di Riferimento e provider nazionali nel sistema ECM. In questo modo il ministero della Salute contribuisce all’adempimento degli obblighi formativi del personale sanitario del settore.

Il processo di sviluppo dei corsi di formazione è basato su un lavoro congiunto in tutte le fasi, durante le quali gli obiettivi formativi trovano la giusta valorizzazione nella metodologia utilizzata.

L'obiettivo principale di questa programmazione è garantire che le iniziative di prevenzione e controllo ufficiale in sicurezza degli alimenti, sanità e benessere animale siano appropriate e coerenti su tutto il territorio nazionale. Per questo motivo si pone un'attenzione particolare affinché i corsi di formazione abbiano un carattere pratico ed applicativo, adeguando al meglio l’applicazione delle tecniche di apprendimento alla platea degli interlocutori che, non va dimenticato, sono adulti professionisti e come tali richiedono interventi che devono andare oltre le modalità educative accademiche o scolastiche in genere.

I corsi sono erogati prevalentemente in modo tradizionale, in aula, oppure ricorrendo alle modalità e-learning, qualora ci sia l’esigenza di raggiungere un numero elevato di discenti.

I corsi tradizionali sono generalmente itineranti, per potere andare incontro il più possibile alle esigenze territoriali e raggiungere in tal modo il numero maggiore di partecipanti e ottimizzare le risorse.  

Il ministero della Salute, per ogni singolo corso, invia una lettera di informazione alle Autorità competenti, con il programma, le modalità di iscrizione, il numero di posti disponibili per ogni Autorità o ente e la data ultima entro la quale inviare la lista dei partecipanti rispondenti al target indicato. Questa lista deve essere inviata all’indirizzo di posta elettronica formazione.veterinariassn@sanita.it.

Il personale interessato dovrà provvedere all’iscrizione secondo le modalità indicate nelle istruzioni dei singoli corsi di formazione. Saranno autorizzati solo i discenti segnalati dalle autorità competenti.

 


Data di pubblicazione: 11 maggio 2010, ultimo aggiornamento 10 gennaio 2019

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area