Il REMESA (Réseau Méditerranéen de Santé Animale) è uno strumento di collaborazione nel campo della sanità animale fra 15 Paesi mediterranei di cui 6 appartenenti al nord dell’Africa ( Marocco, Algeria, Tunisia, Libia, Mauritania e Egitto), 2 al Medio Oriente (Libano e Giordania) e 7 al sud dell'Europa (Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Grecia, Malta e Cipro). Esso è guidato da un Comitato Permanente Congiunto (CPC) costituito dai Capi dei Servizi Veterinari dei 10 Paesi aderenti, da un rappresentante di OIE e FAO nonché dai rappresentanti delle Organizzazioni internazionali territoriali: Unione Europea e Unione Maghrebina Africana.

Le attività del Remesa sono coordinate da una Unità Regionale di Coordinamento (URC), con sede a Tunisi, costituita dal personale appartenente al Regional Animal Health Center della FAO e dal Centre Régional de Santé Animale pour l’Afrique du Nord dell’OIE. Quest'ultimo è nato lo scorso febbraio grazie al forte impegno dell'Italia che, con un Accordo con l'OIE, non solo ha fornito un’importante finanziamento, ma ha anche garantito la presenza a Tunisi di un nostro funzionario che svolge le funzioni di vice-direttore del Centro.

Il CPC si riunisce almeno una volta all’anno sotto la presidenza congiunta di un Paese del nord e di un Paese del sud del Mediterraneo. Per l’anno 2017 la Presidenza è affidata all’Italia e alla Giordania.

La mission del Remesa è fare in modo che i Paesi del nord e del sud del Mediterraneo lavorino assieme per migliorare la diagnostica precoce, la sorveglianza epidemiologica e la lotta alle principali malattie transfontaliere. Per il nostro Paese che, negli scorsi anni, è stato colpito da gravi malattie del bestiame (Blue Tongue) e da zoonosi (West Nile Disease) provenienti dal nord dell’Africa è di fondamentale importanza creare un forte sistema di protezione contro altre possibili minacce quali l’afta epizootica, l’influenza aviaria ad alta patogenicità, la peste dei piccoli ruminanti, la peste equina, la febbre della valle del Rift, la rabbia ecc.


Data di pubblicazione: 16 marzo 2010, ultimo aggiornamento 16 gennaio 2017

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area