Registrazione delle aziende in BDN

Nella Banca Dati Nazionale (BDN) sono registrate tutte le aziende in cui sono allevati o custoditi bovini o bufalini, anche se si ospita uno solo di questi animali.

Tra le informazioni da registrare in BDN per ogni struttura, vi sono:

  • la tipologia: “allevamento” e “stalla di sosta”, ossia la stalla del commerciante “fiera e mercato”
  • l’orientamento produttivo, tra cui “da latte” e “da carne”
  • la modalità di allevamento (“estensivo”, “intensivo”, “transumante”, “brado”)

Identificazione degli animali

Gli animali sono identificati dall’allevatore entro 20 giorni dalla nascita o, per i capi importati da Paesi terzi, dall’introduzione nel territorio nazionale, e in ogni caso prima di lasciare l’azienda di nascita o di ingresso. 

I bovini e bufalini provenienti da uno Stato membro mantengono l’identificativo dell’azienda d’origine.

Per l’identificazione sono utilizzati due marchi auricolari di colore giallo o, per gli animali iscritti ai libri, rosso salmone, apposti su ciascun orecchio e recanti il codice identificativo Individuale sulla faccia visibile.

Gli identificativi recano il codice identificativo univoco assegnato dalla BDN composto da 14 caratteri alfanumerici.

L’allevatore fa richiesta, verificata dal servizio veterinario della ASL, delle marche auricolari ai fornitori tramite la BDN che genera i codici identificativi individuali composti da 14 caratteri alfanumerici. Ciascun animale così identificato è registrato in BDN entro sette giorni dalla marcatura.

Passaporto

Il passaporto è il documento individuale d’identificazione che accompagna l’animale negli spostamenti da e per altri Stati. In caso di animali destinati a scambi intracomunitari o alle esportazioni verso Paesi Terzi l’allevatore richiede al servizio veterinario il rilascio del passaporto, documento in cui sono riportati i dati anagrafici, il codice identificativo e i suoi pregressi spostamenti.

Registro di carico e scarico aziendale / registro di stalla

Per ciascun allevamento è presente un registro aziendale, in formato cartaceo o elettronico, nel quale l’allevatore registra e aggiorna regolarmente:

  • le informazioni anagrafiche della struttura
  • le informazioni anagrafiche di ciascun animale con codice identificativo individuale, data di nascita o ingresso in stalla, data di identificazione, razza, sesso, codice identificativo della madre
  • il trasportatore e le matricole dei mezzi di trasporto utilizzati per la movimentazione degli animali
  • gli estremi identificativi del documento di provenienza e destinazione (modello 4)
  • gli eventi (nascite, morti, movimentazioni animali in entrata ed uscita con data, provenienza/destinazione ed estremi del modello 4; furti e smarrimenti)

Se le informazioni previste dal registro aziendale sono già interamente contenute nella BDN, la tenuta del registro cartaceo è facoltativa.

Principali riferimenti normativi

  • Decreto 31 gennaio 2002  - Disposizione in materia di funzionamento dell'anagrafe bovina
  • Manuale operativo per la gestione dell’anagrafe bovina previsto all'articolo 6 (2) del D.M. 31 gennaio 2002
  • D.Lgs. 29 gennaio 2004, n. 58 , recante disposizioni sanzionatorie relativi all’identificazione e registrazione dei bovini

Data di pubblicazione: 25 gennaio 2010, ultimo aggiornamento 23 maggio 2019

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area