Con il Decreto del Presidente della Repubblica 28 marzo 2013, n. 44 - Regolamento recante il riordino degli organi collegiali ed altri organismi operanti presso il Ministero della salute, ai sensi dell’articolo 2, comma 4, della legge 4 novembre 2010, n. 183, è stato costituito il Comitato tecnico sanitario, al quale sono trasferite le funzioni esercitate da gran parte degli organismi già operanti presso il Ministero della salute. Il Comitato nasce dall’esigenza di riordino e razionalizzazione degli organi collegiali, finalizzata, tra l’altro, ad una complessiva riduzione dei componenti dei medesimi.

In particolare le funzioni della Commissione per la vigilanza e il controllo sul doping e per la tutela della salute nelle attività sportive, istituita in attuazione della Legge 376/2000, sono state trasferite, nell'ambito del Comitato tecnico sanitario, alla Sezione per la vigilanza e il controllo sul doping e per la tutela della salute nelle attività sportive. Queste le finalità della Sezione:

  • predisporre la lista di farmaci contenenti sostanze dopanti
  • determinare i casi, i criteri e le metodologie dei controlli antidoping
  • effettuare i controlli sanitari antidoping e quelli di tutela della salute, in gara e fuori gara
  • individuare le forme di collaborazione in materia di controlli antidoping con le strutture del Servizio Sanitario Nazionale
  • intrattenere i rapporti operativi con l´Unione europea e con gli organismi internazionali, garantendo la partecipazione a programmi di interventi contro il doping
  • promuovere la ricerca sui farmaci, sulle sostanze e sulle pratiche mediche utilizzabili a fini di doping
  • promuovere campagne informative per la tutela della salute nelle attività sportive e di prevenzione del doping.

Data di pubblicazione: 17 gennaio 2006, ultimo aggiornamento 6 giugno 2016

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area