Il Regolamento (CE) n. 178/2002 del Parlamento Europeo e del Consiglio rivolge particolare attenzione alla tutela degli interessi dei consumatori, attraverso una consultazione continua, aperta e trasparente dei loro organi rappresentativi da parte degli Stati membri, introducendo, in modo chiaro, la definizione di "comunicazione del rischio", inteso come

"lo scambio interattivo, nell'intero arco del processo di analisi del rischio, di informazioni e pareri riguardanti gli elementi di pericolo e i rischi, i fattori connessi al rischio e la percezione del rischio, tra responsabili della valutazione del rischio, responsabili della gestione del rischio, consumatori, imprese alimentari e del settore dei mangimi, la comunità accademica e altri interessati, ivi compresi la spiegazione delle scoperte relative alla valutazione del rischio e il fondamento delle decisioni in tema di gestione del rischio” (definizione n. 13, art. 3 - Regolamento CE n. 178/2002).

La stessa Commissione europea, con  la comunicazione al Parlamento [COM (2007) 99)], ha presentato al Consiglio, al Parlamento Europeo e al Comitato Economico e Sociale la Strategia per la politica dei Consumatori dell’UE 2007-2013, finalizzata al perseguimento di tre fondamentali obiettivi:

  • assicurare accurate informazioni
  • accrescere la fiducia dei consumatori nei mercati e nelle istituzioni
  • tutelare efficacemente i consumatori da rischi e minacce gravi.

In conformità con le previsioni dell’Unione europea, l’art. 8 comma 4, del DPR 11 marzo 2011, n. 108 (Regolamento di organizzazione del Ministero della salute), attribuisce alla Direzione generale degli organi collegiali per la tutela della salute, in qualità di organismo nazionale di riferimento dell’Efsa, il compito di assicurare l’operatività della Consulta delle associazioni dei consumatori e dei produttori in materia di sicurezza alimentare.

La Consulta è stata istituita con decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali il 18 settembre 2009 e rinnovata con Decreto del Ministro della salute del 30 ottobre 2012. Ha la funzione di:

  • favorire lo scambio di informazioni tra le associazioni dei consumatori e dei produttori al fine di facilitare le capacità di scelta del cittadino per un consumo consapevole e una dieta corretta
  • contribuire alle iniziative di comunicazione disposte dagli organi competenti.

La Consulta risulta composta da:

  • Capo del Dipartimento della sanità pubblica veterinaria, della sicurezza degli alimenti e degli organi collegiali per la tutela della salute - Ministero della salute
  • Direttore generale degli organi collegiali per la tutela della salute - Ministero della salute
  • Direttore generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti la nutrizione - Ministero della salute
  • Direttore generale della sanità animale e dei farmaci veterinari - Ministero della salute
  • Direttore generale della prevenzione - Ministero della salute
  • un  rappresentante del Ministero dello sviluppo economico
  • un  rappresentante del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali
  • un  rappresentante del Ministero dell’ambiente e della tutela del mare
  • rappresentanti delle Regioni e Province autonome, nominati dalla Conferenza Stato-Regioni

infine, dai componenti delle associazioni dei consumatori e dei produttori, ognuno designato da ciascuna delle associazioni dei consumatori ed utenti presenti nell’elenco istituito presso il Ministero della sviluppo economico e rappresentate anche nel Consiglio nazionale dei consumatori ed utenti (CNEL).

Nel corso della riunione di insediamento, è stato posto particolare rilievo proprio al tema della comunicazione relativamente alle informazioni da fornire ai consumatori tenendo conto, in particolare, delle Linee guida dell’Efsa Alimenti: temporale in arrivo? Ricette collaudate per la comunicazione del rischio.


Data di pubblicazione: 11 novembre 2008, ultimo aggiornamento 25 ottobre 2013

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area