Al momento della loro immissione in commercio, i prodotti di origine vegetale non devono contenere residui di sostanze attive nei prodotti fitosanitari, superiori ai limiti massimi di residui (LMR) stabiliti per legge.

I LMR, espressi in mg di sostanza attiva per kg di prodotto vegetale, vengono fissati al momento dell’autorizzazione con criteri internazionalmente condivisi, al fine di garantire ai consumatori un’esposizione accettabile. 
Il corretto impiego dei prodotti fitosanitari, secondo le modalità riportate nelle etichette autorizzate, assicura il rispetto di tali limiti.

I LMR sono disciplinati in Italia dal Decreto Ministeriale 27 agosto 2004 (e successivi aggiornamenti) che contiene i valori armonizzati a livello comunitario e, ove non disponibili, i valori fissati a livello nazionale.

Per approfondire:

 


Data di pubblicazione: 10 ottobre 2008, ultimo aggiornamento 4 giugno 2019

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area