Negli ultimi anni le istanze provenienti dal mondo agricolo con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari idonei a contrastare emergenze fitosanitarie non contenibili con altri mezzi, hanno avuto un notevole incremento.

Per altro verso, l’attuazione dell’art.53 del Regolamento (CE) 1107/2009, relativo a dette istanze, ha posto notevoli problematiche dovute alla mancanza di linee generali condivise con le quali esaminare ed affrontare le emergenze fitosanitarie indicate.
Pertanto la Direzione Generale per l’Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione, in collaborazione con le altre Amministrazioni cointeressate per le competenze agricole (Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali), ambientali (Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare) e industriali (Ministero dello Sviluppo Economico), ha predisposto un documento contenente una procedura con la quale sono stati fissati i criteri per la presentazione e   per l’esame delle istanze.
Il documento è stato oggetto di esame, durante la fase di predisposizione, da parte delle Associazioni di categoria e dei componenti della Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari, che hanno proposto modifiche e/o integrazioni, prese in considerazione ai fini della stesura finale.
Tale procedura, pur non rappresentando un vincolo normativo, ha lo scopo di armonizzare e uniformare l’iter tecnico-amministrativo indicando ai portatori di interesse, alle aziende produttrici e agli esperti valutatori linee guida per la presentazione delle istanze, in un’ottica di massima trasparenza.

Consulta:


  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato le richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stato proposto di attivare una procedura d’urgenza per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario KINTO, a base delle sostanze attive Procloraz e Triticonazolo, per l’impiego su riso per il controllo della fusariosi. Pertanto, tenuto conto dei pareri espressi dagli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i Fitosanitari, è stato emanato il decreto dirigenziale del 13 febbraio 2017 che autorizza l’estensione d’impiego del citato prodotto alla coltura richiesta per un periodo di 120 giorni.
  • Con decreto dirigenziale del 24 febbraio 2017 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario 36c a base della sostanza attiva acido beta-naftossiacetico, come fitoregolatore allegante. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da alcune Associazioni di categoria, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti sostanza attiva acido beta-naftossiacetico, ritenuta indispensabile come fitoregolatore allegante, da impiegare sulle colture di pomodoro e melanzana in campo ed in serra. Secondo la procedura, sono stati acquisiti i pareri espressi dagli esperti della Sezione consultiva Fitosanitari, di cui al D.M. 30 marzo 2016; l’autorizzazione è stata rilasciata per un periodo limitato di 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno presentato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, per attivare una procedura per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario GRISU, contenente la sostanza attiva Iprodione, da impiegare per il controllo dell’avversità Phoma betae sulla coltura barbabietola da zucchero.Si è pertanto provveduto, sentita la Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al D.M. 30 marzo 2016, ad emanare il decreto dirigenziale del 27 febbraio 2017 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto citato alla coltura barbabietola da zucchero (coltura portaseme) per un periodo limitato a 120 giorni.
  • Vari portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Forchlorfenuron, da impiegare per il controllo del cancro batterico (Pseudomonas syringae pv. Actinidiae) sulla coltura dell’actinidia. Pertanto, sentita la Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al D.M. 30 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 27 febbraio 2017 relativo all’estensione di impiego del prodotto SITOFEX sulla coltura dell’actinidia per un periodo limitato a 120 giorni.
  • Con decreto dirigenziale del 13 marzo 2017 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario ORTIVA a base della sostanza attiva Azoxystrobin, ritenuta indispensabile per il controllo dell’Antracnosi del cece.Il provvedimento è stato rilasciato sentita la Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al D.M. 30 marzo 2016, in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito di richieste inoltrate da alcuni portatori di interesse e per un periodo limitato a 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno presentato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, diretta ad attivare una procedura per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario CHALLENGE, contenente la sostanza attiva Aclonifen, da utilizzare per il diserbo sulla coltivazione del cece.Si è pertanto provveduto, sentita la Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al D.M. 30 marzo 2016, ad emanare il decreto dirigenziale del 13 marzo 2017 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto citato alla coltura del cece per un periodo limitato a 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno presentato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari a base della sostanza attiva Aspergillus flavus MUCL54911 per l’impiego sulla coltura del mais per il controllo delle aflatossine del mais (uso mangimistico).Si è pertanto provveduto, sentita la Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al D.M. 30 marzo 2016, ad emanare il decreto dirigenziale del 29 marzo 2017 relativo all’autorizzazione all’immissione in commercio del prodotto AF-X1 2017 per un periodo limitato a 120 giorni.
  • Con decreto dirigenziale del 29 marzo 2017 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario FORAY 48B AVIO 15 a base di Bacillus Thuringiensis, varietà kurstaki ceppo ABTS-351, per combattere i lepidotteri defogliatori della quercia da sughero. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da parte del Servizio fitosanitario Regionale della Regione Autonoma della Sardegna, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di un prodotto fitosanitario contenente la sostanza attiva citata, da impiegare con il mezzo aereo per proteggere le aree forestali.Il rilascio dell’autorizzazione è stato concesso, sentiti i pareri degli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i Fitosanitari, di cui al D.M. del 30 marzo 2016 per un periodo di 120 giorni.
  • Con decreto dirigenziale del 04 aprile 2017 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario ISONET PF 2017, a base di feromone di Planococcus ficus (Lavandulyl senecioato), per il controllo della cocciniglia cotonosa della vite. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da portatori di interesse, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari a base di feromoni per proteggere le viti dalla citata avversità. Il rilascio dell’autorizzazione è stato concesso, sentiti i pareri degli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, per un periodo di 120 giorni.
  • Con decreto dirigenziale del 04 aprile 2017 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario SUTERRA CHECKMATE VMB, a base di feromone di Planococcus ficus (Lavandulyl senecioato), per il controllo della cocciniglia cotonosa della vite. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da portatori di interesse, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari a base di feromoni per proteggere le viti dalla citata avversità.Il rilascio dell’autorizzazione è stato concesso, sentiti i pareri degli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, per un periodo di 120 giorni.
  • Con decreto dirigenziale del 10 aprile 2017 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario ACCOLADE 94 EC 2017, a base di feromone di Planococcus ficus (Lavandulyl senecioato), per il controllo della cocciniglia cotonosa della vite. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da portatori di interesse, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Dimetil-Disolfuro, ritenuti indispensabili per la lotta contro i nematodi galligeni del terreno (Meloidogyne spp.). Il rilascio dell’autorizzazione è stato concesso, sentiti i pareri degli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, per un periodo di 120 giorni.
  • Con decreto dirigenziale del 10 aprile 2017 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario RIFIT 500 EC a base della sostanza attiva pretilachlor, da impiegare come erbicida sulla coltura del riso. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da portatori di interesse, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva citata, ritenuta indispensabile per il diserbo in pre-semina e post-emergenza della coltura del riso. Il rilascio dell’autorizzazione è stato concesso, sentiti i pareri degli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, per un periodo di 120 giorni.
  • Con decreto dirigenziale del 10 aprile 2017 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario STAM NOVEL FLO 2017, a base della sostanza attiva propanil, da impiegare come erbicida di post emergenza per il diserbo del riso. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito di richieste inoltrate da alcuni portatori di interesse. La Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al D.M. 30 marzo 2016, ha espresso parere favorevole per l’uso della molecola in questione da utilizzare come diserbante sulla coltura del riso in post-emergenza, con l’esclusione dell’impiego nelle aree classificate come siti della Rete ecologica europea Natura 2000 definite come SIC e ZPS, ai sensi della legge n. 157 del 1992 integrata dalla legge n.221 del 2002, nonché del D.P.R. 357/1997 modificato dal D.P.R. n. 120/2003. L’autorizzazione è stata concessa per 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva 1,3-dicloropropene, ritenuta indispensabile per il controllo dei nematodi nel terreno destinato alla semina o trapianto di varie colture. In considerazione di ciò, acquisito il parere favorevole della Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al D.M. 30 marzo 2016, si è provveduto ad autorizzare, in via eccezionale e per un tempo limitato a 120 giorni, i prodotti fitosanitari a base della sostanza attiva 1,3 Dicloropropene di cui all’elenco allegato al decreto dirigenziale del 10 aprile 2017 per i quali le imprese interessate hanno presentato una richiesta di autorizzazione all’immissione in commercio.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva acibenzolar-S-methyl, ritenuta indispensabile per il controllo del cancro batterico (Pseudomonas syringae pv. Actinidiae) sulla coltura dell’actinidia. Pertanto, sentiti i pareri degli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i Fitosanitari, di cui al D.M. del 30 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 10 aprile 2017, relativo all’estensione di impiego del prodotto BION 50 WG sulla coltura dell’actinidia per un periodo limitato a 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva napropamide, da utilizzare sulle colture da seme per il controllo delle malerbe infestanti-dicotiledoni e graminacee e sulla coltura del riso contro i giavoni. Pertanto, sentiti i pareri degli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i Fitosanitari, di cui al D.M. del 30 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 10 aprile 2017, relativo all’estensione di impiego del prodotto DEVRINOL F sulle colture da seme cavolo, ravanello, rucola, crescione, brassiche per il controllo delle malerbe infestanti-dicotiledoni e graminacee e sulla coltura del riso contro i giavoni per un periodo limitato a 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, inerente l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario MERLIN FLEXX contenente la sostanza attiva isoxaflutole, da utilizzare per il controllo delle infestanti graminacee e dicotiledoni sulla coltura del mais dolce.
    A tale scopo, sentiti i pareri degli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i Fitosanitari, di cui al D.M. del 30 marzo 2016, è stato emanato il decreto dirigenziale del 10 aprile 2017 relativo all’estensione di impiego in deroga del citato prodotto sulla coltura del mais dolce, per un periodo limitato a 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Flonicamid, ritenuta indispensabile per il controllo di afidi sulla coltura barbabietola da zucchero (coltura portaseme). Pertanto, sentiti i pareri degli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i Fitosanitari, di cui al D.M. del 30 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 10 aprile 2017, relativo all’estensione di impiego del prodotto TEPPEKI sulla coltura richiesta per un periodo limitato a 120 giorni.
  • Con decreto dirigenziale dell’11 aprile 2017 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario FACET SL a base di quinclorac per combattere le infestanti del genere Echinochloa (giavoni) del riso nella fase di post-emergenza. Il provvedimento, sentita la Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al D.M. 30 marzo 2016, è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito di numerose richieste inoltrate da alcuni portatori di interesse. E’ stata approvata anche per quest’anno la seguente restrizione d’uso che prevede: "E’ fatto divieto di utilizzo del prodotto in questione nelle aree classificate come siti della Rete ecologica europea Natura 2000, definite come SIC e ZPS ai sensi della legge n. 157 del 1992 integrata dalla legge n.221 del 2002 nonché del D.P.R. 357/1997 modificato dal D.P.R. n. 120/2003". L’autorizzazione è stata concessa per 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti contenenti la sostanza attiva composti del rame per contrastare efficacemente la batteriosi/cancro batterico dell’actinidia. Pertanto, sentito il parere espresso dagli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i Fitosanitari, di cui al D.M. del 30 marzo 2016, relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad autorizzare l’impiego dei prodotti fitosanitari a base dei composti del rame di cui all’elenco allegato al decreto dirigenziale del 13 aprile 2017 sulla coltura richiesta e per un tempo limitato di 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti le sostanze attive Eugenolo, Geraniolo e Timolo da utilizzare per il controllo della Botrytis cinerea sulla coltura del melograno. Pertanto, sentiti i pareri degli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i Fitosanitari, di cui al D.M. del 30 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 19 aprile 2017, relativo all’estensione di impiego del prodotto 3LOGY sulla coltura richiesta per un periodo limitato a 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti contenenti la sostanza attiva Acetamiprid da utilizzare per il controllo degli Afidi e Aleurodidi sulla coltivazione della fragola e per il controllo di cimice asiatica (Halyomorpha halys) sulle colture soia e nocciolo. A tale scopo, sentiti i pareri degli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i Fitosanitari, di cui al D.M. del 30 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 19 aprile 2017, relativo all’estensione di impiego richiesta, per un periodo limitato a 120 giorni, per il prodotto EPIK SL.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti contenenti la sostanza attiva Propizamide per l’utilizzo su baby leaf di lattuga, cicorino e valerianella contro infestanti monocotiledoni e dicotiledoni. Pertanto, sentiti i pareri espressi dagli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al D.M. 30 marzo 2016, è stato emanato il decreto dirigenziale del 19 aprile 2017 che autorizza l’estensione d’impiego del prodotto KERB 80 EDF sulle colture richieste per un periodo di 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di potere disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva abamectina, da impiegare sulle colture di nocciolo per il controllo di Phytoptus avellanae, Panonychus ulmi, Eotetranychus carpini e soia e mais per il controllo di Tetranychus urticae. Pertanto, sentiti i pareri espressi dagli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al D.M. 30 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 19 aprile 2017 che autorizza l’estensione d’impiego del prodotto VERTIMEC EC sulle colture richieste per un periodo di 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti contenenti la sostanza attiva Aureobasidium pullulans, da utilizzare sulle colture fragola e piccoli frutti per il contenimento di Botritys cinerea. Pertanto, sentita la Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al D.M. 30 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 28 aprile 2017 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto BOTECTOR sulle colture richieste, per un periodo limitato a 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Dimetoato, per il controllo della Tignola sulla coltura olivo già autorizzata. Pertanto, sentita la Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al D.M. 30 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 08 maggio 2017 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto ROGOR L 40 ST sulla coltura richiesta, per un periodo limitato a 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Zolfo per l’utilizzo su riso per il controllo del brusone. Pertanto, sentita la Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al D.M. 30 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 08 maggio 2017 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto THIOPRON sulla coltura richiesta, per un periodo limitato a 120 giorni.
  • Con decreto dirigenziale del 22 maggio 2017 è stata autorizzata l'estensione d'impiego del prodotto fitosanitario VELUM PRIME a base della sostanza attiva Fluopyram sulla coltura del tabacco, per il controllo dei nematodi galligeni (Meloidogyne incognita). Il provvedimento è stato rilasciato, sentita la Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell'art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dai portatori di interesse e per un periodo di 120 giorni.
  • Con decreto dirigenziale del 06 giugno 2017 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario TRIPICRIN 2017, a base della sostanza attiva chloropicrina, da impiegare per la lotta contro i parassiti del suolo sulle colture fragola vivai, fiori recisi lattughe, insalate ed erbe fresche, fragola produzione e pomodoro. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate da vari portatori di interesse e sentita la Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016. L’autorizzazione ha la durata di 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva cyantraniliprole, ritenuta indispensabile per la lotta al parassita Drosophila suzukii sulle colture di ciliegio, pesco, nettarino e vite da vino. Pertanto, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009 e sentita la Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 06 giugno 2017, in deroga per situazioni di emergenza e per un periodo limitato di 120 giorni, per l’autorizzazione del prodotto EXIREL 2017 sulle colture richieste.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva spinetoram, ritenuta indispensabile per la lotta al parassita Drosophila suzukii sulle colture fragola, mirtilli, lampone e ribes (solo campo). Pertanto, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009 e sentita la Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 08 giugno 2017, in deroga per situazioni di emergenza e per un periodo limitato di 120 giorni, per l’autorizzazione del prodotto EXALT 2017 sulle colture richieste.
  • Vari portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Halosulfuron metile per l’utilizzo su mais. Pertanto, sentita la Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, è stato emanato il decreto dirigenziale 14 giugno 2017 relativo all’estensione di impiego del prodotto PERMIT sulla coltura richiesta per un periodo di 120 giorni.
  • Vari portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva deltametrina, per l’utilizzo sulle colture lampone e mora di rovo in pieno campo e in serra e sulla coltura ribes solo in pieno campo contro Drosophila suzukii. Pertanto, sentita la Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, è stato emanato il decreto dirigenziale 23 giugno 2017 relativo all’estensione di impiego del prodotto DECIS EVO sulle colture richieste per un periodo di 120 giorni.
  • Vari portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza Chlorantraniliprole per l’utilizzo sulla coltura vite da vino, coltura già autorizzata, contro Cryptoblabes gnidiella. Pertanto, sentita la Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, è stato emanato il decreto dirigenziale 26 giugno 2017 relativo all’estensione di impiego del prodotto CORAGEN sulla coltura richiesta per un periodo di 120 giorni.
  • Vari portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti le sostanze attive Zoxamide e Dimethomorph per l’utilizzo su basilico per combattere l’avversità Peronospora. Pertanto, sentita la Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, è stato emanato il decreto dirigenziale 26 giugno 2017 relativo all’estensione di impiego del prodotto PRESIDIUM ONE sulla coltura richiesta per un periodo di 120 giorni.
  • Vari portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva la sostanza attiva Clorpirifos metile per l’utilizzo su melo, pero, pesco, nettarine (colture autorizzate) e actinidia, coltura non autorizzata, per combattere l’avversità Halyomorpha halys. Pertanto, sentita la Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, è stato emanato il decreto dirigenziale 26 giugno 2017 relativo all’estensione di impiego del prodotto RELDAN LO sulle colture richieste per un periodo di 120 giorni.
  • Vari portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Clorpirifos metile per l’utilizzo su melo, pero, pesco, nettarine (colture autorizzate) e actinidia, coltura non autorizzata, per combattere l’avversità Halyomorpha halys. Pertanto, sentita la Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, è stato emanato il decreto dirigenziale 26 giugno 2017 relativo all’estensione di impiego del prodotto RUNNER LO sulle colture richieste per un periodo di 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti contenenti la sostanza attiva Indoxacarb, per l’utilizzo sulla coltura del tabacco contro H.armigera, S. exigua e S.littoralis. Pertanto, sentita la Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 26 giugno 2017 relativo all’estensione di impiego del prodotto STEWARD sulla coltura richiesta per un periodo limitato a 120 giorni.
  • Con decreto dirigenziale del 30 giugno 2017 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario RAPAX AS AIR 2017 a base di Bacillus Thuringiensis, varietà kurstaki ceppo EG 2348, per combattere le infestazioni da lepidotteri defogliatori della quercia da sughero. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dal Servizio fitosanitario Regionale della Regione Autonoma della Sardegna con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari, da impiegare con il mezzo aereo, per proteggere le aree forestali. L’autorizzazione è stata concessa, sentita la Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2017, per un periodo di 120 giorni.
  • Con decreto dirigenziale del 30 giugno 2017 è stata autorizzata l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario SERENADE MAX, contenente la sostanza attiva Bacillus subtilis ceppo QST 713, per l’utilizzo sulla coltura riso contro l’avversità brusone. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dai portatori di interesse e sentita la Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016. L’autorizzazione in questione ha la durata di 120 giorni.
  • Vari portatori di interesse hanno inoltrato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Clorpirifos per l’utilizzo sulle colture melo e pero, colture già autorizzate, contro Halyomorpha halys. Pertanto, sentita la Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 7 luglio 2017 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto ZELIG 480 EC sulle colture richieste, per un periodo limitato a 120 giorni.
  • Con decreto dirigenziale del 7 luglio 2017 è stata autorizzata l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario PIRAMAX EC contenente la sostanza attiva pyraflufen ethyl, per l’utilizzo su soia contro l’avversità Amaranto. Il provvedimento è stato rilasciato, sentitala Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009 ed a seguito della richiesta inoltrata dai portatori di interesse. L’autorizzazione ha una durata di 120 giorni.
  • Vari portatori di interesse hanno inoltrato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Propaquizafop per l’utilizzo su cocomero contro infestanti. Pertanto, sentita la Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 7 luglio 2017 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto AGIL sulla coltura richiesta, per un periodo limitato a 120 giorni.

  • La Federazione Provinciale Coldiretti di Lecce ha segnalato, con una nota, la necessità di poter disporre di un prodotto fitosanitario a base di olio essenziale di arancio dolce per la difesa dell’olivo dall’avversità Philaenus spumarius. Pertanto, visto il parere favorevole espresso in data 25 novembre 2015 dalla Commissione Consultiva di cui all'articolo 20 del D.L.vo 17 marzo 1995, n. 194, relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale dell’ 11 dicembre 2015, in deroga per situazioni di emergenza e per un tempo limitato di 120 giorni, per l’estensione di impiego sulla coltura dell’olivo del prodotto PREV-AM PLUS (scadenza 8 aprile 2016).
  • Alcuni portatori  di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva 1,3-dicloropropene, ritenuta indispensabile per il controllo dei nematodi nel terreno destinato alla semina o trapianto delle colture di tabacco, melone, patata, anguria, carota, fragola, pomodoro, melanzana, peperone, zucchino, fiori, insalate, radicchio, barbabietola da seme, bietola rossa, erbe aromatiche, cetriolo. In considerazione di ciò, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione del 23 marzo 2016, si è provveduto ad autorizzare, in via eccezionale e per un tempo limitato (120 giorni) i prodotti fitosanitari a base della sostanza attiva 1,3 Dicloropropene di cui all’elenco allegato al decreto dirigenziale dell’11 aprile 2016 per i quali le imprese interessate hanno presentato una richiesta di autorizzazione (validità dall’11 aprile al 12 luglio 2016 per le colture di tabacco, melone, patata ed anguria, dal 15 giugno al 12 ottobre 2016 per carota, fragola, pomodoro, melanzana, peperone, zucchino, fiori, erbe aromatiche, insalate, radicchio, barbabietola da seme, bietola rossa, cetriolo).
  • Con decreti dirigenziali dell’11 aprile 2016è stato autorizzato l’impiego dei prodotti fitosanitari AVIOZOLFO 2016 contenente la sostanza attiva zolfo, e AVIOCAFFARO 2016 contenente la sostanza attiva rame da ossicloruro, per la lotta contro l’oidio e la peronospora della vite, da impiegarsi con il mezzo aereo (elicottero).

    I provvedimenti sono stati rilasciati, sentita la Commissione Consultiva per i prodotti Fitosanitari nella riunione del 23 marzo 2016, in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate dai Servizi Fitosanitari Regionali della Regione Piemonte e dai portatori di interesse. I territori da trattare sono dislocati nelle province di Asti e Cuneo.
    La suddetta Regione che “Vigila sulla corretta modalità di distribuzione del prodotto attuando ogni procedura necessaria alla salvaguardia della salute dell’uomo, dell’animale e dell’ambiente e per garantire la necessaria informazione dei residenti”, è tenuta a trasmettere, a seguito dei trattamenti effettuati, informazioni in merito ad eventuali reazioni avverse per la salute umana, degli animali e per l’ambiente.
    Le autorizzazioni sono concesse per 120 giorni a partire dal 15 aprile 2016 fino al 12 agosto 2016.

  • Con decreto dirigenziale dell’11 aprile 2016è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario BEAM 16, a base della sostanza attiva triciclazolo, efficace contro il brusone del riso; il provvedimento, per il quale  la Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari ha espresso parere favorevole nella riunione del 23 marzo 2016, è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da vari portatori di interesse che hanno segnalato la specifica situazione di emergenza fitosanitaria.L’autorizzazione rilasciata ha validità dal 1 maggio 2016 al 29 agosto 2016.
  • Con decreto dirigenziale dell’11 aprile 2016è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario FACET L a base di quinclorac per combattere specificamente le infestanti del genere Echinochloa (giavoni) del riso nella fase di post-emergenza.
    Il provvedimento, per il quale la Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari ha espresso parere favorevole nella riunione del 23 marzo 2016, è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito di numerose richieste inoltrate da alcuni portatori di interesse.
    E’ stata approvata anche per quest’anno la seguente restrizione d’uso che prevede: “E’ fatto divieto di utilizzo del prodotto in questione nelle aree classificate come siti della Rete ecologica europea Natura 2000 definite come SIC e ZPS ai sensi della legge n. 157 del 1992 integrata dalla legge n.221 del 2002 nonché del D.P.R. 357/1997 modificato dal D.P.R. n. 120/2003”.
    L’autorizzazione è stata concessa per 120 giorni ed avrà validità dall’11 aprile 2016 fino al 30 luglio 2016.
  • Con decreto dirigenziale dell’11 aprile 2016è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario RIFIT 500 a base della sostanza attiva pretilachlor, da usare come diserbante in pre-semina e post-emergenza della coltura del riso.Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da vari portatori di interesse, con la quale è stata segnalata la specifica situazione di emergenza fitosanitaria. La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nella riunione del 23 marzo 2016, ha espresso parere favorevole per l’uso della molecola in questione da usare come diserbante sulla coltura del riso, con l’esclusione dell’impiego nelle aree classificate come siti della Rete ecologica europea Natura 2000 definite come SIC e ZPS, ai sensi della legge n. 157 del 1992 integrata dalla legge n.221 del 2002, nonché del D.P.R. 357/1997 modificato dal D.P.R. n. 120/2003. L’autorizzazione rilasciata ha validità dall’11 aprile all’8 agosto 2016.
  • Diversi portatori di interesse hanno inoltrato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva terbacile, ritenuta indispensabile per la lotta contro le infestanti annuali e perenni della coltura menta. Pertanto, acquisito il parere favorevole espresso dalla Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nel corso della riunione del 23 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale dell’11 aprile 2016relativo all’autorizzazione in deroga del prodotto SINBAR DF sulla coltura richiesta, per un periodo limitato a 120 giorni (validità 11 aprile - 08 agosto 2016).
  • Con decreto dirigenziale dell’11 aprile 2016è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario STAM NOVEL FLO 2016, a base della sostanza attiva propanil per combattere le infestanti del riso nella fase di post-emergenza. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito di richieste inoltrate da alcuni portatori di interesse. La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nella riunione del 23 marzo 2016, ha espresso parere favorevole per l’uso della molecola in questione da utilizzare come diserbante sulla coltura del riso in post-emergenza, con l’esclusione dell’impiego nelle aree classificate come siti della Rete ecologica europea Natura 2000 definite come SIC e ZPS, ai sensi della legge n. 157 del 1992 integrata dalla legge n.221 del 2002, nonché del D.P.R. 357/1997 modificato dal D.P.R. n. 120/2003. L’autorizzazione è stata concessa per 120 giorni ed avrà validità fino dall’11 aprile al 30 luglio 2016. 
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Clofentezine per l’utilizzo sulla coltura nocciolo, per combattere l’avversità Acari (Panonychus ulmi, Tetranicus urticae, Eotetranychus carpini e Phytoptus avellanae). Pertanto, acquisiti i pareri espressi in data 23 marzo e 13 aprile 2016 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi del citato art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, è stato emanato il decreto dirigenziale 27 aprile 2016relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto APOLLO SC sulla coltura del nocciolo. L’autorizzazione è stata concessa per 120 giorni ed avrà validità dal 27 aprile 2016 al 24 agosto 2016.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti contenenti la sostanza attiva Aureobasidium pullulans, da utilizzare sulle colture fragola, pomodoro e piccoli frutti per il contenimento di Botritys cinerea. Pertanto, acquisito il parere favorevole espresso in data 23 marzo 2016 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 27 aprile 2016 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto BOTECTOR sulla coltura richiesta, per un periodo limitato a 120 giorni.
  • Con decreto dirigenziale del 27 aprile 2016 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario CHECKMATE VMB, a base di feromone di Planococcus ficus (Lavandulyl senecioato), per il controllo della cocciniglia cotonosa della vite. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da portatori di interesse, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari a base di feromoni per proteggere le viti dalla citata avversità. Gli esperti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nella riunione del 23 marzo 2016, hanno espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni (scadenza 24 agosto 2016).
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti contenenti la sostanza attiva composti del rame per contrastare efficacemente la batteriosi/cancro batterico dell’actinidia. Pertanto, visto il parere favorevole espresso dalla Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad autorizzare, per un tempo limitato di 120 giorni, l’estensione di impiego per la lotta contro la batteriosi dell’actinidia durante il periodo vegetativo, dei prodotti fitosanitari a base dei composti del rame di cui all’elenco allegato al decreto dirigenziale del 27 aprile 2016 (scadenza 24 agosto 2016).
  • Con decreto dirigenziale del 27 aprile 2016 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario ISONET PF 2016, a base di feromone di Planococcus ficus (Lavandulyl senecioato), per il controllo della cocciniglia cotonosa della vite. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da portatori di interesse, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari a base di feromoni per proteggere le viti dalla citata avversità. Gli esperti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nella riunione del 23 marzo 2016, hanno espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni (scadenza 24 agosto 2016).
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti contenenti la sostanza attiva deltametrina, da utilizzare sulla coltura del pero per il contenimento della cimice asiatica (Halyomoroha halys). Pertanto, acquisito il parere favorevole espresso in data 23 marzo 2016 dai componenti della Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 27 aprile 2016 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto METEOR sulla coltura richiesta, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 24 agosto 2016).
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di potere disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva abamectina, ritenuta indispensabile per il controllo della cocciniglia Crisicoccus pini del pino marittimo e pino domestico. Pertanto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari espresso nella riunione del 23 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 27 aprile 2016 relativo all’estensione di impiego per il controllo della cocciniglia Crisicoccus pini del pino marittimo e pino domestico, richiesta per il prodotto VERTIMEC EC (scadenza 24 agosto 2016)
  • Alcuni Portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva cyantraniliprole ritenuta indispensabile per la lotta al parassita Drosophila suzukii sulla coltura del ciliegio. Pertanto, acquisito per via telematica il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 4 maggio 2016, in deroga per situazioni di emergenza e per un periodo limitato di 120 giorni, per l’autorizzazione del prodotto EXIREL 2016 sulla coltura del ciliegio (scadenza 12 agosto 2016).
  • Vari portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva deltametrina da utilizzare su floreali, vivai e ornamentali, pioppo e forestali in vivaio, impianti giovani, campi da golf, tappeti erbosi, per il controllo della Popillia japonica Newman. Pertanto, acquisito il parere favorevole espresso nella riunione del 23 marzo 2016 dalla Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari, è stato emanato il decreto dirigenziale 4 maggio 2016 relativo all’estensione di impiego del prodotto DECIS EVO sulle colture richieste (scadenza 31 agosto 2016). E’ stato inoltre emesso il decreto 11 maggio 2016 di rettifica del citato decreto del 4 maggio 2016, nel quale non erano state riportate alcune colture richieste dall’impresa ed approvate dalla Commissione Consultiva.
  • Vari portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Metarhizium anisopliae var. anisopliae ceppo BIPESCO 5 per l’impiego su prati, pascoli, campi sportivi, campi da golf, campi di calcio e vivai ornamentali contro Popillia japonica. Pertanto, acquisito il parere favorevole espresso nella riunione del 23 marzo 2016 dalla Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari, è stato emanato il decreto dirigenziale 4 maggio 2016 relativo al rilascio dell’autorizzazione del prodotto fitosanitario GRANMET GR per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 31 agosto 2016).
  • Vari portatori di interesse hanno inoltrato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Clorpirifos ritenuta indispensabile per il controllo della Popillia japonica Newman su tappeti erbosi, prati e incolti. Pertanto, acquisito il parere favorevole espresso in data 23 marzo 2016 dalla Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 4 maggio 2016 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto ZELIG GR sulle colture richieste, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 31 agosto 2016).
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Beta-ciflutrin per l’utilizzo sulle colture pomacee, drupacee, ortaggi, vite, floreali e ornamentali, per combattere l’avversità Cimice asiatica (Halyomorpha halys). Pertanto, acquisito il parere favorevole espresso in data 23 marzo 2016 dalla Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 11 maggio 2016 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto BAYTEROID 25 EC sulle colture richieste, per un periodo limitato a 120 giorni (validità dal 1 luglio 2016 al 29 ottobre 2016).
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Dimetoato, ritenuta indispensabile per il controllo della Tignola dell’olivo (Prays oleae). Pertanto, acquisito il parere favorevole espresso in data 23 marzo 2016 dalla Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 11 maggio 2016 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto ROGOR L 40 ST sulle colture richieste, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 7 settembre 2016).
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Acrinatrina, ritenuta indispensabile per il controllo di Tripidi e Acari sulle colture vite, pesco, susino e soia. Pertanto, acquisito il parere favorevole espresso in data 23 marzo 2016 dalla Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari, è stato emanato il decreto dirigenziale 11 maggio 2016 relativo alle modifiche richieste per il prodotto RUFAST E-FLO per un periodo limitato a 120 giorni (validità su viticoltura, pesco e susino dall’11 maggio 2016 al 7 settembre 2016 e su soia dal 1 giugno al 28 settembre 2016).
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Abamectina, ritenuta indispensabile per il controllo sulla coltura soia e mais dell’acaro rosso (Tetranychus urticae) e sulla coltura nocciolo per il controllo degli acari (Phytoptus avellanae, Panonychus ulmi, Eotetranyehus carpini). Pertanto, acquisito il parere favorevole espresso in data 23 marzo e 21 aprile 2016 dalla Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari, è stato emanato il decreto dirigenziale 11 maggio 2016 relativo all’estensione di impiego richiesta per il prodotto VERTIMEC PRO per un periodo limitato a 120 giorni (validità su nocciolo dall’11 maggio 2016 al 7 settembre 2016 e su soia e mais dal 1 giugno al 28 settembre 2016).
  • Con decreto dirigenziale 11 maggio 2016 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario ISOMATE C LR MAX 2016 a base di feromoni, per combattere varie avversità sulla coltura del melo con il metodo della confusione sessuale. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate da vari portatori di interesse, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari a base di feromoni per proteggere le colture del melo. La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nella riunione del 23 marzo 2016, ha espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni con validità dall’ 11 maggio 2016 al 7 settembre 2016.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Cycloxydim per il diserbo di post-emergenza contro le infestanti graminacee sulla coltura del cece. Pertanto, acquisito il parere favorevole espresso in data 23 marzo 2016 dalla Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari, è stato emanato il decreto dirigenziale 13 maggio 2016 relativo all’estensione di impiego richiesta per il prodotto STRATOS ULTRA per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 9 settembre 2016).
  • Con decreto dirigenziale del 21 aprile 2016 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario FORAY 48B AVIO 13 a base di Bacillus Thuringiensis, varietà kurstaki ceppo ABTS-351, per combattere le infestazioni da lepidotteri su aree boschive e forestali. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate dal Servizio fitosanitario Regionale della Regione Autonoma della Sardegna e della Regione Toscana con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari, da impiegare con il mezzo aereo, per proteggere le aree forestali e boschive.
    Gli esperti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nella riunione del 23 marzo 2016, hanno espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni con validità dal 21 aprile al 18 agosto 2016.
  • Con decreto dirigenziale del 21 aprile 2016 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario RAPAX AS AIR 2016 a base di Bacillus Thuringiensis, varietà kurstaki ceppo EG 2348, per combattere le infestazioni da lepidotteri su aree boschive e forestali. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dal Servizio fitosanitario Regionale della Regione Autonoma della Sardegna con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari, da impiegare con il mezzo aereo, per proteggere le aree forestali e boschive.Gli esperti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nella riunione del 23 marzo 2016, hanno espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni con validità dal 21 aprile al 18 agosto 2016.
  • Vari portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Forchlorfenuron, da impiegare per il controllo del cancro batterico (Pseudomonas syringae pv. Actinidiae) sulla coltura dell’actinidia. Pertanto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari espresso nella riunione del 23 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 21 aprile 2016 relativo all’estensione di impiego del prodotto SITOFEX sulla coltura dell’actinidia per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 18 agosto 2016).
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti contenenti la sostanza attiva Halosulfuron metile da utilizzare per il diserbo sulla coltivazione del Mais. Pertanto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari espresso nella riunione del 23 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 21 aprile 2016 relativo all’estensione di impiego del prodotto SEMPRA sulla coltura del mais per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 18 agosto 2016).
  • Con decreto dirigenziale del 21 aprile 2016 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario ORTIVA a base della sostanza attiva azoxystrobin, ritenuta indispensabile per il controllo dell’Antracnosi del cece. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito di richieste inoltrate da alcuni portatori di interesse. La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nella riunione del 23 marzo 2016, ha espresso parere favorevole per l’uso della molecola in questione da utilizzare sulla coltura del cece per un periodo limitato a 120 giorno (scadenza 18 agosto 2016).
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, inerente l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario MERLIN FLEXX contenente la sostanza attiva isoxaflutole, ritenuta necessaria contro le infestanti della coltura del mais dolce.
    A tale scopo, acquisito il parere favorevole espresso in data 23 marzo 2016 dalla Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, è stato emanato il decreto dirigenziale del 21 aprile 2016 relativo all’estensione di impiego in deroga del citato prodotto sulla coltura del mais dolce, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 18 agosto 2016).
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti contenenti la sostanza attiva Acetamiprid da utilizzare per il controllo degli Afidi e Aleurodidi sulla coltivazione della fragola. A tale scopo, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari espresso nella riunione del 23 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 21 aprile 2016, relativo all’estensione di impiego su fragola richiesta per il prodotto EPIK SL (scadenza 18 agosto 2016).
  • Alcuni portatori di interesse hanno presentato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti contenenti la sostanza attiva Aclonifen da utilizzare per il diserbo sulla coltivazione del cece. A tale scopo, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 21 aprile 2016 relativo all’estensione di impiego in deroga richiesta per il prodotto CHALLENGE alla citata coltura del cece, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 18 agosto 2016).
  • Con decreto dirigenziale del 21 aprile 2016 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario CENTURION 240 EC a base della sostanza attiva Cletodim, ritenuta indispensabile per il controllo dell’avversità Poa annua sulla coltura della cipolla. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito di richieste inoltrate da alcuni portatori di interesse. La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nella riunione del 23 marzo 2016, ha espresso parere favorevole per l’uso della molecola in questione da utilizzare sulla coltura della cipolla per un periodo limitato a 120 giorno (scadenza 18 agosto 2016).
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva acibenzolar-S-methyl, ritenuta indispensabile per il controllo di Pseudomonas syringae pv. Actinidiaesi sulla coltura dell’actinidia. Pertanto, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari espresso nelle riunioni del 23 marzo e dell’8 aprile 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 21 aprile 2016, relativo all’estensione di impiego del prodotto BION 50 WG sulla coltura dell’actinidia per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 18 agosto 2016).
  • Con decreto dirigenziale del 21 aprile 2016 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario AF-X1 2016 a base della sostanza attiva microorganismo Aspergillus flavus MUCL54911, in grado di ridurre il contenuto di aflatossine nella granella di mais destinato ad uso mangimistico. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate da vari portatori di interesse. Gli esperti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nella riunione del 23 marzo 2016, hanno espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni con validità dal 21 aprile al 18 agosto 2016.
  • Con decreto dirigenziale del 26 maggio 2016 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario TRIPICRIN 2016, a base della sostanza attiva chloropicrina, da impiegare per la lotta contro i parassiti del suolo sulle colture fragola, pomodoro, lattughe ed erbe fresche, fiori recisi. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate da vari portatori di interesse; la Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari ha espresso il proprio parere favorevole all’autorizzazione all’immissione in commercio del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni (validità dal 15 giugno al 12 ottobre 2016 per l’impiego su fragola in produzione, dal 15 luglio all’11 novembre 2016 per l’impiego su fragola in vivai, dal 1° luglio al 28 ottobre 2016 per l’impiego su pomodoro).
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato le richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stato proposto di attivare una procedura d’urgenza per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario FOX per il diserbo della soia per combattere le avversità Portulaca oleracea, Amaranthus spp, Chenopodium spp, Polygonum spp e Solanum nigrum, Pertanto, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva per i prodotti fitosanitari espresso nelle riunioni del 23 marzo e 9 maggio 2016, è stato emanato il decreto dirigenziale del 6 giugno 2016 che autorizza l’estensione d’impiego del citato prodotto alla coltura della soia, per un periodo di 120 giorni (scadenza 3 ottobre 2016).
  • Con decreto dirigenziale del 6 giugno 2016 è stata autorizzata l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario VELUM PRIME a base della sostanza attiva Fluopyram sulla coltura del tabacco, per il controllo dei nematodi galligeni (Meloidogyne incognita) e cisticoli (Heterodera tabacum). Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dai portatori di interesse. Gli esperti della Commissione Consultiva per i prodotti fitosanitari hanno espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione all’estensione di impiego del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni (scadenza 3 ottobre 2016).
  • Alcuni portatori di interesse hanno presentato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, diretta ad attivare una procedura per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario CHALLENGE, contenente la sostanza attiva aclonifen, sulla coltura cipolla per il controllo delle infestanti. Si è pertanto provveduto, acquisito per via telematica il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari di cui all'articolo 20 del D.L.vo 17 marzo 1995, n. 194, ad emanare il decreto dirigenziale del 15 giugno 2016 relativo all’estensione di impiego in deroga del citato prodotto alla coltura richiesta, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 12 ottobre 2016).
  • Vari portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali si proponeva di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario SCHOLAR (contenente la sostanza attiva fludioxonil) sulle colture susine e pesche (incluse le nettarine), per la lotta contro le patologie fungine Monilia fructigena, Monilinia laxa, Monilia fructicola, Monilia spp. Pertanto, acquisito per via telematica il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 15 giugno 2016, relativo all’estensione di impiego del citato prodotto fitosanitario sulle colture richieste per un periodo limitato a 120 giorni (con validità dal 15 giugno al 12 ottobre 2016 per la coltura pesche (incluse le nettarine) e dal 1 luglio al 28 ottobre 2016 per la coltura susine).
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti contenenti la sostanza attiva Indoxacarb, per l’utilizzo sulla coltura del tabacco. Pertanto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari espresso nella riunione del 23 marzo 2016, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 15 giugno 2016 relativo all’estensione di impiego del prodotto STEWARD sulla coltura richiesta  per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 12 ottobre 2016).
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti contenenti le sostanze attive Protioconazolo e Tebuconazolo da utilizzare per il controllo dell’avversità fusariosi (Fusarium spp) e elmintosporiosi (Helminthosporium turcicum) nella coltivazione del mais. Pertanto, acquisito per via telematica il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 15 giugno 2016 relativo all’estensione di impiego del prodotto PROSARO sulla coltura richiesta per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 12 ottobre 2016).
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato le richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stato proposto di attivare una procedura d’urgenza per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario ACCOLADE 94 EC per l’impiego in serra su terreno in assenza di coltura e destinato al trapianto di cetriolo, lattuga, melanzana, melone, peperone, pomodoro, zucchino, per la lotta contro i nematodi galligeni del terreno (Meloidogyne spp.). Pertanto, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva per i prodotti fitosanitari espresso nella riunione del 23 marzo 2016, è stato emanato il decreto dirigenziale del 15 giugno 2016 che autorizza l’estensione d’impiego del citato prodotto alle colture richieste per un periodo di 120 giorni (decorrenza dal 1 luglio 2016 al 28 ottobre 2016 per cetriolo, melanzana, peperone, cetriolo, zucchino; dal 1 settembre 2016 al 29 dicembre 2016 per melone e lattuga).
  • Con decreto dirigenziale del 21 giugno 2016 è stata autorizzata l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario CAL-EX 1,9 EW a base della sostanza attiva Abamectina, ritenuta indispensabile per il controllo del ragnetto rosso (Tetranychus spp) sulle colture mais e soia. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dai portatori di interesse.Gli esperti della Commissione Consultiva per i prodotti fitosanitari, nella riunione del 23 marzo 2016, hanno espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione all’estensione di impiego del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni (scadenza 18 ottobre 2016).
  • Con decreto dirigenziale del 21 giugno 2016 è stata autorizzata l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario SPADA WDG contenente la sostanza attiva Phosmet, da impiegare sulle colture già autorizzate melo, pero, pesco, nettarine, ciliegio, susino per il controllo dell’avversità Cimice asiatica (Halyomorpha halys). Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dai portatori di interesse. Gli esperti della Commissione Consultiva per i prodotti fitosanitari hanno espresso, per via telematica, parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione all’estensione di impiego del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni (scadenza 18 ottobre 2016).
  • Con decreto dirigenziale del 27 giugno 2016 è stata autorizzata l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario PIRAMAX EC contenente la sostanza attiva pyraflufen ethyl, per l’utilizzo su soia contro le avversità Amaranthus retroflexus, Portulaca oleracea, Solanum nigrum e Chenopodium album. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dai portatori di interesse. Gli esperti della Commissione Consultiva per i prodotti fitosanitari hanno espresso, per via telematica, parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione all’estensione di impiego del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni (scadenza 24 ottobre 2016).
  • Con decreto dirigenziale del 27 giugno 2016 è stata autorizzata l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario SERENADE MAX, contenente la sostanza attiva Bacillus subtilis ceppo QST 713, per l’utilizzo sulla coltura riso contro l’avversità brusone (Pyricularia grisea). Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dai portatori di interesse. Gli esperti della Commissione Consultiva per i prodotti fitosanitari hanno espresso, per via telematica, parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione all’estensione di impiego del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni (scadenza 24 ottobre 2016).
  • Con decreto dirigenziale del 19 luglio 2016, dopo aver acquisito il parere favorevole espresso dalla Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione del 16 giugno 2016, è stata autorizzata l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario TREBON UP, contenente la sostanza attiva ethofenprox, da utilizzare sulle colture melo, pero, albicocco, pesco e susino per la lotta contro l’avversità cimice asiatica (Halyomorpha halys). Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate dai portatori di interesse.
    L’autorizzazione è stata concessa per 120 giorni ed avrà validità fino 16 novembre 2016.  
  • Con decreto dirigenziale del 19 luglio 2016 è stata autorizzata l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario OIKOS a base della sostanza attiva azadirachtin A per l’utilizzo su colture floreali e ornamentali, vivai e colture forestali, per combattere l’avversità Popillia japonica Newton. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dai portatori di interesse. Gli esperti della Commissione Consultiva per i prodotti fitosanitari, nella riunione del 16 giugno 2016, hanno espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione all’estensione di impiego del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni (scadenza 16 novembre 2016).
  • Con decreto dirigenziale del 22 luglio 2016 è stata autorizzata l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario denominato ALTACOR, contenente la sostanza attiva chlorantraniliprole, per l’utilizzo su sedano contro le avversità H. armigera, Spodoptera spp e Autographa gamma. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dai portatori di interesse. Gli esperti della Commissione Consultiva per i prodotti fitosanitari, per via telematica, hanno espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione all’estensione di impiego del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni (scadenza 19 novembre 2016).
  • Alcuni portatori di interesse hanno inoltrato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva abamectina, ritenuta indispensabile come nematocida contro nematodi galligeni in serra. Pertanto, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009 ed acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva di cui all'articolo 20 del D.L.vo 17 marzo 1995, n. 194, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 25 luglio 2016, in deroga per situazioni di emergenza e per un tempo limitato di 120 giorni, per l’autorizzazione del prodotto TERVIGO SC 2016 a base della sostanza attiva abamectina (validità dal 16 agosto al 13 dicembre 2016).
  • Con decreto dirigenziale del 27 luglio 2016 è stata autorizzata l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario denominato BONALAN, contenente la sostanza attiva benfluralin, per l’utilizzo su lattughe e insalate comprese baby leaf contro infestanti graminacee e infestanti a foglia larga. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dai portatori di interesse. Gli esperti della Commissione Consultiva per i prodotti fitosanitari, per via telematica, hanno espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione all’estensione di impiego del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni (scadenza 24 novembre 2016).
  • Vari portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva abamectina per l’utilizzo su mais, per combattere l’avversità Ragnetti rossi (Panonychus ulmi, Tetranychus urticae). Pertanto, visti i pareri espressi in data 23 marzo 2016 e 10 maggio 2016 dalla Commissione Consultiva di cui all'articolo 20 del D.L.vo 17 marzo 1995, n. 194, è stato emanato il decreto dirigenziale 7 luglio 2016 relativo all’estensione di impiego del prodotto AMECTIN EC sulle colture richieste (scadenza 4 novembre 2016).
  • Vari portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva abamectina per l’utilizzo su mais, per combattere l’avversità Ragnetti rossi (Panonychus ulmi, Tetranychus urticae). Pertanto, acquisiti i pareri espressi in data 23 marzo 2016 e 10 maggio 2016 dalla Commissione Consultiva di cui all'articolo 20 del D.L.vo 17 marzo 1995, n. 194, è stato emanato il decreto dirigenziale 7 luglio 2016 relativo all’estensione di impiego del prodotto LAOTTA sulle colture richieste (scadenza 4 novembre 2016).
  • Vari portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva deltametrina da utilizzare su piccoli frutti (lampone e mora di rovo), per il controllo della Drosophila suzukii. Pertanto, acquisiti i pareri del Comitato-Sezione per i Fitosanitari di cui al DM del 30 marzo 2016, è stato emanato il decreto dirigenziale 16 agosto 2016 relativo all’estensione di impiego del prodotto DECIS EVO sulle colture richieste (scadenza 13 dicembre 2016).
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti contenenti la sostanza attiva Mancozeb da utilizzare per il controllo dell’avversità Cercospora (Cercospora beticola Sacc) nella coltivazione della barbabietola da zucchero. Pertanto, visti i pareri espressi dagli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al D.M. 30 marzo 2016, acquisiti per via telematica, è stato emanato il decreto dirigenziale del 15 settembre 2016 che autorizza l’estensione d’impiego del prodotto PENNCOZEN DG sulla coltura richiesta per un periodo di 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti contenenti la sostanza attiva Chlorpyrifos metile per l’utilizzo su melo, pero e pesco per combattere l’avversità Halyomorfa halys. Pertanto, visti i pareri espressi dagli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al D.M. 30 marzo 2016, acquisiti per via telematica, è stato emanato il decreto dirigenziale del 15 settembre 2016 che autorizza l’estensione d’impiego del prodotto DURSBAN 75 WG sulle colture richieste per un periodo di 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti contenenti la sostanza attiva con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti contenenti la sostanza attiva Bifenazate, da utilizzare contro il Ragnetto rosso bimaculato (Tetranychus urticae) e Ragnetto rosso del garofano (Tetranychus cinnabarinus) nella coltivazione della soia. Pertanto, visti i pareri espressi dagli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al D.M. 30 marzo 2016, acquisiti per via telematica, è stato emanato il decreto dirigenziale del 15 settembre 2016 che autorizza l’estensione d’impiego del prodotto VIGILANT sulla coltura richiesta per un periodo di 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti contenenti la sostanza attiva Propizamide per l’utilizzo su baby leaf di lattuga, cicorino e valerianella contro infestanti. Pertanto, visti i pareri espressi dagli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al D.M. 30 marzo 2016, acquisiti per via telematica, è stato emanato il decreto dirigenziale del 15 settembre 2016 che autorizza l’estensione d’impiego del prodotto KERB 80 EDF sulle colture richieste per un periodo di 120 giorni.
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato una richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria segnalando la necessità di poter disporre di prodotti contenenti la sostanza attiva Laminarina da utilizzare per il controllo dell’avversità Batteriosi (Pseudomonas syringae pv. Actinidiae) nella coltivazione del Kiwi. Pertanto, acquisiti per via telematica i pareri espressi dagli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al D.M. 30 marzo 2016, si è provveduto ad emettere il decreto dirigenziale del 7 ottobre 2016, relativo all’estensione di impiego del prodotto VACCIPLANT alla coltura del kiwi per un periodo di 120 giorni (scadenza 3 febbraio 2017).
  • Alcuni portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva bromadiolone, ritenuta indispensabile per il controllo di topi ed arvicole sulle colture frutticole di melo, pero, drupacee e piccoli frutti. In considerazione di ciò, sentita la Sezione consultiva per i fitosanitari di cui al DM 30 marzo 2016 che, nella riunione del 18 ottobre 2016, ha espresso parere favorevole all’autorizzazione ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009 della sostanza attiva bromadiolone, si è provveduto ad emanare, in via eccezionale e per un tempo limitato (120 giorni) il decreto dirigenziale del 7 novembre 2016 di autorizzazione del prodotto fitosanitario AGRIRAT G sulle citate richieste .
  • Con decreto dirigenziale dell’8 novembre 2016 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario FORAY 48B AVIO 14 a base di Bacillus Thuringiensis, varietà kurstaki ceppo ABTS-351, per combattere le infestazioni da lepidotteri su aree boschive e forestali. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate dal Servizio fitosanitario Regionale della Regione Autonoma della Sardegna con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari, da impiegare con il mezzo aereo, per proteggere le aree forestali e boschive. I membri dalla Sezione consultiva per i fitosanitari, di cui al DM 30 marzo 2016, hanno espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni.
  • Vari portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva acetamiprid per l’utilizzo su pomacee e drupacee per combattere l’avversità Halyomorpha halys e su colture floreali ed ornamentali per combattere l’avversità Popillia Japonica Newman. Pertanto, acquisiti i pareri espressi dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari di cui all'articolo 20 del D.L.vo 17 marzo 1995, n. 194, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 15 dicembre 2016, per il quale l’impresa Sipcam S.p.A. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego citata per il prodotto EPIK SL.
  • Vari portatori di interesse hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Metarhizium anisopliae var. anisopliae ceppo BIPESCO 5 per l’impiego su prati, pascoli, campi sportivi, campi da golf, campi di calcio e vivai ornamentali contro Popillia japonica. Pertanto, visti i pareri espressi dagli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, acquisiti per via telematica, è stato emanato il decreto dirigenziale 20 dicembre 2016 relativo al rilascio dell’autorizzazione del prodotto fitosanitario GRANMET GR NEW per un periodo limitato a 120 giorni.

  • La Regione Piemonte ed alcune Associazioni di agricoltori hanno inviato una richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria segnalando la necessità di poter disporre del prodotto fitosanitario VACCIPLANT, a base della sostanza attiva laminarina, per il controllo della batteiosi/cancro batterico dell’actinidia anche in fase vegetativa. Acquisiti con procedura telematica i pareri favorevoli espressi in data 29 settembre 2014 dai componenti della Commissione Consultiva per i prodotti fitosanitari, si è provveduto ad emettere il decreto dirigenziale del 27 novembre 2014, per il quale l’impresa Laboratoires Goemar S.A. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego del citato prodotto VACCIPLANT alla coltura dell’actinidia per un periodo di 120 giorni (scadenza 27 marzo 2015).
  • Con decreto dirigenziale del 9 febbraio 2015 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario BEAM SYSTEM, a base della sostanza attiva triciclazolo, efficace contro il brusone del riso; il provvedimento, per il quale  la Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari ha espresso parere favorevole nella riunione del 17 dicembre 2014, è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da varie associazioni di agricoltori che hanno segnalato la specifica situazione di emergenza fitosanitaria.
    L’autorizzazione rilasciata ha validità dal 1 maggio 2015 al 29 agosto 2015.
  • Alcune cooperative agricole hanno presentato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria diretta ad attivare una procedura per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario DANADIM 400 sulle colture del ciliegio e del cardo comune. Pertanto, acquisiti i pareri favorevoli espressi in data 17 dicembre 2014 e 11 febbraio 2015 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 27 febbraio 2015 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto DANADIM 400 sulle colture richieste, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 27 giugno 2015).
  • Il Consorzio Convase ha inoltrato una richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale ha proposto di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario CERALL per la concia del riso contro Fusarium verticilloides, Fusarium culmorum, Fusarium fujikuroi, Bipolaris oryzae, Helminthosporium gramineum. Pertanto, acquisito il parere favorevole espresso in data 11 febbraio 2015 dai componenti della Commissione Consultiva di cui all'articolo 20 del D.L.vo 17 marzo 1995, n. 194, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 27 febbraio 2015 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto CERALL sulla coltura richiesta, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 27 giugno 2015).
  • L’Ufficio Fitosanitario della regione Abruzzo ed alcuni portatori d’interessi hanno inoltrato una richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale hanno proposto di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario BOTECTOR sulle colture fragola e pomodoro per il contenimento di Botritys cinerea. Pertanto, acquisito il parere favorevole espresso in data 11 febbraio 2015 dai componenti della Commissione Consultiva di cui all'articolo 20 del D.L.vo 17 marzo 1995, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 02 marzo 2015 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto BOTECTOR sulla coltura richiesta, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 30 giugno 2015).
  • La Regione Piemonte ed alcune Associazioni di agricoltori hanno inoltrato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva terbacile, efficace per la lotta contro le infestanti annuali e perenni della coltura della Menta. Pertanto, acquisito il parere favorevole espresso dalla Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nel corso della riunione dell’11 febbraio 2015, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 02 marzo 2015 relativo all’autorizzazione in deroga del prodotto SINIBAR DG sulla coltura richiesta, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 29 giugno 2015).
  • Con decreto dirigenziale del 4 marzo 2015 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario RIFIT CE a base della sostanza attiva pretilachlor, da usare come diserbante in pre-semina e post-emergenza della coltura del riso.

    Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da varie associazioni di categoria, con la quale è stata segnalata la specifica situazione di emergenza fitosanitaria.

    La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nella riunione dell’11 febbraio 2015, ha espresso parere favorevole per l’uso della molecola in questione da usare come diserbante sulla coltura del riso, con l’esclusione dell’impiego nelle aree classificate come siti della Rete ecologica europea Natura 2000 definite come SIC e ZPS, ai sensi della legge n. 157 del 1992 integrata dalla legge n.221 del 2002, nonché del D.P.R. 357/1997 modificato dal D.P.R. n. 120/2003.L’autorizzazione rilasciata ha validità dal 1 aprile al 29 luglio 2015.

  • Con decreto dirigenziale del 5 marzo 2015 è stato autorizzato l’impiego di prodotti fitosanitari a base di propanile per combattere le infestanti del riso nella fase di post-emergenza.

    Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito di numerose richieste inoltrate da alcune Associazioni di risicoltori.
    La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nella riunione dell’11 febbraio 2015, ha espresso parere favorevole per l’uso della molecola in questione da usare come diserbante sulla coltura del riso in post-emergenza, con l’esclusione dell’impiego nelle aree classificate come siti della Rete ecologica europea Natura 2000 definite come SIC e ZPS, ai sensi della legge n. 157 del 1992 integrata dalla legge n.221 del 2002, nonché del D.P.R. 357/1997 modificato dal D.P.R. n. 120/2003. L’autorizzazione è stata concessa per 120 giorni ed avrà validità fino dal 1 aprile 2015 al 29 luglio 2015. 

  • Alcune cooperative agricole hanno inviato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale si è proposto di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario APOLLO SC contenente la sostanza attiva clofentezine, sulla coltura del nocciolo. Pertanto, acquisiti i pareri favorevoli espressi in data 11 febbraio 2015 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, è stato emanato il decreto dirigenziale 9 marzo 2015 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto APOLLO SC sulla coltura del nocciolo. L’autorizzazione è stata concessa per 120 giorni ed avrà validità fino dal 1 aprile 2015 al 30 luglio 2015.

  • Alcune Regioni ed Associazioni ortofrutticole hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali si proponeva di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario BION 50 WG (contenente la sostanza attiva acibenzolar-S-methyl) sulla coltura dell’actinidia per il controllo del cancro batterico. Pertanto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari espresso nella riunione dell’11 febbraio 2015, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 9 marzo 2015, per il quale l’impresa Syngenta Italia S.p.A. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego del prodotto BION 50 WG sulla coltura dell’actinidia per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 7 luglio 2015).
  • Alcune Associazioni Sementiere hanno inoltrato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria con le quali hanno proposto di attivare una procedura eccezionale per l’autorizzazione sulla coltura coriandolo (coltura portaseme) per il controllo delle malerbe infestanti, del prodotto fitosanitario MOST MICRO contenente la sostanza attiva pendimetalin. Acquisiti i pareri espressi in data 11 febbraio 2015 dalla Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad emettere il decreto dirigenziale del 9 marzo 2015 relativo all’estensione d’impiego richiesta per il prodotto MOST MICRO, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 7 luglio 2015).
  • Alcune Associazioni ortofrutticole hanno inoltrato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria con le quali hanno proposto di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva spinosad sulla coltura del ciliegio per il controllo dell’avversità Ragoletis cerasi. Acquisito il parere favorevole espresso nella riunione dell’11 febbraio 2015 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad emettere il decreto dirigenziale del 9 marzo 2015 relativo all’estensione d’impiego richiesta per i prodotti fitosanitari SPINTOR FLY e TRACER FLY per un periodo limitato a 120 giorni (validità dal 15 maggio all’11 settembre 2015).
  • Alcune Cooperative agricole hanno inviato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale si proponeva di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario VERTIMEC PRO (contenente la sostanza attiva abamectina) sulle colture soia e mais per il controllo dell’acaro rosso. Pertanto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari espresso nella riunione dell’11 febbraio 2015, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 9 marzo 2015, per il quale l’impresa Syngenta Italia S.p.A. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego richiesta per il prodotto citato (validità 1 maggio – 28 agosto 2015).
  • Alcuni Produttori Ortofrutticoli hanno inviato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale si proponeva di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario EPIK(contenente la sostanza attiva acetamiprid) sulle colture nocciolo e pioppo. Pertanto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari espresso nella riunione dell’11 febbraio 2015, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 26 marzo 2015, per il quale l’impresa Sipcam S.p.A. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego richiesta per il prodotto citato (validità 15 aprile – 13 agosto 2015).
  • Con decreto dirigenziale del 26 marzo 2015, dopo aver acquisito il parere favorevole espresso dalla Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione dell’11 febbraio 2015, è stata autorizzata l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario STRATOS ULTRA, contenente la sostanza attiva cycloxydim, da utilizzare sulla coltura del cece in diserbi di post-emergenza contro le graminacee.
    Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dal portatore d’interesse AGRINSIEME.
    L’autorizzazione è stata concessa per 120 giorni ed avrà validità fino dal 26 marzo 2015 al 23 luglio 2015.
  • Il portatore d’interesse AGRINSIEME ha inviato una richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale è stato proposto di attivare una procedura eccezionale per l’estensione di impiego del prodotto fitosanitario NETORsulla coltura del cece, per il controllo degli attacchi fungini dell’Aschochyta spp. In considerazione di ciò, acquisito il parere favorevole espresso in data 11 febbraio 2015 dalla Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 7 aprile 2015, per il quale l’impresa Sipcam S.p.A. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego del prodotto citato alla coltura del cece per un periodo di 120 giorni (validità dal 7 aprile 2015 al 4 agosto 2015).
  • Alcune Associazioni di categoria hanno inoltrato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, segnalando la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva paclobutrazolo con azione fitoregolatrice sulle colture di pomacee (melo e pero), drupacee e vite. Pertanto, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 14 aprile 2015, per il quale l’impresa Proplan Plant Protection Company S.L. ha presentato richiesta, relativo all’autorizzazione in deroga del prodotto RAGTIMEsulla colture richieste, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 11 agosto 2015).
  • Alcune Associazioni di categoria hanno inoltrato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, segnalando la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva paclobutrazolo con azione fitoregolatrice sulle colture di pomacee (melo e pero), drupacee e vite. Pertanto, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 14 aprile 2015, per il quale l’impresa Sapec Agro s.r.l. ha presentato richiesta, relativo all’autorizzazione in deroga del prodotto PACO 250 SC sulla colture richieste, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 11 agosto 2015).
  • Con decreto dirigenziale del 23 aprile 2015 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario FORAY 48B AVIO Eleven a base di Bacillus Thuringiensis, varietà kurstaki ceppo ABTS-351, per combattere le infestazioni da lepidotteri defogliatori della quercia da sughero. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dalla Regione Autonoma della Sardegna con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari, da impiegare con il mezzo aereo, per proteggere le aree forestali e boschive.
    Gli esperti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari hanno espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni con validità dal 23 aprile 2015 al 20 agosto 2015.
  • Con decreti dirigenziali del 24 aprile 2015 è stato autorizzato l’impiego dei prodotti fitosanitari AVIOZOLFO 2015 contenente la sostanza attiva zolfo, e AVIOCAFFARO 2015 contenente la sostanza attiva rame metallo, per la lotta contro l’oidio e la peronospora della vite, da impiegarsi con il mezzo aereo (elicottero).
    I provvedimenti sono stati rilasciati in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate dai Servizi Fitosanitari Regionali di Lombardia e Piemonte e dall’Impresa titolare delle autorizzazioni stesse.
    I territori da trattare sono dislocati nelle province di Pavia, Asti e Cuneo. Le suddette Regioni che “Vigilano sulla corretta modalità di distribuzione del prodotto attuando ogni procedura necessaria alla salvaguardia della salute dell’uomo, dell’animale e dell’ambiente e per garantire la necessaria informazione dei residenti”, sono tenute a trasmettere, a seguito dei trattamenti effettuati, informazioni in merito ad eventuali reazioni avverse per la salute umana, degli animali e per l’ambiente. Le autorizzazioni sono concesse per 120 giorni a partire dal 24 aprile 2015 fino al 21 agosto 2015. 
  • Alcune cooperative Agricole hanno inviato le richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stato proposto di attivare una procedura d’urgenza per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario FOX per il diserbo della soia in post-emergenza contro infestanti dicotiledoni. Pertanto, acquisiti i pareri favorevoli degli esperti della Commissione Consultiva per i prodotti fitosanitari, è stato emanato il decreto dirigenziale del 12 maggio 2015 che autorizza l’estensione d’impiego del prodotto FOX per il diserbo della soia in post-emergenza contro infestanti dicotiledoni, limitatamente ai terreni fortemente organici (torbosi), per un periodo di 120 giorni (scadenza 8 settembre 2015).
  • Il Consorzio Basilico Genovese D.O.P. ha presentato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, diretta ad attivare una procedura per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario CABRIO DUO sulla coltura del basilico in campo per la lotta contro l’avversità Peronospora belbahrii.  
    Si è pertanto provveduto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, ad emanare il decreto dirigenziale del 12 maggio 2015 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto CABRIO DUO alla citata coltura del basilico, per un periodo limitato a 120 giorni dalla data del decreto stesso (scadenza 8 settembre 2015).
  • Il Consorzio Basilico Genovese D.O.P. ha presentato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, diretta ad attivare una procedura per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario MAESTRO WG ADVANCE sulla coltura del basilico in campo e serra per la lotta contro l’avversità Peronospora belbahrii.  
    Si è pertanto provveduto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, ad emanare il decreto dirigenziale del 12 maggio 2015 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto MAESTRO WG ADVANCE alla citata coltura del basilico, per un periodo limitato a 120 giorni dalla data del decreto stesso (scadenza 8 settembre 2015).
  • Alcune Regioni ed Associazioni di agricoltori hanno inviato delle note con le quali hanno fatto presente l’insorgenza di epidemie di cancro batterico causate da batteriosi sulla coltura dell’actinidia e la necessità, quindi, di poter disporre di prodotti fitosanitari a base di composti del rame per contrastare efficacemente il problema. Pertanto, visti i pareri espressi dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad autorizzare, in deroga per situazioni di emergenza e per un tempo limitato di 120 giorni, l’estensione di impiego per la lotta contro la batteriosi dell’actinidia durante il periodo vegetativo, dei prodotti fitosanitari a base dei composti del rame di cui all’elenco allegato al decreto dirigenziale del 12 maggio 2015, per i quali le imprese interessate hanno presentato una richiesta di autorizzazione (scadenza 8 settembre 2015).
  • Con decreto dirigenziale del 12 maggio 2015 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario ISOMATE C LR MAX 2015 a base di feromoni, per combattere varie avversità su frutteti con il metodo della confusione sessuale. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dal Consorzio Mela Alto Adige con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari a base di feromoni per proteggere i frutteti.
    Gli esperti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari hanno espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni con validità dal 12 maggio 2015 all’8 settembre 2015.
  • La Regione Puglia ha segnalato, con una nota, la necessità di poter disporre di un prodotto fitosanitario a base di olio essenziale di arancio dolce per l’impiego sulla coltura dell’olivo. Pertanto, visti i pareri espressi dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 13 maggio 2015, in deroga per situazioni di emergenza e per un tempo limitato di 120 giorni, per l’estensione di impiego sulla coltura dell’olivo del prodotto PREV-AM PLUS (scadenza 9 settembre 2015).
  • Alcune Associazioni di Categoria ed i Servizi Fitosanitari Regionali agricoltori hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva 1,3-dicloropropene, ritenuta indispensabile per il controllo dei nematodi nel terreno destinato alla semina o trapianto delle colture di tabacco, melone, patata, anguria, carota, fragola, pomodoro, melanzana, peperone, zucchino, fiori, insalate, radicchio, barbabietola da seme, bietola rossa, cetriolo. In considerazione di ciò, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione dell’11 febbraio 2015, si è provveduto ad autorizzare, in via eccezionale e per un tempo limitato (120 giorni) i prodotti fitosanitari a base della sostanza attiva 1,3 Dicloropropene di cui all’elenco allegato al decreto dirigenziale dell’11 marzo 2015 per i quali le imprese interessate hanno presentato una richiesta di autorizzazione (validità dal 15 marzo al 12 luglio 2015 per le colture di tabacco, melone, patata ed anguria, dal 1 giugno al 28 settembre 2015 per carota, fragola, pomodoro, melanzana, peperone, zucchino, fiori, insalate, radicchio, barbabietola da seme, bietola rossa, cetriolo).
  • L’Organizzazione interprofessionale Tabacco Italia ha inviato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale si proponeva di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario ELECTIS TRIO (contenente le sostanze attive zoxamide, cymoxanil e fosetyl alluminio) sulla coltura del tabacco. Pertanto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari espresso nella riunione dell’11 febbraio 2015, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 26 marzo 2015, per il quale l’impresa Gowan Italia S.p.A. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego richiesta per il prodotto citato (validità 1 giugno – 28 settembre 2015).
  • Con decreto dirigenziale del 26 marzo 2015, dopo aver acquisito il parere favorevole espresso dalla Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione dell’11 febbraio 2015, è stata autorizzata l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario TREBON UP, contenente la sostanza attiva ethofenprox, da utilizzare sulla coltura del noce per la lotta contro Rhagoletis completa.
    Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate da alcuni Produttori Ortofrutticoli.L’autorizzazione è stata concessa per 120 giorni ed avrà validità fino dal 1 giugno 2015 al 28 settembre 2015.  
  • Con decreto dirigenziale del 26 marzo 2015, dopo aver acquisito il parere favorevole espresso dalla Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione dell’11 febbraio 2015, è stata autorizzata l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario ZORO 1.9 EW, contenente la sostanza attiva abamectina, da utilizzare sulle colture mais e soia per la lotta contro ragnetto rosso (Tetranychus spp). Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate da alcune Organizzazioni di Produttori.
    L’autorizzazione è stata concessa per 120 giorni ed avrà validità fino dal 1 giugno 2015 al 28 settembre 2015.
  • Il portatore d’interesse AGRINSIEME ha inviato una richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva fosmet ritenuta indispensabile per il controllo della Drosophila suzukii Matsumura per l’impiego sulla coltura del mirtillo. In considerazione di ciò, acquisito il parere favorevole espresso in data 11 febbraio 2015 dalla Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 26 marzo 2015, per il quale l’impresa Gowan Italia S.p.A. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego del prodotto SPADA 200 EC alla coltura del mirtillo per un periodo di 120 giorni (validità dal 1 giugno 2015 al 28 settembre 2015).
  • Alcune Regioni ed Associazioni di Agricoltori hanno segnalato la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti i composti del rame, indispensabili ed altamente efficaci per la lotta della batteriosi/cancro batterico dell’actinidia anche in fase vegetativa. In considerazione di ciò, acquisiti per via telematica i pareri espressi dai componenti della Commissione Consultiva di cui all'articolo 20 del D.L.vo 17 marzo 1995, n. 194, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 5 giugno 2015 relativo all’estensione d’impiego, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, del prodotto fitosanitario HELIOCUIVRE S sulla coltura dell’actinidia, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 2 ottobre 2015).
  • Con decreto dirigenziale del 5 giugno 2015 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario CHECKMATE VMB-XL, a base di feromone di Planococcus ficus (Lavandulyl senecioato), per il controllo della cocciniglia cotonosa della vite. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da Associazioni di viticoltori, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari a base di feromoni per proteggere le viti dalla citata avversità.
    Gli esperti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari hanno espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni (scadenza 2 ottobre 2015).
  • Alcuni Produttori ortofrutticoli hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali si proponeva di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario SCHOLAR(contenente la sostanza attiva fludioxonil) sulle colture prugne e pesche in post raccolta, per la lotta contro le patologie fungine (genere Monilia). Pertanto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari espresso nella riunione dell’11 febbraio 2015, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 9 marzo 2015, per il quale l’impresa Syngenta Italia S.p.A. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego del prodotto SCHOLAR sulle colture prugne e pesche in post raccolta per un periodo limitato a 120 giorni (a decorrere dal 1 giugno 2015 per la coltura pesche e dal 1 luglio 2015 per la coltura prugne).
  • Con decreto dirigenziale del 30 marzo 2015 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario TRIPICRIN 2015, a base della sostanza attiva chloropicrina, da usare come fumigante del terreno destinato alle colture di pomodoro, fragola, lattughe ed erbe fresche, ranuncolo, anemone, crisantemo, papavero.
    Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate da varie associazioni di categoria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva chloropicrina ritenuta indispensabile come fumigante del terreno per il controllo dei patogeni fungini del suolo.
  • Alcuni Servizi Fitosanitari Regionali hanno inviato una richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva deltametrina, ritenuta indispensabile per il controllo della Drosophila suzukii sulle colture ciliegio e vite. Pertanto, acquisiti i pareri favorevoli espressi in data 16 febbraio 2015 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, è stato emanato il decreto dirigenziale del 23 aprile 2015, per il quale l’impresa Bayer CropSciences S.r.l. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego di prodotti a base di deltametrina sulle colture ciliegio e vite per un periodo di 120 giorni (23 aprile 2015 – 20 agosto 2015 per ciliegio e 30 luglio 2015 – 26 novembre 2015 per vite).
    • L’Associazione dei Produttori di Ortofrutta del Trentino APOT ha inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva deltametrina ritenuta indispensabile per il controllo della Drosophila suzukii su piccoli frutti (lampone e mora da rovo), ciliegio e vite. Pertanto, acquisiti i pareri favorevoli espressi in data 16 febbraio 2015 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, è stato emanato il decreto dirigenziale del 23 aprile 2015, per il quale l’impresa Bayer CropSciences S.r.l. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego del prodotto DECIS EVO sulle colture piccoli frutti (lampone e mora di rovo), ciliegio e vite per un periodo di 120 giorni (15 giugno 2015 - 12 ottobre 2015 per piccoli frutti, 23 aprile 2015 – 20 agosto 2015 per ciliegio e 30 luglio 2015 – 26 novembre 2015 per vite).
    • Alcune Regioni ed Associazioni di Agricoltori hanno segnalato la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti piretrine, indispensabili ed altamente efficaci contro il parassita Drosophila suzukii. Sono stati acquisiti per via telematica i pareri espressi dai componenti della Commissione Consultiva di cui all'articolo 20 del D.L.vo 17 marzo 1995, n. 194, relativamente all’estensione d’impiego per la lotta contro contro il parassita Drosophila suzukii, di prodotti fitosanitari a base della sostanza attiva piretrine, per un periodo massimo di 120 giorni, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009. In considerazione di ciò, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 12 giugno 2015 di estensione di impiego su colture già autorizzate, relativo ai prodotti fitosanitari PIRETRO VERDE, ASSET, BIOPIREN PLUS (scadenza 9 ottobre 2015).
    • Alcune Associazioni di categoria hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva cyantraniliprole ritenuta indispensabile per la lotta al parassita Drosophila suzukii sulla coltura del ciliegio. Pertanto, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 12 giugno 2015, in deroga per situazioni di emergenza e per un periodo limitato di 120 giorni, per l’autorizzazione del prodotto EXIREL 2015 sulla coltura del ciliegio (scadenza 9 ottobre 2015).
    • Alcune Associazioni di categoria hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva acido abscissico ritenuta indispensabile come fitoregolatore che favorisce la sincronizzazione della maturazione e della colorazione degli acini dell’uva rossa, con conseguente diminuzione di esposizione ai patogeni nell’ultima fase colturale. Pertanto, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009 ed acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva di cui all'articolo 20 del D.L.vo 17 marzo 1995, n. 194, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 12 giugno 2015, in deroga per situazioni di emergenza e per un tempo limitato di 120 giorni, per l’autorizzazione del prodotto PROTONE VBC a base della sostanza attiva acido abscissico (decorrenza 1 luglio 2015-28 ottobre 2015).
    • Alcune Associazioni di categoria hanno inoltrato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva thyophanate methyl, ritenuta indispensabile come fungicida per il controllo della Cercospora bieticola della coltura della barbabietola da zucchero. Pertanto, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009 ed acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva di cui all'articolo 20 del D.L.vo 17 marzo 1995, n. 194, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 16 giugno 2015, in deroga per situazioni di emergenza e per un tempo limitato di 120 giorni, per l’autorizzazione del prodotto ENOVIT METIL FL BEET a base della sostanza attiva thyophanate methyl (scadenza 14 ottobre 2015).
    • Alcune Associazioni di categoria hanno inoltrato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva abamectina ritenuta indispensabile come nematocida contro nematodi galligeni (Melodogyne spp.) sulle colture in serra di pomodoro, zucchino, melanzana e cetriolo da utilizzarsi in post- trapianto. Pertanto, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009 ed acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva di cui all'articolo 20 del D.L.vo 17 marzo 1995, n. 194, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 16 giugno 2015, in deroga per situazioni di emergenza e per un tempo limitato di 120 giorni, per l’autorizzazione del prodotto TERVIGO SC 2015 a base della sostanza attiva abamectina (validità dal 17 luglio al 13 novembre 2015).
    • Alcune Organizzazioni di Produttori e Aziende Agricole hanno inviato delle richieste per l’attivazione di una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego alla coltura barbabietola da zucchero per il controllo dell’avversità Cercospora (Cercospora beticola Sacc), del prodotto fitosanitario PENNCOZEB DG contenente la sostanza attiva mancozeb. Pertanto, acquisiti per via telematica i pareri espressi dai componenti della Commissione Consultiva di cui all'articolo 20 del D.L.vo 17 marzo 1995, n. 194, relativamente all’estensione d’impiego richiesta, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 19 giugno 2015 relativo al prodotto fitosanitario PENNCOZEB DG, con validità limitata a 120 giorni (scadenza 16 ottobre 2015).
    • Alcuni Produttori ortofrutticoli hanno presentato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, diretta ad attivare una procedura per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario CHALLENGE, contenente la sostanza attiva aclonifen, sulla coltura cipolla per il controllo delle infestanti graminacee e dicotiledoni.  
      Si è pertanto provveduto, acquisiti per via telematica i pareri favorevoli della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari di cui all'articolo 20 del D.L.vo 17 marzo 1995, n. 194, ad emanare il decreto dirigenziale del 24 giugno 2015 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto CHALLENGE alla citata coltura della cipolla, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 22 ottobre 2015).
    • Alcune Cooperative Agricole hanno presentato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, formulate ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali è stata segnalata la necessità di disporre di prodotti fitosanitari contenenti le sostanze attive protioconazolo e tebuconazolo ritenute indispensabili per il controllo dell’avversità fusariosi (Fusarium spp) e elmintosporiosi (Helminthosporium turcicum) su mais. In considerazione di ciò, acquisiti per via telematica i pareri favorevoli della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari di cui all'articolo 20 del D.L.vo 17 marzo 1995, n. 194, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 24 giugno 2015 relativo all’estensione di impiego in deroga dei prodotti PROSARO e PROLINE STAR alla coltura del mais, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 22 ottobre 2015).
    • Con decreto dirigenziale del 2 dicembre 2015 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario FORAY 48B AVIO Twelve a base di Bacillus Thuringiensis, varietà kurstaki ceppo ABTS-351, per combattere le gravi infestazioni causate dalla Processionaria del pino  (Thaumetopoea pityocampa). Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dalla Regione Autonoma della Sardegna con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari, da impiegare con il mezzo aereo, per proteggere le aree forestali e boschive.
      La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari ha espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni con validità dal 2 dicembre 2015 al 30 marzo 2016.
    • Con decreto dirigenziale del 28 settembre 2015 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario 36c Tipo B a base della sostanza attiva acido betanaftossiacetico, come fitoregolatore allegante. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da alcune Associazioni di categoria, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti sostanza attiva acido betanaftossiacetico, ritenuta indispensabile come fitoregolatore allegante, da impiegare sulle colture di pomodoro e melanzana in campo ed in serra. Secondo la procedura sono stati acquisiti i pareri del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e del Ministero dell’ambiente della tutela del territorio e del mare ed è stato acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari nella riunione del 16 luglio 2015.

      L’autorizzazione rilasciata ha validità dal 1 dicembre 2015 al 29 marzo 2016.


  • Con decreto dirigenziale del 7 febbraio 2014 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario GOLDOR ESCA, a base della sostanza attiva fipronil, per combattere gli elateridi terricoli della patata. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate da alcune Regioni e da alcune associazioni di categoria.
    Secondo la procedura sono stati acquisiti i pareri del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, del Ministero dell’ambiente della tutela del territorio e del mare e del Ministero dello Sviluppo Economico, ed è stata sentita la Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari nelle riunioni del 6 febbraio 2014.
    L'uso dei prodotti sulla coltura della patata sarà consentito a  partire dal 7 febbraio 2014 fino al 6 giugno 2014.
  • Con decreto dirigenziale del 24 marzo 2014 è stato autorizzato l'impiego di alcuni prodotti fitosanitari a base della sostanza attiva 1,3 Dicloropropene da usare come agente fumigante per il controllo dei nematodi del terreno destinato alla semina o trapianto, in pieno campo, delle colture del tabacco, a partire dalla data del 24 marzo 2014, e della fragola, apartire dal 1 giugno 2014.
    Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell'art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate da varie associazioni di categoria,  con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari, da impiegare su  varie colture, contenenti la sostanza attiva 1,3 dicloropropene.
    La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari aveva espresso, in data 6 febbraio 2014, parere favorevole all'autorizzazione di prodotti a base della molecola in questione per la lotta contro i nematodi del terreno destinato alla coltura del tabacco e successivamente, a seguito delle riunioni interministeriali del 27 febbraio 2014 e 7 marzo 2014, è stato espresso favorevole, confermato dalla Commissione Consultiva sopracitata,  anche per la coltura della fragola in pieno campo.
    L'uso dei prodotti sulla coltura del tabacco è autorizzato a partire dalla data del 24 marzo 2014 fino al 21 luglio 2014. Per la coltura della fragola l'uso è consentito dal 1 giugno 2014 al 28 settembre 2014.
  • Con decreto dirigenziale del 25 marzo 2014 è stato autorizzato l'impiego del prodotto fitosanitario BEAM RICE, a base della sostanza attiva triciclazolo, efficace contro il brusone del riso; il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell'art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da varie associazioni di categoria,  con la quale è stata segnalata la specifica situazione di emergenza fitosanitaria.
    La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, consultata per via telematica, ha confermato il parere favorevole espresso nelle riunioni interministeriali del 27 febbraio 2014 e 7 marzo 2014, per l'uso della molecola in questione sul riso.
    L'autorizzazione rilasciata ha validità dal 1 maggio 2014 al 28 agosto 2014.
  • Con decreto dirigenziale del 25 marzo 2014 è stato autorizzato l'impiego del prodotto fitosanitario PACLOT, a base della sostanza attiva paclobutrazolo, come fitoregolatore per le pomacee (melo e pero), drupacee (pesco, nettarino e susino) e vite.
    Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell'art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da varie associazioni di categoria,  con la quale è stata segnalata la specifica situazione di emergenza fitosanitaria.
    La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, consultata per via telematica ha confermato il parere favorevole espresso nelle riunioni interministeriali del 27 febbraio 2014 e 7 marzo 2014, per l'uso della molecola in questione sulle colture richieste.
    L'autorizzazione rilasciata ha validità dal 25 marzo 2014 al 22 luglio 2014.
  • Con decreti dirigenziali del 25 marzo 2014 è stato autorizzato l'impiego dei prodotti fitosanitari AVIOZOLFO 2014 contenente la sostanza attiva zolfo, e AVIOCAFFARO 2014 contenente la sostanza attiva rame metallo, per la lotta contro l'oidio e la peronospora della vite, da impiegarsi con il mezzo aereo (elicottero).
    I provvedimenti sono stati rilasciati in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell'art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate dai Servizi Fitosanitari Regionali di Lombardia, Piemonte e Veneto e dall'Impresa titolare delle autorizzazioni stesse.
    I territori da trattare sono dislocati nelle province di Pavia, Asti, Cuneo e Treviso.
    Le suddette Regioni che "Vigilano sulla corretta modalità di distribuzione del prodotto attuando ogni procedura necessaria alla salvaguardia della salute dell'uomo, dell'animale e dell'ambiente e per garantire la necessaria informazione dei residenti", sono tenute  a trasmettere, a seguito dei trattamenti effettuati, informazioni in merito ad eventuali  reazioni avverse per la salute umana, degli animali e per l'ambiente.
    Le autorizzazioni sono concesse per 120 giorni a partire dal 25 marzo 2014 fino al 22 luglio 2014. 
  • Con decreto dirigenziale del 25 marzo 2014 è stato autorizzato l'impiego di alcuni prodotti fitosanitari a base della sostanza attiva pretilachlor, da usare come diserbante in pre e post emergenza della coltura del riso.
    Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell'art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da varie associazioni di categoria,  con la quale è stata segnalata la specifica situazione di emergenza fitosanitaria.
    La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, consultata per via telematica, ha confermato il parere favorevole espresso nelle riunioni interministeriali del 27 febbraio 2014 e 7 marzo 2014, per l'uso della molecola in questione da usare come diserbante sulla coltura del riso con l'esclusione dell'impiego  nelle aree classificate come siti della Rete ecologica europea Natura 2000 definite come SIC e ZPS ai sensi della legge n. 157 del 1992 integrata dalla legge n.221 del 2002 nonché del D.P.R. 357/1997 modificato dal D.P.R. n. 120/2003;
    L'autorizzazione rilasciata ha validità dal 1 aprile al 29 luglio 2014.
  • Con decreto dirigenziale del 27 marzo 2014 è stato autorizzato l'impiego del prodotto fitosanitario SINBAR WDG, a base della sostanza attiva terbacile, come diserbante per combattere le infestanti annuali e perenni della coltura della menta.
    Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell'art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da varie associazioni di categoria,  con la quale è stata segnalata la specifica situazione di emergenza fitosanitaria.
    A seguito del riesame della documentazione tecnica presentata dal richiedente, la Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, sentita per via telematica, successivamente alla riunione del 6 febbraio 2014, ha espresso il proprio parere favorevole.
    L'autorizzazione rilasciata ha validità dal 27 marzo 2014 al 24 luglio 2014.
  • Con decreto dirigenziale del 28 marzo 2014 è stato autorizzato l'impiego di alcuni prodotti fitosanitari a base della sostanza attiva 1,3 Dicloropropene da usare come agente fumigante per il controllo dei nematodi del terreno destinato alla semina o trapianto, in pieno campo, delle colture del melone e della carota.
    Tale decreto estende quello già emanato in data 24 marzo 2014 nel quale risultavano autorizzati gli usi, in pieno campo di tabacco e fragola.
    Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell'art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate da varie associazioni di categoria,  con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari, da impiegare su varie colture, contenenti la sostanza attiva 1,3 dicloropropene.
    La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, consultata per via telematica ha confermato il parere favorevole espresso nelle riunioni interministeriali del 27 febbraio 2014 e 7 marzo 2014, per l'uso della molecola in questione anche sul melone e sulla carota.
    L'impiego dei prodotti fitosanitari su carota e melone, entrambi in pieno campo, sarà consentito solo nelle Regioni: Abruzzo, Campania, E. Romagna, Lazio, Lombardia, Puglia, Sardegna, Sicilia e Veneto.
    L'uso dei prodotti sulla coltura del melone è autorizzato a partire dalla data del 28 marzo 2014 fino al 26 luglio 2014. Per la coltura della carota l'uso è consentito dal 1 giugno 2014 al 28 settembre 2014.
  • Con decreto dirigenziale del 28 marzo 2014 è stato autorizzato l'impiego di alcuni prodotti fitosanitari a base della sostanza attiva 1,3 Dicloropropene da usare come agente fumigante per il controllo dei nematodi del terreno destinato alla semina o trapianto della coltura della carota in serra.
    Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell'art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate da varie associazioni di categoria,  con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari, da impiegare sulla coltura della carota, contenenti la sostanza attiva 1,3 dicloropropene. La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, consultata per via telematica ha confermato il parere favorevole espresso nelle riunioni interministeriali del 27 febbraio 2014 e 7 marzo 2014, per l'uso della molecola in questione anche sulla carota.
    L'impiego dei prodotti fitosanitari citati nell'elenco allegato al decreto, da usare sulla coltura della carota in serra, è consentito nelle seguenti Regioni: Abruzzo, Campania, E. Romagna, Lazio, Lombardia, Puglia, Sardegna, Sicilia e Veneto.
    L'uso dei prodotti sulla coltura della carota in serra è consentito dal 1 giugno 2014 al 28 settembre 2014.
  • Con decreto dirigenziale del 1 aprile 2014 è stato autorizzato l'impiego di prodotti fitosanitari a base di propanile per combattere le infestanti del riso nella fase di post-emergenza.
    Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell'art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito di numerose richieste inoltrate da alcune Associazioni di risicoltori.
    La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, consultata per via telematica, ha confermato il parere favorevole espresso nelle riunioni interministeriali del 27 febbraio 2014 e 7 marzo 2014, per l'uso della sostanza attiva propanile come richiesto.
    E' stata altresì comunicata all'Impresa interessata la necessità di completare il monitoraggio richiesto lo scorso anno ed è stata riconfermata la restrizione dell'uso del prodotto vietandone l'impiego nelle aree classificate come siti della Rete ecologica europea Natura 2000 definite come SIC e ZPS ai sensi della legge n. 157 del 1992 integrata dalla legge n.221 del 2002 nonché del D.P.R. 357/1997 modificato dal D.P.R. n. 120/2003.
    L'autorizzazione è stata concessa per 120 giorni ed avrà validità fino dal 1 aprile 2014 al 29 luglio 2014.
  • Con decreto dirigenziale del 2 aprile 2014 è stato autorizzato l'impiego del prodotto fitosanitario ENOVIT METIL FL BETA, a base della sostanza attiva thyophanate methyl, come fungicida della coltura della barbabietola da zucchero.
    Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell'art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da varie associazioni di categoria,  con la quale è stata segnalata la specifica situazione di emergenza fitosanitaria.
    A seguito del riesame della documentazione tecnica presentata dal richiedente, la Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, sentita per via telematica, successivamente alla riunione del 6 febbraio 2014, ha espresso il proprio parere favorevole.
    L'autorizzazione rilasciata ha validità dal 1 giugno 2014 al 28 settembre 2014.
  • Con decreto dirigenziale del 2 aprile 2014 è stato autorizzato l'impiego del prodotto fitosanitario FORAY 48B AVIO Nine a base di Bacillus Thuringiensis, varietà kurstaki ceppo ABTS-351, per combattere le infestazioni da lepidotteri defogliatori della quercia da sughero. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell'art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dalla Regione Autonoma della Sardegna con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari, da impiegare con il mezzo aereo, per proteggere le aree forestali e boschive.
    La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nel corso della riunione del 6 febbraio 2014, ha espresso parere favorevole al rilascio dell'autorizzazione del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni con validità dal 2 aprile 2014 al 31 luglio 2014.
  • Con decreto dirigenziale del 17 aprile 2014 è stato autorizzato l'impiego del prodotto fitosanitario FACET 250 SC a base di quinclorac per combattere specificamente le infestanti  del genere Echinochloa (giavoni) del riso nella fase di post-emergenza.
    Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell'art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito di numerose richieste inoltrate da alcune Associazioni di risicoltori.
    Nel corso dell'istruttoria sono stati acquisiti i pareri del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, del Ministero dell'ambiente, della tutela del territorio e del mare e del Ministero dello sviluppo economico, in merito alla richiesta di deroga sopracitata.
    La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, consultata per via telematica, ha confermato il parere favorevole espresso nelle riunioni interministeriali del 27 febbraio 2014 e 7 marzo 2014, per l'uso della molecola in questione come diserbante sulla coltura del riso.
    Si fa presente che i Ministeri sopra citati e la stessa Commissione Consultiva, nell'esprimere il proprio parere, hanno tenuto conto dei dati relativi al Monitoraggio Ambientale Ufficiale in Acque di Falda e di Superficie nella Regione Piemonte negli anni 2012/2013 della s.a. quinclorac, pubblicati sul sito Ufficiale "Servizi informativi Regione Piemonte, Monitoraggio delle acque" inoltrati dall'impresa interessata, in ottemperanza a quanto richiesto con il precedente provvedimento autorizzativo.
    E' stata approvata anche per quest'anno la seguente restrizione d'uso che prevede: "e' fatto divieto di utilizzo del prodotto in questione nelle aree classificate come siti della Rete ecologica europea Natura 2000 definite come SIC e ZPS ai sensi della legge n. 157 del 1992 integrata dalla legge n.221 del 2002 nonché del D.P.R. 357/1997 modificato dal D.P.R. n. 120/2003".
    L'autorizzazione è stata concessa per 120 giorni ed avrà validità dal 17 aprile 2014 fino al 15 agosto 2014.
  • Con decreto dirigenziale del 18 aprile 2014 è stato autorizzato l'impiego del prodotto fitosanitario ISOMATE C LR MAX a base di feromoni, per combattere varie avversità del melo con il metodo della confusione sessuale. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell'art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dal Consorzio delle Cooperative Ortofrutticole dell'Alto Adige con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari a base di feromoni per proteggere i frutteti.
    La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nel corso della riunione del 6 febbraio 2014, ha espresso parere favorevole al rilascio dell'autorizzazione del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni con validità dal 18 aprile 2014 al 16 agosto 2014.
  • Alcune Regioni ed Associazioni ortofrutticole hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali si proponeva di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario BION 50 WG (contenente la sostanza attiva acibenzolar-S-methyl) sulla coltura dell’actinidia per il controllo del cancro batterico. Pertanto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 30 aprile 2014, per il quale l’impresa Syngenta Italia S.p.A. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego del prodotto BION 50 WG sulla coltura dell’actinidia per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 28 agosto 2014).
  • Alcune Cooperative agricole hanno inviato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale si proponeva di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario VERTIMEC PRO (contenente la sostanza attiva abamectina) sulla coltura soia per il controllo dell’acaro rosso e sulla coltura nocciolo contro gli acari del nocciolo. Pertanto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 30 aprile 2014, per il quale l’impresa Syngenta Italia S.p.A. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego del prodotto VERTIMEC PRO sulle colture soia e nocciolo per un periodo limitato a 120 giorni (decorrenza 1 maggio - 31 agosto 2014 ).
  • La Provincia Autonomadi Trento ed Associazioni di produttori ortofrutticoli hanno inviato una richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva deltametrina ritenuta indispensabile per il controllo della Drosophila suzukii su piccoli frutti (lampone e mora da rovo). Pertanto, acquisiti i pareri favorevoli espressi in data 5 maggio 2014 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, è stato emanato il decreto dirigenziale del 19 maggio 2014, per il quale l’impresa Bayer CropSciences S.r.l. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego di prodotti a base di deltametrina sulle colture piccoli frutti (lampone e mora di rovo) per un periodo di 120 giorni (dal 1°giugno 2014 al 29 settembre 2014).
  • Alcune cooperative di agricoltori hanno inoltrato delle richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Clorotalonil, efficace per la lotta contro Cercospora bieticola sulla barbabietola da zucchero. A tale scopo, considerati i pareri espressi in data 5 maggio 2014 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad autorizzare, in via eccezionale e per un periodo limitato di 120 giorni, l’estensione di impiego alla coltura della barbabietola da zucchero per il prodotto fitosanitario CLORTOSIP 500 SC con il decreto dirigenziale del 30 maggio 2014 (scadenza 27 settembre 2014);
  • Alcune Cooperative Agricole hanno inoltrato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria con le quali hanno segnalato la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti le sostanze attive protioconazolo e tebuconazolo, ritenute indispensabili per il controllo delle avversità fusariosi ed elmintosporiosi sulla coltura del mais. Considerati i pareri espressi in data 5 maggio 2014 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad emettere il decreto dirigenziale del 30 maggio 2014 relativo all’estensione d’impiego sulla coltura mais richiesta per i prodotti PROSARO e PROLINE STAR, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 27 settembre 2014).
  • Alcune cooperative agricole hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali si proponeva di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario CHALLENGE (contenente la sostanza attiva aclonifen) da utilizzare sulla coltura del cece.  Pertanto, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione del 16 gennaio 2013 e considerato che la richiesta di cui trattasi può essere assimilata alle indicazioni condivise nelle riunioni del 27 febbraio e 7 marzo 2014 dai Ministeri dell’Ambiente, della tutela del territorio e del mare, delle Politiche agricole e forestali e dello Sviluppo economico, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 19 maggio 2014, per il quale l’impresa Bayer CropScience S.r.l. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego del prodotto CHALLENGE sulla coltura del cece per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 16 settembre 2014).
  • Il Consorzio Basilico Genovese D.O.P. ha presentato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, diretta ad attivare una procedura per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario CABRIO DUO sulla coltura del basilico in campo per la lotta contro l’avversità Peronospora belbahrii.  Analoga richiesta è stata presentata  dall’impresa Basf Italia S.p.a. titolare della registrazione.
    Si è pertanto provveduto, acquisiti i pareri favorevoli espressi in data 5 maggio 2014 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, ad emanare il decreto dirigenziale del 19 maggio 2014 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto CABRIO DUO alla citata coltura del basilico, per un periodo limitato a 120 giorni dalla data del decreto stesso (scadenza 16 settembre 2014).
  • La Provincia Autonoma di Trento ha inviato una richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva fosmet ritenuta indispensabile per il controllo della Drosophila suzukii Matsumura per l’impiego sulla coltura del mirtillo. In considerazione di ciò, acquisiti i pareri favorevoli espressi in data 5 maggio 2014 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 19 maggio 2014, per il quale l’impresa Gowan Italia S.p.A. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego del prodotto SPADA 200 EC alla coltura del mirtillo per un periodo di 120 giorni (scadenza 16 settembre 2014).
  • Alcune Cooperative agricole hanno inviato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale si è proposto di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario MERLIN FLEXX contenente la sostanza attiva isoxaflutole, sulla coltura del mais dolce. Analoga richiesta in deroga è stata presentata  dall’impresa Bayer CropSciences S.r.l., titolare della registrazione.
    Pertanto, acquisiti i pareri favorevoli espressi in data 5 maggio 2014 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, è stato emanato il decreto dirigenziale del 19 maggio 2014 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto MERLIN FLEXX sulla coltura del mais dolce, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 16 settembre 2014).
  • Alcune cooperative agricole hanno inviato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale si è proposto di attivare una procedura eccezionale per la modifica delle dosi di impiego sulla coltura della vite e per l’estensione d’impiego alle colture del pesco e del susino del prodotto fitosanitario RUFAST E-FLO, contenente la sostanza attiva acrinatrina. Analoga richiesta in deroga è stata presentata dall’impresa Cheminova A/S titolare della registrazione. Pertanto, acquisiti i pareri favorevoli espressi in data 5 maggio 2014 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, è stato emanato il decreto dirigenziale del 19 maggio 2014 relativo alle modifiche richieste per il prodotto RUFAST E-FLO per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 16 settembre 2014).
  • Alcune cooperative agricole hanno inviato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale si è proposto di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario DICARZOL 10 SP, contenente la sostanza attiva formetanate, per l’impiego sulla coltura della cipolla. Pertanto, acquisiti i pareri favorevoli espressi in data 5 maggio 2014 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, è stato emanato il decreto dirigenziale del 19 maggio 2014 relativo all’estensione di impiego in deroga richiesta per il prodotto DICARZOL 10 SP per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 16 settembre 2014).
  • Alcune Organizzazioni di produttori ed Aziende agricole hanno inviato una richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale si è proposto di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego di prodotti fitosanitari contenenti le sostanze attive mancozeb e rame sulla coltura del noce e della barbabietola da zucchero. Pertanto, acquisiti i pareri favorevoli espressi in data 5 maggio 2014 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, è stato emanato il decreto dirigenziale del 19 maggio 2014, relativo all’estensione di impiego di prodotti CUPROFIX 30 DISPERSS e PENNCOZEB DG sulle colture noce e barbabietola da zucchero per un periodo di 120 giorni (scadenza 16 settembre 2014).
  • Alcune cooperative agricole hanno inviato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale si è proposto di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario ZORO 1.9 EW contenente la sostanza attiva abamectina, sulle colture soia e mais per la lotta contro il ragnetto rosso (Tetranychus spp). Pertanto, acquisiti i pareri favorevoli espressi in data 5 maggio 2014 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, è stato emanato il decreto dirigenziale 19 maggio 2014 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto ZORO 1.9 EW sulla coltura della soia, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 16 settembre 2014).
  • Alcune cooperative agricole hanno presentato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria diretta ad attivare una procedura per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario DANADIM 400 sulle colture del ciliegio e del cardo comune. Pertanto, acquisiti i pareri favorevoli espressi in data 5 maggio 2014 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 19 maggio 2014 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto DANADIM 400 sulle colture richieste, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 16 settembre 2014).
  • Alcune cooperative agricole hanno inviato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale si è proposto di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario APOLLO SC contenente la sostanza attiva clofentezine, sulle colture soia e nocciolo. Pertanto, acquisiti i pareri favorevoli espressi in data 5 maggio 2014 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, è stato emanato il decreto dirigenziale 19 maggio 2014 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto APOLLO SC sulle colture della soia e del nocciolo, per un periodo limitato a 120 giorni (scadenza 16 settembre 2014).
  • Alcune Regioni ed Associazioni di agricoltori hanno inviato delle note con le quali hanno fatto presente l’insorgenza di epidemie di cancro batterico causate da batteriosi sulla coltura dell’actinidia e la necessità, quindi, di poter disporre di prodotti fitosanitari a base di composti del rame per contrastare efficacemente il problema. Pertanto, visti i pareri espressi in data 5 maggio 2014 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad autorizzare, in deroga per situazioni di emergenza e per un tempo limitato di 120 giorni, l’estensione di impiego per la lotta contro la batteriosi dell’actinidia durante il periodo vegetativo, dei prodotti fitosanitari a base dei composti del rame di cui all’elenco allegato al decreto dirigenziale del 23 maggio 2014, per i quali le imprese interessate hanno presentato una richiesta di autorizzazione.
  • Alcune Associazioni Sementiere hanno inoltrato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria con le quali hanno proposto di attivare una procedura eccezionale per l’autorizzazione sulla coltura coriandolo (coltura portaseme) per il controllo delle malerbe infestanti dicotiledoni, del prodotto fitosanitario MOST MICRO contenente la sostanza attiva pendimetalin. Considerati i pareri espressi in data 5 maggio 2014 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad emettere il decreto dirigenziale del 23 maggio 2014 relativo all’estensione d’impiego richiesta per il prodotto MOST MICRO, per un periodo limitato a 120 giorni.
  • Con decreto dirigenziale del 25 marzo 2014 è stato autorizzato l'impiego del prodotto fitosanitario TERVIGO SC 1, a base della sostanza attiva abamectina, come nematocida per combattere i nematodi galligeni (Melodogyne spp.), per l'impiego in serra sulle colture di pomodoro, zucchino e melone.
    Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell'art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da varie associazioni di categoria,  con la quale è stata segnalata la specifica situazione di emergenza fitosanitaria.
    La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, consultata per via telematica ha confermato il parere favorevole espresso nelle riunioni interministeriali del 27 febbraio 2014 e 7 marzo 2014, per l'uso della molecola in questione in serra su pomodoro  zucchino e melone da usare in post-trapianto.
    L'autorizzazione rilasciata ha validità dal 25 marzo 2014 al 22 luglio 2014 per la coltura del melone in serra.
    Per le colture in serra di zucchino e pomodoro la registrazione ha validità dal 14 luglio 2014 al 10 novembre 2014.
  • Con decreto dirigenziale del 25 marzo 2014 è stato autorizzato l'impiego del prodotto fitosanitario DELEGATE WG a base della sostanza attiva spinetoram, per l'impiego su ciliegio e fragola per la lotta contro la Drosophila suzukii Matsamura; il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell'art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate dalla Provincia Autonoma di Trento e dalla Coldiretti,  con le quali è stata segnalata la specifica situazione di emergenza fitosanitaria.
    La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, consultata per via telematica, ha confermato il parere favorevole espresso nelle riunioni interministeriali del 27 febbraio 2014 e 7 marzo 2014, per l'uso della molecola in questione sulle colture richieste.
    L'autorizzazione rilasciata ha validità dal 1 maggio 2014 al 28 agosto 2014 per la coltura del ciliegio.
    Per le colture della fragola la registrazione ha validità dal 15 luglio 2014 al 10 novembre 2014.
    • Alcuni Produttori ortofrutticoli hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali si proponeva di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario SCHOLAR (contenente la sostanza attiva fludioxonil) sulle colture prugne e pesche in post raccolta, per la lotta contro le patologie fungine (genere Monilia). Pertanto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 30 aprile 2014, per il quale l’impresa Syngenta Italia S.p.A. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego del prodotto SCHOLAR sulle colture prugne e pesche in post raccolta per un periodo limitato a 120 giorni (a decorrere dal 1 giugno 2014 per la coltura pesche e dal 19 agosto 2014 per la coltura prugne).
    • Alcune Regioni e Associazioni ortofrutticole hanno inoltrato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria con le quali hanno proposto di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva spinosad sulla coltura del ciliegio per il controllo dell’avversità Ragoletis cerasi e su quella del noce contro l’avversità Ragoletis completa. Considerati i pareri favorevoli espressi in data 5 maggio 2014 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad emettere il decreto dirigenziale del 19 maggio 2014 relativo all’estensione d’impiego richiesta per i prodotti fitosanitari SPINTOR FLY e TRACER FLY per un periodo limitato a 120 giorni.
    • Con decreto del 25 giugno 2014 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario TRIPICRIN 2014, a base della sostanza attiva chloropicrina, da usare come agente fumigante per il controllo di patogeni fungini del suolo, sulle colture di pomodoro in serra e fragola in vivaio e serra.
      Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate da varie associazioni di categoria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva chloropicrina con una specifica azione antifungina.
      Secondo la procedura sono stati acquisiti i pareri del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, del Ministero dell’ambiente della tutela del territorio e del mare e del Ministero dello Sviluppo Economico ed è stata sentita la Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari.
      L’Impresa titolare dell’autorizzazione è responsabile delle attività che la stessa ha demandato ad una società terza in merito all’ importazione, trasporto e stoccaggio della sostanza attiva cloropicrina nel rispetto delle vigente normativa in materia di gas tossici. L’autorizzazione rilasciata ha validità dal 25 giugno 2014 al 22 ottobre 2014.
    • Con decreto del 8 luglio 2014 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario TRIPICRIN – RANAN 2014, a base della sostanza attiva chloropicrina, da usare come agente fumigante per il controllo di patogeni fungini del suolo, sulle colture di anemone e ranuncolo in pieno campo ed ambiente protetto (serra, tunnel, ombraio).
      Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate da varie associazioni di categoria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva chloropicrina con una specifica azione antifungina.
      Secondo la procedura sono stati acquisiti i pareri del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, del Ministero dell’ambiente della tutela del territorio e del mare e del Ministero dello Sviluppo Economico ed è stata sentita la Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari.L’Impresa titolare dell’autorizzazione è responsabile delle attività che la stessa ha demandato ad una società terza in merito all’ importazione, trasporto e stoccaggio della sostanza attiva cloropicrina nel rispetto delle vigente normativa in materia di gas tossici. Il prodotto potrà essere applicato nelle sole Regioni Liguria e Campania. L’autorizzazione rilasciata ha validità dall’ 8 luglio 2014 al 5 novembre 2014.
    • Alcune Associazioni di produttori di frutta a guscio hanno inviato una richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva fosmet ritenuta indispensabile per il controllo dell’avversità Balanino (Curculium nucum) sulla coltura del nocciolo. In considerazione di ciò, considerati i pareri espressi in data 5 maggio 2014 dai componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari relativamente alla procedura di valutazione delle richieste per usi di emergenza ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, si è provveduto ad emettere il decreto dirigenziale del 9 luglio 2014, per il quale l’impresa Gowan Italia S.p.A. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego del prodotto SPADA WDG alla coltura del nocciolo per un periodo di 120 giorni (scadenza 6 novembre 2014).
    • Con decreto dirigenziale del 22 ottobre 2014 è stato autorizzato l'impiego del prodotto fitosanitario FORAY 48B AVIO Ten a base di Bacillus Thuringiensis, varietà kurstaki ceppo ABTS-351, per combattere le infestazioni causate dalle larve della processionaria del pino (Thaumetopoea pityocampa) su aree boschive e forestali. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell'art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dalla Regione Autonoma della Sardegna con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari, da impiegare con il mezzo aereo, per proteggere le aree forestali e boschive. Acquisiti con procedura telematica i pareri favorevoli degli esperti della Commissione Consultiva per i prodotti fitosanitari, si è provveduto al rilascio dell'autorizzazione del citato prodotto fitosanitario per un periodo di 120 giorni (scadenza 19 febbraio 2015).
    • Con decreto del 28 novembre 2014 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario Allegante 36c Tipo B, a base della sostanza attiva acido betanaftossiacetico, come fitoregolatore allegante da usare nelle sole Regioni Lazio, Puglia, Sardegna, Sicilia, Liguria, Campania, Calabria, a partire dal 1° dicembre 2014 per 120 giorni. In data 16 dicembre 2014 è stata autorizzata l’immissione in commercio del prodotto anche per la Regione Veneto a partire dal 1° giugno 2015 per 120 giorni.
      I provvedimenti sono stati rilasciati in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate da associazioni di categoria, con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari con specifica azione allegante, da impiegare sulle colture di pomodoro e melanzana in campo ed in serra. Secondo la procedura sono stati acquisiti i pareri del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e del Ministero dell’ambiente della tutela del territorio e del mare ed è stata sentita la Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari per via telematica.

  • Il Consorzio Basilico Genovese D.O.P. ha presentato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, diretta ad attivare una procedura per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario CABRIO DUO sulla coltura del basilico in campo per la lotta contro l’avversità Peronospora belbahrii.  Analoga richiesta è stata presentata  dall’impresa Basf Italia S.p.a. titolare della registrazione.
    Si è pertanto provveduto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari di cui all'articolo 20 del D.lgs 17 marzo 1995 n. 194, ed emanare il decreto dirigenziale del 4 ottobre 2013 relativo all'estensione di impiego in deroga del prodotto CABRIO DUO alla citata coltura del basilico, per un periodo limitato a 120 giorni dalla data del decreto stesso.
  • Alcune cooperative agricole hanno inviato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale si è proposto di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario RUFAST E-FLO contenente la sostanza attiva acrinatrina, sulla coltura della soia per il controllo dell’acaro rosso (Tetranychus urticae). Analoga richiesta in deroga è stata presentata  dall’impresa Cheminova A/S. titolare della registrazione.
    Pertanto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari di cui all’articolo 20 del D.lgs 17 marzo 1995 n. 194, è stato emanato il decreto dirigenziale 26 luglio 2013 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto RUFAST E-FLO sulla coltura della soia, per un periodo limitato a 120 giorni dalla data del decreto stesso.
  • Alcune cooperative agricole hanno inviato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale si è proposto di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario VERTIMEC PRO contenente la sostanza attiva abamectina, sulla coltura della soia per il controllo dell’acaro rosso (Tetranychus urticae). Analoga richiesta in deroga è stata presentata  dall’impresa Syngenta Crop Protection S.p.a. titolare della registrazione.
    Pertanto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari di cui all’articolo 20 del D.lgs 17 marzo 1995 n. 194, è stato emanato il decreto dirigenziale 26 luglio 2013 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto VERTIMEC
  • Alcune Associazioni di agricoltori hanno inoltrato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva chlorantraniliprole, per il controllo del punteruolo acquatico (Lissorhoptrus Oryzophilus) del riso nella fase di concia delle sementi, da utilizzarsi nel periodo dal 1° febbraio al 31 maggio 2013. A tale scopo, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nelle riunioni del 24 ottobre 2012 e 16 gennaio 2013, si è provveduto ad autorizzare, in via eccezionale e per il periodo 1° febbraio-31 maggio 2013, il prodotto RYNAXYPYR 625 FS RISO con il decreto dirigenziale 21 gennaio 2013.
  • Alcune Associazioni di agricoltori hanno inoltrato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti le sostanze attive Trichoderma asperellum (ceppo ICC 012) e Trichoderma gamsii (ceppo 080) per il contenimento dei funghi del complesso denominato “Mal dell’esca” della vite. A tale scopo, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione del 16 gennaio 2013, si è provveduto ad autorizzare, in via eccezionale e per un periodo di 120 giorni, l’estensione di impiego alla coltura della vite per il contenimento dei funghi del complesso denominato “Mal dell’esca”, del prodotto REMEDIER con il decreto dirigenziale 30 gennaio 2013.
  • Alcune Associazioni di agricoltori hanno inoltrato delle richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva clorotalonil, efficace per la lotta contro cercospora della barbabietola da zucchero e ascochita del cece. A tale scopo, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione del 26 febbraio 2013, si è provveduto ad autorizzare, in via eccezionale e per un periodo limitato di 120 giorni, il prodotto fitosanitario CLORTOSIP 500 B con il decreto dirigenziale 11 marzo 2013.
  • La sostanza attiva Triciclazolo, con decisione della Commissione europea 2008/770/CE del 30 settembre 2008, non è stata iscritta nell’allegato I della direttiva 91/414/CEE (recepita con decreto legislativo 194/95). Considerata però l’importanza della sostanza stessa per la lotta contro il brusone del riso e tenuto conto delle richieste di deroga per emergenza fitosanitaria inoltrate da alcune Associazioni di agricoltori e del parere favorevole espresso dalla Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari nella riunione del 16 gennaio 2013,  la Direzione Generale della Sicurezza degli Alimenti e della Nutrizione ha provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 11 marzo 2013 di autorizzazione eccezionale della durata di 120 giorni relativa al prodotto fitosanitario BEAM 13.
  • Alcune cooperative agricole hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali si proponeva di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario CHALLENGE (contenente la sostanza attiva aclonifen) da utilizzare per il diserbo del cece.  Pertanto, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione del 16 gennaio 2013, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 11 marzo 2013, per il quale l’impresa Bayer CropScience S.r.l. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego del prodotto CHALLENGE sulla coltura del cece per un periodo limitato a 120 giorni.
  • Alcune Associazioni di agricoltori hanno inviato una richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva 1,3-dicloropropene ritenuta indispensabile per il controllo dei nematodi nel terreno destinato alla semina o trapianto delle colture di tabacco e fragola. In considerazione di ciò, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione del 26 febbraio 2013, si è provveduto ad autorizzare, in via eccezionale e per un tempo limitato (120 giorni)  i prodotti fitosanitari a base della sostanza attiva 1,3 Dicloropropene di cui all’elenco allegato al decreto dirigenziale del 14 marzo 2013 per i quali le imprese interessate hanno presentato una richiesta di autorizzazione.
  • Alcuni Associazioni di produttori di patate dell’Abruzzo e della Calabria ed il Servizio Fitosanitario dell’Abruzzo hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria segnalando  la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva fipronil, per contrastare efficacemente gli attacchi da elateridi  terricoli della patata. E’ stato acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione del 26 febbraio 2013 e si è quindi provveduto ad autorizzare, in via eccezionale e per un periodo di tempo limitato (dal 9 aprile al 30 maggio 2013) il prodotto fitosanitario GOLDOR BAIT 5 GR a base di fipronil di cui al decreto dirigenziale del 14 marzo 2013 per il quale l’impresa interessata ha presentato una richiesta di autorizzazione.  L’autorizzazione all’impiego del suddetto prodotto fitosanitario è concessa esclusivamente alle Regioni Abruzzo e Calabria. Con decreto del 10 aprile 2013 è stata estesa l’autorizzazione concessa con  il decreto dirigenziale 14 marzo 2013 di cui sopra anche alle Regioni Emilia Romagna, Lazio e Veneto che avevano segnalato la necessità di dover disporre anch’esse del prodotto fitosanitario oggetto della richiesta a causa di anomale condizioni atmosferiche di elevata piovosità nel primo trimestre 2013 che hanno impedito fino ad ora la semina della patata negli areali produttivi del nord e del centro Italia.
  • Alcune Regioni e Associazioni ortofrutticole hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, proponendo di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego sulla coltura dell’actinidia per il controllo del cancro batterico (Pseudomonas syringae pv. Actinidiae), del prodotto fitosanitario BION 50 WG contenente la sostanza attiva acibenzolar-S-methyl.  La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari si è espressa favorevolmente a questa richiesta nella seduta del 26 febbraio 2013; si è pertanto provveduto ad autorizzare, in deroga per situazioni di emergenza e per un tempo limitato (120 giorni), l’estensione d’impiego sulla coltura dell’actinidia per il controllo del cancro batterico (Pseudomonas syringae pv. Actinidiae) del prodotto fitosanitario in questione con il decreto dirigenziale 12 aprile 2013.
  • La Regione Puglia ha inviato una nota di richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009 per fronteggiare i danni causati dall’agente patogeno (Colletotrichum gloeosporioides Colletotrichum acutatum) responsabile dell’avversità lebbra delle olive.
  • La Commissione Consultivadei Prodotti Fitosanitari, nel corso della riunione del 26 febbraio 2013, ha espresso parere favorevole all’estensione d’impiego richiesta  per un periodo di 120 giorni, ai sensi del citato 53, paragrafo 1 del regolamento (CE) 1107/2009, per l’impiego del prodotto fitosanitario INSIGNIA di cui al decreto dirigenziale del 19 aprile 2013.
  • Alcune Regioni e Associazioni ortofrutticole hanno inoltrato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria con le quali hanno proposto di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego, sulla coltura del ciliegio per il controllo dell’avversità Ragoletis cerasi, di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva spinosad. La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nella corso della riunione del 26 febbraio 2013, ha espresso parere favorevole all’estensione d’impiego richiesta per i prodotti fitosanitari SPINTOR FLY e TRACER FLY per un periodo di 120 giorni, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009. A tale scopo si è provveduto ad emettere il decreto dirigenziale del 19 aprile 2013.
  • Con decreto dirigenziale del 24 aprile 2013 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario FACET Flow a base di quinclorac per combattere specificamente le infestanti  del genere Echinochloa (giavoni) del riso nella fase di post-emergenza. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito di numerose richieste inoltrate da alcune Associazioni di risicoltori e dalla Regione Lombardia. Nel corso dell’istruttoria sono stati acquisiti i pareri del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e del Ministero dell’ambiente, della tutela del territorio e del mare in merito alla richiesta di deroga sopracitata. E’ stata sentita la Commissione Consultiva, di cui all’articolo 20 del D.lgs 17 marzo 1995, n. 194, nel corso della riunione tenutasi in data 26 febbraio 2013, la quale ha approvato il piano di monitoraggio proposto dall’Impresa Basf Italia Srl al fine di determinare l’impatto ambientale nelle acque di superficie e di falda a seguito dell’uso della sostanza attiva quinclorac, i cui risultati dovranno essere trasmessi al Ministero della Salute per le successive valutazioni. E’ stata approvata la seguente restrizione d’uso che prevede :
    e’ fatto divieto di utilizzo del prodotto in questione nelle aree classificate come siti della Rete ecologica europea Natura 2000 definite come SIC e ZPS ai sensi della legge n. 157 del 1992 integrata dalla legge n.221 del 2002 nonché del D.P.R. 357/1997 modificato dal D.P.R. n. 120/2003.
    L’autorizzazione è stata concessa per 120 giorni ed avrà validità fino al 22 agosto 2013. 
  • Con decreto dirigenziale del 29 aprile 2013 è stato autorizzato l’impiego di prodotti fitosanitari a base di propanile per combattere le infestanti del riso nella fase di post-emergenza. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito di numerose richieste inoltrate dalle Regioni Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna e da alcune Associazioni di risicoltori. Nel corso dell’istruttoria è stata sentita la Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari di cui all’articolo 20 del D.lgs 17 marzo 1995, n. 194, che, nel corso della riunione tenutasi  in data 26 febbraio 2013 ha dato mandato all’Ufficio di acquisire ulteriori studi per confermare la sicurezza dell’uso della sostanza attiva propanile. Successivamente è stato acquisito il pareri favorevole espresso dalla sopracitata Commissione Consultiva relativamente alla documentazione trasmessa dall’impresa. Contestualmente sono stati acquisiti i pareri del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e del Ministero dell’ambiente, della tutela del territorio e del mare in merito alla richiesta di deroga che hanno tenuto conto della specificità che la s.a. propanile ha nel diserbo di post- emergenza nella coltura del riso e del rilevante ruolo che la medesima coltura riveste nell’economia nazionale. Pur a fronte delle suddette considerazioni sono state definite alcune restrizioni all’uso dei prodotti in considerazione delle motivazioni espresse nelle decisioni 2008/769/CE della Commissione del 30 settembre 2008 e successivo regolamento di esecuzione 1078/2011/UE della Commissione del 25 ottobre 2011 concernenti la non approvazione della sostanza attiva propanile conformemente al regolamento 1107/2009/CE.
    Le succitate restrizioni prevedono che:
  1. le imprese interessate attuino uno specifico monitoraggio per la protezione ambientale nei confronti di uccelli e mammiferi, organismi acquatici e artropodi non bersaglio (Par.7 del Regolamento(CE) 1078/2011);
  2. i prodotti non siano impiegati nelle aree classificate come siti della Rete ecologica europea Natura 2000 definite come SIC e ZPS ai sensi della legge n.157 del 1992 integrata dalla legge n.221 del 2002 nonché del D.P.R. 357/1997 modificato dal D.P.R. n.120/2003.

L’autorizzazione è stata concessa per 120 giorni ed avrà validità fino al 27 agosto 2013.   

  • Con decreto dirigenziale 9 maggio 2013 è stato autorizzato l’impiego dei prodotti fitosanitari AVIOZOLFO 2013 contenente la sostanza attiva zolfo, e AVIOCAFFARO 2013 contenente la sostanza attiva rame metallo, per la lotta contro l’oidio e la peronospora della vite, da impiegarsi con il mezzo aereo (elicottero). Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate dai Servizi Fitosanitari Regionali di Lombardia, Piemonte e Veneto e dall’Impresa titolare delle autorizzazioni stesse. I territori da trattare sono dislocati nelle province di Pavia, Alessandria, Asti, Cuneo e Treviso.
    Le Regioni sopra citate sono state inviate a predisporre programmi di monitoraggio dell’impatto ambientale e della sicurezza degli astanti e operatori, i cui risultati dovranno essere trasmessi al Ministero della Salute.
    Le autorizzazioni sono concesse per 120 giorni dalla data del citato decreto ed avranno validità fino al 5 settembre 2013.
  • Alcune Regioni ed alcune Associazioni di agricoltori hanno inviato delle note con le quali hanno fatto presente l’insorgenza di epidemie di cancro batterico causate da batteriosi sulla coltura dell’actinidia. Nelle medesime comunicazioni indicano come intervento strategico l’uso di composti del rame da impiegarsi nella fase vegetativa della coltura. La necessità di autorizzare tali formulati in via eccezionale è motivata in quanto esistono in commercio stessi formulati ma che possono essere impiegati solo in fase di non vegetazione.
    La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, tenuto conto dell’urgenza del problema e della mancanza di mezzi alternativi di lotta contro l’avversità in questione, nella sedute del 29 aprile 2013 si è espressa favorevolmente a tale richiesta. Si è pertanto provveduto ad autorizzare, in deroga per situazioni di emergenza e per un tempo limitato (120 giorni) i prodotti fitosanitari a base dei composti del rame di cui all’elenco allegato al decreto dirigenziale del 15 maggio 2013 per i quali le imprese interessate hanno presentato una richiesta di autorizzazione.
  • La Provincia Autonoma di Trento ed Associazioni di produttori ortofrutticoli hanno inviato una richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva deltametrina ritenuta indispensabile per il controllo della Drosophila suzukii Matsumura per l’impiego piccoli frutti (lampone e mora da rovo). In considerazione di ciò, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione del 29 aprile 2013, si è provveduto ad emanare ildecreto dirigenziale 15 maggio 2013, per il quale l’impresa Bayer CropSciences S.r.l. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego dei prodotti DECIS e DECIS JET sulle colture piccoli frutti (lampone e mora di rovo) per un periodo di 120 giorni.
  • Con decreto dirigenziale del 15 maggio 2013 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario OMITE SOIA a base della sostanza attiva propargite  per il controllo degli acari vegetali.
    Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dal Consorzio Maiscoltori Cerealicoltori del Basso Livenza,  con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari, da impiegare sulla coltura della soia, contenenti la sostanza attiva propargite con una specifica azione acaricida adulticida per gli acari vegetali.
    Secondo la procedura sono stati acquisiti i pareri del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e del Ministero dell’ambiente della tutela del territorio e del mare ed è stata sentita la Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari nella riunione del 29 aprile 2013.
    L’autorizzazione rilasciata ha validità dal 15 maggio 2013 al 12 settembre 2013.
  • La Provincia Autonoma di Trento ha inviato una richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva fosmet ritenuta indispensabile per il controllo della Drosophila suzukii Matsumura per l’impiego sulla coltura del mirtillo. In considerazione di ciò, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione del 29 aprile 2013, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 29 maggio 2013, per il quale l’impresa Gowan Italia S.p.A. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego del prodotto SPADA 200 EC alla coltura del mirtillo per un periodo di 120 giorni.
  • L’Organismo Interprofessionale (Comitato Frutta a Guscio) ha inviato una richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva fosmet ritenuta indispensabile per il controllo dell’avversità Rhagoletis completa per l’impiego sulla coltura del noce. In considerazione di ciò, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione del 29 aprile 2013, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 29 maggio 2013, per il quale l’impresa Gowan Italia S.p.A. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego del prodotto SPADA WDG alla coltura del noce per un periodo di 120 giorni.
  • Numerose cooperative agricole hanno inviato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, per l’impiego del prodotto fitosanitario VERTIMEC EC (reg. n. 8795 - contenente la sostanza attiva Abamectina)  per il controllo dell’avversità Acari fitofagi su nocciolo. Analoga richiesta in deroga è stata presentata  dall’impresa Syngenta Crop Protection S.p.A., titolare della registrazione.
    Pertanto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari di cui all’articolo 20 del D.lgs 17 marzo 1995 n. 194, è stato emanato il decreto dirigenziale 31 maggio 2013 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto VERTIMEC EC  sulla coltura del nocciolo, per un periodo limitato a 120 giorni dalla data del decreto stesso.

Le succitate restrizioni prevedono che:

  1. le imprese interessate attuino uno specifico monitoraggio per la protezione ambientale nei confronti di uccelli e mammiferi, organismi acquatici e artropodi non bersaglio (Par.7 del Regolamento(CE) 1078/2011);
  2. i prodotti non siano impiegati nelle aree classificate come siti della Rete ecologica europea Natura 2000 definite come SIC e ZPS ai sensi della legge n.157 del 1992 integrata dalla legge n.221 del 2002 nonché del D.P.R. 357/1997 modificato dal D.P.R. n.120/2003.

L’autorizzazione è stata concessa per 120 giorni ed avrà validità fino al 27 agosto 2013.   

  • Alcune associazioni di categoria hanno inviato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale si è proposto di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario MERLIN FLEXX contenente la sostanza attiva isoxaflutole, sulla coltura del mais dolce. Analoga richiesta in deroga è stata presentata  dall’impresa Bayer CropSciences S.r.l., titolare della registrazione.
    Pertanto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari di cui all’articolo 20 del D.lgs 17 marzo 1995 n. 194, è stato emanato il decreto dirigenziale 11 giugno 2013 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto MERLIN FLEXX sulla coltura del mais dolce, per un periodo limitato a 120 giorni dalla data del decreto stesso.
  • Alcuni produttori ortofrutticoli hanno inviato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale si è proposto di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego per il trattamento in post-raccolta del prodotto fitosanitario SCHOLAR contenente la sostanza attiva fludioxonil, sulla coltura delle susine per la lotta contro le patologie fungine del genere Monilinia. Analoga richiesta in deroga è stata presentata  dall’impresa Syngenta Crop Protection S.p.a. titolare della registrazione. Pertanto, acquisito il parere favorevole dei componenti della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari di cui all’articolo 20 del D.lgs 17 marzo 1995 n. 194, è stato emanato il decreto dirigenziale 26 luglio 2013 relativo all’estensione di impiego in deroga del prodotto SCHOLAR sulla coltura delle susine, per un periodo limitato a 60 giorni dal 15 agosto 2013 al 13 ottobre 2013.
  • Le Associazioni Tabacchicoltori di alcune Regioni hanno presentato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria diretta ad attivare una procedura per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario VYDATE 10L sulla coltura del tabacco. La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nella seduta del 12 giugno 2013, ha espresso parere favorevole all’estensione d’impiego sulla coltura del tabacco, tramite irrigazione a goccia, per la lotta contro l’agente patogeno Meloidogyne incognita, per un periodo di 120 giorni, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009. Si è pertanto provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 1° luglio 2013 per il quale l’impresa Du Pont de Nemours Italiana S.r.l. ha presentato richiesta di estensione di impiego alla citata coltura del tabacco. L’autorizzazione rilasciata ha validità dal 1° luglio 2013 al  29 ottobre 2013.
  • Con decreto dirigenziale del 18 giugno 2013 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario TRIPICRIN 2013 a base della sostanza attiva chloropicrina da usare come agente fumigante per il controllo di patogeni fungini del suolo. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito delle richieste inoltrate da varie associazioni di categoria,  con le quali è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari, da impiegare sulle colture di pomodoro in serra e fragola in campo e serra, contenenti la sostanza attiva chloropicrina con una specifica azione antifungina. Secondo la procedura sono stati acquisiti i pareri del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e del Ministero dell’ambiente della tutela del territorio e del mare ed è stata sentita la Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari nella riunione del 29 aprile 2013. L’Impresa titolare dell’autorizzazione è responsabile delle attività che la stessa ha demandato ad una società terza in merito all’ importazione, trasporto e stoccaggio della sostanza attiva cloropicrina nel rispetto delle vigente normativa in materia di gas tossici. L’autorizzazione rilasciata ha validità dal 1 luglio 2013 al 29 ottobre 2013.
  • Con decreto dirigenziale del 26 giugno 2013 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario TERVIGO SC, a base della sostanza attiva abamectina, come nematocida per combattere i nematodi galligeni (Melodogyne spp.).
    Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata dal varie associazioni di categoria,  con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari, da impiegare sulle colture di pomodoro e zucchino in serra, contenenti la sostanza attiva abamectina con una specifica azione nematocida.
    Secondo la procedura sono stati acquisiti i pareri del Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali e del Ministero dell'ambiente della tutela del territorio e del mare ed è stata sentita la Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari nelle riunioni del 29 aprile 2013 e successiva del 12 giugno 2013.
    L’autorizzazione rilasciata ha validità dal 22 luglio 2013 al 18 novembre 2013.
  • Con decreto dirigenziale del 26 giugno 2013 è stato autorizzato l’impiego del prodotto fitosanitario Allegante 4,5% - 36c SOLANACEE a base della sostanza attiva acido betanaftossiacetico, come fitoregolatore allegante.
    Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009, a seguito della richiesta inoltrata da associazioni di categoria,  con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari con specifica azione allegante, da impiegare sulle colture di pomodoro e melanzana in campo ed in serra.
    Secondo la procedura sono stati acquisiti i pareri del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e del Ministero dell’ambiente della tutela del territorio e del mare ed è stata sentita la Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari nelle riunioni del 29 aprile 2013 e successiva del 12 giugno 2013.
    L'autorizzazione rilasciata ha validità dal I settembre 2013 al 29 dicembre 2013.

  • Alcune Associazioni di produttori di patate hanno inviato alla Direzione Generale della Sicurezza degli Alimenti e della Nutrizione delle note con le quali sottolineano che gli elateridi della patata risultano essere un problema di difficile controllo e l’unica strategia veramente efficace nel proteggere le patate da questa avversità è l’impiego di formulati  a base della sostanza attiva fipronil.  La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, tenuto conto dell’urgenza del problema e della mancanza di mezzi alternativi di lotta contro l’avversità in questione, nella seduta dell’8 marzo 2012 si è espressa favorevolmente a tale richiesta. Si è pertanto provveduto ad autorizzare, in via eccezionale e per un tempo limitato (120 giorni) il prodotto fitosanitario GOLDOR PATATA 5 GR a base di fipronil di cui al decreto dirigenziale del 12 marzo 2012 per il quale l’impresa interessata ha presentato una richiesta di autorizzazione.
  • La Regione Toscana ha inviato una nota con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di un prodotto fitosanitario contenente la sostanza attiva Bacillus Thuringiensis, varietà kurstaki, da utilizzare con il mezzo aereo per combattere le gravi infestazioni causate da larve di limantria dispar su aree boschive e forestali del territorio. La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nel corso della riunione dell’8 marzo 2012 ha espresso parere favorevole al rilascio di un’ autorizzazione  eccezionale, per un periodo di 120 giorni e limitatamente alle aree afferenti la Regione Toscana, ai sensi dell’articolo 53, paragrafo 1 del regolamento (CE) 1107/2009, per l’impiego del prodotto fitosanitario FORAY 48B AVIO SEVEN a base di Bacillus Thuringiensis sulle aree forestali con il mezzo aereo, di cui al decreto dirigenziale del 27 aprile 2012 (scadenza 24 agosto 2012).
  • Le Associazioni Tabacchicoltori di alcune Regioni hanno presentato richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria diretta ad attivare una procedura per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario VYDATE 10L sulla coltura del tabacco. La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nella seduta del 12 aprile 2012, ha espresso parere favorevole all’estensione d’impiego sulla coltura del tabacco, tramite irrigazione a goccia, per la lotta contro l’agente patogeno Meloidogyne incognita, per un periodo di 120 giorni, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009. Si è pertanto provveduto ad emanare il decreto dirigenziale del 3 maggio 2012 per il quale l’impresa Du Pont de Nemours Italiana S.r.l. ha presentato richiesta di estensione di impiego alla citata coltura del tabacco.
  • Le Regioni Emilia Romagna, Lazio e Piemonte ed alcune Associazioni di agricoltori hanno inviato delle note con le quali hanno fatto presente l’insorgenza di epidemie di cancro batterico causate da batteriosi sulla coltura dell’actinidia. Nelle medesime comunicazioni indicano come intervento strategico l’uso di composti del rame da impiegarsi nella fase vegetativa della coltura. La necessità di autorizzare tali formulati in via eccezionale è motivata in quanto esistono in commercio stessi formulati ma che possono essere impiegati solo in fase di non vegetazione.
  • La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, tenuto conto dell’urgenza del problema e della mancanza di mezzi alternativi di lotta contro l’avversità in questione, nelle sedute dell’ 8 marzo e del 12 aprile 2012 si è espressa favorevolmente a tale richiesta. Si è pertanto provveduto ad autorizzare, in deroga per situazioni di emergenza e per un tempo limitato (120 giorni) i prodotti fitosanitari a base dei composti del rame di cui all’elenco allegato al decreto dirigenziale del 07 maggio 2012 per i quali le imprese interessate hanno presentato una richiesta di autorizzazione.
  • I Servizi Fitosanitari Regionali delle Regioni Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto hanno segnalato l’urgenza di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti sostanze attive ritenute efficaci per la lotta contro l’oidio e la peronospora della vite, da impiegarsi con mezzo aereo (elicottero) in diversi territori delle Province di Piacenza, Pavia, Alessandria, Asti, Cuneo, Treviso; a tal scopo si è provveduto all’autorizzazione in via eccezionale e per un tempo limitato (120 giorni) dei prodotti fitosanitari AVIOCAFFARO 2012 e AVIOZOLFO 2012 per i quali l’Impresa ISAGRO S.p.A. ha presentato richiesta di autorizzazione.
  • La sostanza attiva Triciclazolo, con decisione della Commissione europea 2008/770/CE del 30 settembre 2008, non è stata iscritta nell’allegato I della direttiva 91/414/CEE (recepita con decreto legislativo 194/95). Considerata però l’importanza della sostanza stessa per la lotta contro il brusone del riso e tenuto conto delle richieste di deroga per emergenza fitosanitaria inoltrate da alcune Associazioni di agricoltori e del parere favorevole espresso dalla Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari nella riunione del 7 maggio 2012,  la Direzione Generale della Sicurezza degli Alimenti e della Nutrizione ha provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 17 maggio 2012 di autorizzazione eccezionale della durata di 120 giorni relativa al prodotto fitosanitario BEAM 12.
  • Alcune cooperative agricole hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009 con le quali si proponeva di attivare una procedura d’urgenza per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario FLINT MAX sulla coltura dell’olivo per la lotta contro l’agente patogeno (Colletotrichum gloeosporioides Colletotrichum acutatum) responsabile dell’avversità lebbra delle olive. Pertanto, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione del 12 aprile 2012, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 22 maggio 2012, per il quale l’impresa Bayer CropScience S.r.l. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego del prodotto FLINT MAX sulla coltura dell’olivo per un periodo di 120 giorni.
  • Alcune cooperative agricole hanno inviato richieste di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le quali si proponeva di attivare una procedura eccezionale per l’estensione d’impiego del prodotto fitosanitario CHALLENGE (contenente la sostanza attiva aclonifen) per mancanza di prodotti da utilizzare per il diserbo del cece.  Pertanto, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione del 12 aprile 2012, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 24 maggio 2012, per il quale l’impresa Bayer CropScience S.r.l. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego del prodotto CHALLENGE sulla coltura del cece per un periodo di 120 giorni.
  • La Regione Puglia ha inviato una nota di richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009 per fronteggiare i danni causati dall’agente patogeno (Colletotrichum gloeosporioides Colletotrichum acutatum) responsabile dell’avversità lebbra delle olive.
  • La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nel corso della riunione del 12 aprile 2012, ha espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione eccezionale per un tempo limitato (fino al 31 luglio 2012), ai sensi del citato 53, paragrafo 1 del regolamento (CE) 1107/2009, per l’impiego del prodotto fitosanitario INSIGNIA di cui al decreto dirigenziale del 25 maggio 2012 per la coltura dell’olivo.
  • La sostanza attiva propanile, con decisione 2008/769/CE della Commissione del 30 settembre 2008 e successivo regolamento di esecuzione 1078/2011/UE della Commissione del 25 ottobre 2011, non è stata approvata conformemente al Regolamento (CE) n.1107/2009. Considerata però l’importanza della sostanza attiva per combattere efficacemente le infestanti della coltura del riso nella fase di post-emergenza, si è ritenuto urgente intervenire, al fine di  scongiurare gravi danni alla imminente campagna di semina, con l’emanazione del decreto dirigenziale 5 giugno 2012. Il provvedimento è stato rilasciato in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del Regolamento, a seguito di numerose richieste inoltrate da alcune Associazioni risicoltori,  sentita la Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari nella riunione del 7 maggio 2012 e del parere espresso nella riunione interministeriale tenutasi con i rappresentanti del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e del Ministero dell’ambiente della tutela del territorio e del mare. In tale riunione sono state definite le restrizioni d’uso dei prodotti di cui al citato decreto, in considerazione delle motivazioni concernenti la non approvazione della sostanza attiva propanile.
    Le succitate restrizioni prevedono che:
    - le imprese interessate attuino uno specifico monitoraggio per la protezione ambientale nei confronti di uccelli e mammiferi, organismi acquatici e artropodi non bersaglio (Par.7 del Regolamento (CE) 1078/2011);
    - i prodotti non siano impiegati nelle aree classificate come siti della Rete ecologica europea Natura 2000 definite come SIC e ZPS ai sensi della legge n.157 del 1992 integrata dalla legge n.221 del 2002 nonché del D.P.R. 357/1997 modificato dal D.P.R. n.120/2003.
  • La Provincia Autonoma di Trento ha inviato una richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva fosmet ritenuta indispensabile per il controllo della Drosophila suzukii Matsumura per l’impiego sulla coltura del mirtillo. In considerazione di ciò, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione del 12 aprile 2012, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 14 giugno 2012, per il quale l’impresa Gowan Italia S.p.A. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego del prodotto SPADA 200 EC alla coltura del mirtillo per un periodo di 120 giorni.
  • La Provincia Autonoma di Trento ha inviato una richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva deltametrina ritenuta indispensabile per il controllo della Drosophila suzukii Matsumura per l’impiego piccoli frutti (lampone e mora da rovo). In considerazione di ciò, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione del 12 aprile 2012, si è provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 14 giugno 2012, per il quale l’impresa Bayer CropSciences S.r.l. ha presentato richiesta, relativo all’estensione di impiego dei prodotti DECIS e DECIS JET sulle colture piccoli frutti (lampone e mora di rovo) per un periodo di 120 giorni.
  • Alcune Associazioni di produttori e Consorzi di ricerca hanno inviato delle note con le quali hanno reso noto che si è diffusa in tutte le Regioni l’infestazione causata da Rhagoletis completa sulla coltura del noce. Nelle medesime comunicazioni viene indicato come intervento strategico l’uso di composti a base di phosmet. La necessità di autorizzare tali formulati in via eccezionale è motivata in quanto esistono in commercio stessi formulati a base di phosmet ma che possono essere impiegati solo per altre colture.
    La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, tenuto conto dell’urgenza del problema e della mancanza di mezzi alternativi di lotta contro l’avversità in questione, nella seduta del 20 giugno 2012 si è espressa favorevolmente a tale richiesta. Si è pertanto provveduto ad autorizzare, in deroga per situazioni di emergenza ai sensi dell’ articolo 53 del regolamento CE n. 1107/2009 fino al 31 agosto 2012 il prodotto fitosanitario a base di phosmet di cui al  decreto dirigenziale del 12 luglio 2012 per il quale l’ impresa interessata ha presentato una richiesta di autorizzazione.
  • Alcune Associazioni Ortofrutticole hanno inviato una richiesta di deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria, ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la quale è stata segnalata la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva 1,3-dicloropropene ritenuta indispensabile per il controllo dei nematodi nel terreno. In considerazione di ciò, acquisito il parere favorevole della Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nella riunione del 20 giugno 2012, si è provveduto ad autorizzare, in via eccezionale e per un tempo limitato (120 giorni)  i prodotti fitosanitari a base della sostanza attiva 1,3 Dicloropropene di cui all’elenco allegato al decreto dirigenziale del 16 luglio 2012 per i quali le imprese interessate hanno presentato una richiesta di autorizzazione (scadenza 12 novembre 2012).
  • La Regione Autonoma della Sardegna  ha segnalato che le infestazioni da larve di Thaumetopoea pityocampa (processionaria del pino) risultano essere un problema di difficile controllo e l’unica strategia veramente efficace nel proteggere le aree forestali e boschive da questa avversità è l’impiego con il mezzo aereo di formulati a base di Bacillus Thuringiensis, varietà kurstaki ceppo ABTS-351. La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nel corso della riunione del 24 ottobre 2012, ha espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione eccezionale per un tempo limitato (120 giorni) per l’impiego del prodotto fitosanitario FORAY 48B AVIO Eight a base di Bacillus Thuringiensis, ai sensi dell’articolo 53, paragrafo 1 del regolamento (CE) 1107/2009 ed alle condizioni di cui al decreto dirigenziale del 19 novembre 2012  (scadenza 20 marzo 2013).
  • Alcune Associazioni di agricoltori hanno inviato alla Direzione Generale della Sicurezza degli Alimenti e della Nutrizione delle note con le quali sottolineano che gli elateridi della patata risultano essere un problema di difficile controllo e l’unica strategia veramente efficace nel proteggere le patate da questa avversità è l’impiego di formulati  a base di fipronil.  La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, tenuto conto dell’urgenza del problema e della mancanza di mezzi alternativi di lotta contro l’avversità in questione, nella seduta del 24 ottobre 2012 si è espressa favorevolmente a tale richiesta. Si è pertanto provveduto ad autorizzare, in via eccezionale e per un tempo limitato (120 giorni) il prodotto fitosanitario GOLDOR 5 GR a base di fipronil di cui al decreto dirigenziale del 10 dicembre 2012 per il quale l’impresa interessata ha presentato una richiesta di autorizzazione.

Data di pubblicazione: 16 dicembre 2014, ultimo aggiornamento 18 luglio 2017

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area