L’Organizzazione mondiale della sanità raccomanda che i bambini siano allattati al seno in maniera esclusiva fino al compimento del 6° mese di vita

Quasi tutte le madri, adeguatamente informate e sostenute sono in grado di allattare al seno senza particolari problemi; le situazioni in cui l'allattamento al seno non è raccomandato o possibile sono rare

Dal sesto mese si può iniziare lo svezzamento del bambino, con l’integrazione di cibi solidi e semisolidi all’alimentazione con solo latte

I bambini in sovrappeso corrono un rischio maggiore di diventare degli adulti obesi e di soffrire, nel loro futuro, di patologie quali diabete, ipertensione, malattie cardiovascolari

Aumenta il numero di bambini e pre-adolescenti che presentano alterazioni del comportamento alimentare e quadri clinici simili a quelli fino a poco tempo fa osservabili solo nell’adolescente e nell’adulto, come l’anoressia e la bulimia