Il controllo ufficiale sui residui di prodotti fitosanitari nei prodotti alimentari viene effettuato per la verifica del rispetto dei livelli massimi stabiliti con il regolamento CE N. 396/2005 . Tale controllo rappresenta una delle priorità sanitarie più rilevanti nell’ambito della sicurezza alimentare, ed ha la finalità di garantire un livello elevato di protezione del consumatore

Ancor prima del regolamento CE N.396/2005 in Italia era stato emanato il decreto ministeriale del 23 dicembre 1992 che rappresenta il piano nazionale sui residui di prodotti fitosanitari in alimenti ha fornito dei requisiti minimi alle Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano per la programmazione dei controlli sui residui di sostanze attive da parte delle unità sanitarie locali.

La relazione che è un obbligo previsto dal Regolamento CE N. 882/2004 e dallo stesso Regolamento CE N. 396/2005 consente, oltre la verifica delle attività di controllo anche di valutare il rischio per la salute dei consumatore derivante dal grado di contaminazione dei prodotti.