La Classificazione Nazionale dei Dispositivi Medici, definita dalla Commissione Unica sui dispositivi, consentirà di scambiare informazioni, con un linguaggio comune, tra tutti coloro che gestiscono il settore di dispositivi medici

Per i dispositivi medico-diagnostici in vitro è stata adottata la classificazione EDMA (European Diagnostic Manufacturers Association) allo scopo di contribuire a un miglioramento di standardizzazione e unificazione oltre che all’affidabilità dell’informazione nel mercato europeo

La GMDN (Global Medical Device Nomenclature) è la nomenclatura attualmente utilizzata a livello europeo