La Sicurezza degli alimenti rappresenta un interesse primario della popolazione e coinvolge in modo trasversale e con differenti ruoli le istituzioni, i consumatori, i produttori e il mondo scientifico

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa), nella sua funzione di valutazione del rischio, elabora pareri scientifici indispensabili all’attività legislativa e a quella della definizione delle politiche europee, per consentire agli organismi decisionali (Commissione europea, Parlamento europeo e agli Stati membri) di assumere decisioni tempestive ed efficaci nella gestione del rischio alimentare

Per facilitare i rapporti di collaborazione, l'EFSA e i Paesi membri hanno sottoscritto un accordo di cooperazione che ha previsto, tra le altre cose, l'impegno di ogni Stato membro ad individuare nel proprio paese, un punto di raccordo (national focal point) tecnico-scientifico con l'Autorità europea

L’articolo 36 del Regolamento CE del Parlamento europeo e del Consiglio n. 178/2002, che istituisce l’EFSA,  prevede che la stessa promuova il collegamento attraverso reti europee delle organizzazioni competenti in valutazione del rischio in materia di sicurezza alimentare, al fine di agevolare la cooperazione scientifica attraverso il coordinamento delle attività, lo scambio di informazioni, l’elaborazione e l’esecuzione di progetti comuni, nonché lo scambio di specifiche competenze nei settori di attribuzione dell’Autorità europea

Il Regolamento CE 178/2002 stabilisce che l’Autorità europea per la sicurezza alimentare gestisca una rete scientifica nazionale di organizzazioni operanti nei settori di propria competenza (networks), finalizzata al miglioramento e potenziamento dell’attività di cooperazione tra EFSA e stati membri