Home / Temi e professioni / Animali / Sanità animale / Malattie animali / Principali malattie animali / Tubercolosi bovina

Tubercolosi bovina

immagine di un bovino sotto osservazione

Malattia

Malattia batterica causata da Mycobacterium bovis e Mycobacterium caprae, colpisce l'uomo e gli animali e si presenta con decorso per lo più cronico depauperante, è caratterizzata da processi produttivi di tipo granulomatoso con formazione di noduli (tubercoli) e di processi essudativi.

La TBC è classificata come malattia della lista B dell'Office International des Epizooties (OIE) e viene considerata come patologia con effetti socio-economici e di salute pubblica di notevole rilevanza e con impatto potenzialmente significativo nei confronti del commercio internazionale di animali e prodotti animali.

Dati epidemiologici nazionali

La malattia è presente in alcuni territori dell’Italia, prevalentemente al sud, dove risulta di difficile eradicazione per le caratteristiche intrinseche del microorganismo in termini di resistenza all’ambiente esterno e per la tipologia di allevamento improntato alla monticazione e transumanza.

Negli ultimi anni, grazie agli interventi normativi, l’attività di formazione sul campo e l’implementazione di sistemi atti alla verifica puntuale dell’attività svolta sul territorio, si è assistito ad un miglioramento della situazione epidemiologica con riduzione del numero di focolai.

Serbatoio epidemiologico: Il bovino è considerato l’ospite naturale e serbatoio principale della malattia, tuttavia è dimostrato che alcune specie selvatiche possono fungere da reservoir per M. bovis/M. caprae. In particolare il tasso, il cinghiale (Hardstaff et al. 2014, Res. Vet. Sci. 97: S86-S93) e il cervo (Fink et al. 2015, Emerg. Inf. Disease 21: 464-467).

In Italia cervo e cinghiale sono stati descritti con il ruolo di spill over “ospiti accidentali” di M. bovis (Serraino et al. 1999. J. Clin. Microbiol. 37: 2766-2771; Chiari et al. 2016) con trasmissione da bovini infetti. E’ stato inoltre descritto un caso di TB nel capriolo (Balseiro et al. 2009)

Piani di eradicazione e Azioni di controllo

Annualmente si elabora un Piano di Eradicazione per la Tubercolosi bovina e bufalina, presentato alla Commissione europea per l’approvazione ed il cofinanziamento, che prevede l’esecuzione di controlli negli allevamenti di bovini e bufalini, annuali per i territori non ufficialmente indenni, con cadenze diverse per i territori ufficialmente indenni; viene inoltre effettuata l’ispezione presso gli impianti di macellazione

Raccomandazioni

  • Evitare zone di foraggiamento o di assembramento artificiale per la fauna selvatica
  • Corretto smaltimento dei visceri degli animali cacciati/abbattuti.
  • Sensibilizzazione tramite formazione diretta agli stakeholders per una corretta gestione del territorio per sorveglianza attiva e passiva



Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Stampa
  • Invia email

Tag associati a questa pagina


.