Home / Argomenti - Organizzazione Mondiale della Sanità - OMS / Consiglio Esecutivo

Consiglio Esecutivo

Immagine Logo OMS


Il Consiglio Esecutivo (Executive Board) è formato dai rappresentanti di 34 Stati Membri dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, tecnicamente qualificati nelsettore della salute. La loro carica è elettiva e della durata di tre anni, secondo un sistema di rotazione che garantisce un’equa rappresentatività geografica.

Il Consiglio esecutivo ha funzioni consultive nei confronti dell’Assemblea Mondiale su specifiche materie ad esso demandate, ne attua le decisioni e le politiche, e in generale ne facilita le attività.
Nel corso della riunione principale del Consiglio Esecutivo, che si tiene ogni anno a gennaio, gli Stati Membri adottano risoluzioni da sottoporre all’approvazione della successiva Assemblea Mondiale della Sanità e ne stabiliscono l’ordine del giorno; nel mese di maggio, subito dopo l’Assemblea Mondiale, ha luogo una seconda riunione, più breve, chiamata a decidere su materie di tipo prettamente amministrativo.

La nomina dell’Italia - e di altri 9 Stati - nel Consiglio Esecutivo è stata ratificata per il triennio 2017-2020 durante la sessione dei lavori dell’Assemblea Mondiale della Sanità del maggio 2017, con l’ingresso in qualità di membro titolare del dott. Ranieri Guerra, allora Direttore Generale della Prevenzione Sanitaria e successivamente nominato Assistant Director General presso la sede OMS di Ginevra. Tale nomina dopo 14 anni di assenza dell’Italia in seno a detto organismo (triennio 2000-2003). Attualmente, a rappresentare il nostro Paese presso il Consiglio Esecutivo, è il prof. Gualtiero Ricciardi, al tempo Presidente dell'Istituto superiore di Sanità e succeduto al dott. Ranieri Guerra nel novembre 2017.

La 148^ Sessione del Consiglio Esecutivo dell’OMS si è svolta dal 18 al 26 gennaio 2021 in videoconferenza ed ha rappresentato senza dubbio un passaggio chiave nella vita dell'Organizzazione e della collaborazione internazionale nella lotta al COVID-19. 

Il Direttore Generale dell’OMS, nell’intervento di apertura dei lavori, ha pronunciato un forte discorso all’indirizzo degli Stati Membri, incentrato sulla tematica dell’accesso ai vaccini, e sulle priorità che la comunità internazionale dovrà affrontare nei prossimi mesi per fare fronte alle sfide di una pandemia ancora in forte evoluzione. Il Direttore Generale ha, tra gli altri, ricordato l’ACT Accelerator e il pilastro dei vaccini COVAX che hanno gettato le basi per un'equa distribuzione e diffusione dei vaccini.

148ma Sessione

La 148^ sessione del Consiglio esecutivo è stata incentrata sulla pandemia del virus SARS-Cov-2 e sul rafforzamento dell’OMS. A tal riguardo, il Direttore Esecutivo del Programma Emergenze, Mike Ryan, ha offerto una panoramica aggiornata sui trend della pandemia. Successivamente sono intervenute le due Co-Presidenti del Panel Indipendente “IPPR”, Helen Clark ed Ellen Johnson Sirleaf, sono intervenute per presentare alla membership OMS i “main findings” del secondo rapporto sui progressi del lavoro del Panel.

Il Direttore Esecutivo del Programma Emergenze ha offerto, inoltre, un contributo alla riflessione in corso sul rafforzamento del sistema OMS di preparazione e risposta alle emergenze sanitarie internazionali, evidenziando alcuni elementi del Rapporto presentato al Board.

Altro intervento strettamente connesso alla pandemia da Covid-19 è stato quello del Presidente del Comitato di Revisione dei Regolamenti Sanitari Internazionali, con cui sono stati delineati i punti principali dell’Interim Progress Report contenuto nel documento EB148/19 "Strengthening preparedness for health emergencies: implementation of the International Health Regulations”.

Ugualmente interessante è stato l’intervento della Presidente del Comitato indipendente (che ha il compito di monitorare e valutare la performance del Programma Emergenze dell’OMS, con funzioni di indirizzo) che, nel prendere atto dei miglioramenti negli orientamenti tecnici diffusi dall’OMS rispetto alla sua precedente valutazione, ha formulato una serie di raccomandazioni a tutti gli Stati Membri affinchè, con il supporto dell’OMS, applichino interamente le misure di prevenzione e rafforzino la sorveglianza delle nuove varianti del Sars-CoV2.

A conclusione dell'ampio dibattito sulla risposta al COVID-19, il Consiglio esecutivo ha adottato per consenso la Decisione, promossa dagli Stati Membri dell’Unione Europea, che dà avvio ai negoziati sul “rafforzamento” dell’OMS.

Altro documento adottato, su un tema chiave collegato alla pandemia, è rappresentato dalla Decisione sulla tutela della salute mentale, la cui rilevanza globale si è imposta nel contesto della crisi del COVID-19, ma che abbraccia l’insieme delle situazioni di emergenza sanitaria.

Durante la 148^ sessione del Consiglio esecutivo sono stati esaminati numerosi altri dossier non direttamente collegati alla crisi del COVID-19, nella consapevolezza che al protrarsi della pandemia deve fare da contraltare un rinnovato slancio sugli altri grandi cantieri aperti della diplomazia sanitaria globale. Tra questi vanno menzionati le determinanti sociali della salute, in un’ottica che abbraccia salute umana, ambiente e sviluppo; la sicurezza dei pazienti; il diabete e l’insieme delle malattie non trasmissibili, principale causa di mortalità nel mondo; l’accesso alle terapie per il cancro e le malattie rare; disabilità, salute ed emergenze sanitarie; eradicazione della poliomielite; la lotta a HIV, epatite ed altre infezioni a trasmissione sessuale; la prevenzione dello sfruttamento, l'abuso e le molestie sessuali; la cura degli occhi e la salute orale, che riguarda miliardi di persone nel mondo; il tema della resistenza antimicrobica, che proietta un’ombra sul futuro della salute globale; l’immunizzazione, tornata quanto mai alla ribalta con la crisi del COVID; le complesse dinamiche della falsificazione dei medicinali, il tema della produzione locale, le promesse dell’innovazione in ambito sanitario e la proprietà intellettuale; l’implementazione del Protocollo di Nagoya e il “Bio Hub” per la condivisione di agenti patogeni: rispetto a quest’ultimo tema, il Direttore Generale ha ringraziato i Paesi iniziatori (ed in particolare l’Italia, con Thailandia e Sud Africa); la nomenclatura internazionale dei dispositivi medici, che vede l’OMS impegnata nello sviluppo di una piattaforma gratuita ed universale, improntata ad una logica di “bene pubblico” e mutuata dall’esperienza europea (con fondamentale contributo italiano).

Consulta:

147ma Sessione

La 147 Sessione del Consiglio Esecutivo dell’OMS si è svolta il 22 maggio 2020 in videoconferenza.

I punti all’ordine del giorno sono stati limitati essenzialmente agli aspetti programmatici, gestionali, amministrativi e finanziari, come  l’elezione del Presidente, dei Vice-Presidenti e dei Relatori, il resoconto del Programme, Budget and Administration Committee, e le future sessioni del Comitato Esecutivo e dell'Assemblea della Sanità.

La trattazione delle questioni di salute pubblica è stata spostata ad una successiva edizione, sia a causa della crisi legata alla diffusione del virus, che per analogo rinvio dell’Assemblea Mondiale della Sanità ad una sessione “speciale”, da tenersi nei mesi di ottobre o novembre. relativamente alla discussione e approvazione di argomenti di rilevante importanza a livello mondiale

Nel corso della sessione sono state discusse ed approvate 9 Decisioni.

Consulta:

147ma Sessione Speciale

Nelle giornate del 5 e 6 ottobre 2020 si è tenuta, a Ginevra, una Sessione speciale del Consiglio Esecutivo dell’OMS, interamente dedicata al Covid-19. L’agenda, dunque, include esclusivamente discussioni sulle strategie di contenimento della pandemia. Sull’attuazione della risoluzione della 73ma Assemblea Mondiale per la risposta al virus, è stato presentato un report di aggiornamento che fornisce un breve riassunto delle attività di contrasto al Covid-19 portate avanti dall'OMS dal gennaio 2020. L'Organizzazione Mondiale della Sanità continua a lavorare con le Nazioni Unite, i partner e le parti interessate a livello globale, regionale, nazionale e locale. Nel report vengono inoltre definite le misure adottate per garantire che si faccia tesoro degli insegnamenti utili acquisiti nelle diverse fasi dell’emergenza e che le migliori pratiche vengano implementate con l’evoluzione della pandemia.

Un secondo report di aggiornamento è stato sottoposto al Consiglio dal Panel Indipendente per la Preparazione e la Risposta alla Pandemia. Trattasi di un gruppo di esperti indipendenti promosso dal Direttore generale dell'OMS - e annunciato il 10 luglio 2020 - per avviare, al più presto e in consultazione con gli Stati membri, un processo graduale di valutazione imparziale, indipendente e completa della crisi e dell’appropriatezza delle misure esistenti.

La sessione speciale ha preso inoltre in considerazione gli aggiornamenti del Presidente del Comitato di Revisione sul funzionamento del Regolamento Sanitario Internazionale (2005) durante la risposta al Covid-19 e il Presidente del Comitato Indipendente di Supervisione e Consulenza per il Programma per le Emergenze Sanitarie dell'OMS.

Per il dettaglio dei documenti, alcuni dei quali ancora in attesa di pubblicazione, è possibile consultare la sezione dell’OMS.

Documentazione relativa alle sessioni precedenti del Consiglio Esecutivo OMS

Sessione 2020:

Sessione 2019:

Sessione 2018:

Sessione 2017:

Sessione 2016:

Sessione 2015


Sessione Speciale Ebola:

Sessione 2014

Sessione 2013

Sessione 2012

Sessione 2011



Data di ultimo aggiornamento 10 febbraio 2021



Condividi

Tag associati a questa pagina

Argomenti - Organizzazione Mondiale della Sanità - OMS


Argomenti

.