Ministero della Salute

Latte crudo

Ultimo aggiornamento:  7 agosto 2013

1. E’ vero che il latte fresco pastorizzato è meno ricco di vitamine e di altre sostanze rispetto a quello crudo?

Le temperature a cui è sottoposto il latte fresco pastorizzato possono comportare una lieve riduzione del valore nutrizionale del latte, in particolare del contenuto vitaminico. Si tratta, tuttavia, di una perdita molto contenuta e, in un’ottica rischio/beneficio, di gran lunga inferiore rispetto al rischio di incorrere in infezioni batteriche, anche gravi. Per questo motivo, il Ministero della salute ha disposto l'obbligo da parte del produttore di latte crudo di informare il consumatore circa le corrette modalità di consumo del latte crudo che prevedono la bollitura.

2. Cosa rischio se bevo un bicchiere di latte appena munto?

Il consumo di latte crudo contaminato può essere la causa di infezioni anche gravi nell’uomo. Batteri patogeni che possono essere presenti nell’intestino dei bovini da latte senza causare loro malattia, possono accidentalmente contaminare il latte crudo e trasmettere l’infezione all’uomo. Il rischio è generalmente contenuto, ma non deve essere trascurato, specialmente per i bambini, gli anziani e le persone immunodepresse. Si tratta di un pericolo che i trattamenti termici di pastorizzazione o la bollitura consentono di eliminare.

3. Vado con la mia famiglia in un agriturismo dove offrono latte alla spina. Posso fidarmi?

Prima del consumo è bene accertarsi che il latte sia stato sottoposto a bollitura o a pastorizzazione.

4. E’ vero che il latte crudo è più buono e genuino, lasciando intatto il sapore caratteristico del latte?

E' bene sottolineare che il sapore e la genuinità sono caratteristiche soggettive. Si tratta comunque di qualità che possono dipendere in larga misura anche dal tipo di alimentazione cui sono sottoposte le bovine produttrici e dalle condizioni igieniche e di salubrità con le quali il latte viene prodotto attraverso la mungitura, raccolto, trattato e distribuito.

5. Il latte crudo protegge da allergie e intolleranze?

Nella letteratura scientifica esistono alcuni studi che hanno dimostrato l’esistenza di un’associazione statisticamente significativa tra il consumo di latte crudo e la riduzione di fenomeni allergici in età pediatrica.