I Carabinieri del NAS, sulla base di un articolato programma concertato con il Ministero della Salute, nel decorso mese di giugno hanno avviato -in ambito nazionale- l’operazione “ESTATE TRANQUILLA 2015”.

La prima fase della campagna, che ha avuto luogo nel periodo fine giugno-inizi di luglio, ha riguardato le strutture turistiche balneari e, nello specifico, il controllo delle cucine e dei depositi alimentari ad essi annessi.

Sono state ispezionate oltre 600 strutture ubicate in varie località turistiche e di villeggiatura della penisola, rilevando irregolarità nel 5% dei casi che si concretizzano con l’accertamento di 170 violazioni alle normative nazionali e comunitarie, con la segnalazione alle Autorità Giudiziarie ed Amministrative di oltre 100 persone e con la contestazione di sanzioni per 130 mila euro.

Nel medesimo contesto è stata disposta da parte della preposta autorità sanitaria la chiusura di 14 strutture poiché prive dei requisiti minimi igienico-strutturali, per un valore di 2 milioni e mezzo di euro. Sono state altresì sottratte al consumo circa 4 tonnellate di derrate alimentari (prodotti ittici, carni, formaggi, frutta, verdura, bibite, gelati, dolci e prodotti da forno) di ignota provenienza attesa la mancanza di idonea documentazione atta a dimostrarne la tracciabilità e detenute, in alcuni casi, in cattive condizioni igienico-sanitarie, stoccate in ambienti inadeguati e recanti termine di scadenza già superato.

L’attività di controllo proseguirà per tutto il periodo estivo secondo un calendario stabilito e con riguardo a obiettivi di rilevanza turistica e socio-sanitaria, al fine di tutelare la salute dei cittadini italiani e stranieri.

Data di pubblicazione: 27 luglio 2015, ultimo aggiornamento 28 luglio 2015