SaluteInforma+

Iscriviti alla newsletter SaluteInforma+


Notizie

Le recenti dichiarazioni e interviste del Ministro

Comunicati

Leggi gli ultimi comunicati stampa del Ministero della Salute


In primo piano

Iss, Giulia Grillo: "Accetto le dimissioni del prof. Ricciardi. Nomineremo un commissario per garantire l'operatività dell'Istituto"

"Accetto le dimissioni del prof. Ricciardi dalla presidenza dell'Istituto Superiore di Sanità, oggi abbiamo ricevuto la sua lettera. Ero a conoscenza da qualche settimana della sua volontà che rispetto.

Il presidente lascerà l'incarico dal 1° gennaio e contestualmente nomineremo un commissario per assicurare il funzionamento della macchina amministrativa, perché è necessario garantire continuità operativa all'Istituto, che è un fiore all'occhiello del nostro Paese".




Cannabis a uso medico, ok dell'Olanda a maggiori scorte. Giulia Grillo: "Dai 350 kg del 2017 a oltre 1000 kg nel 2019: finalmente svolta per i pazienti in cura"

"Il 2019 dovrebbe finalmente segnare l'anno della svolta per i pazienti in trattamento, poiché per la prima volta le disponibilità effettive dovrebbero superare la tonnellata, a fronte dei 350 kg del 2017 e dei circa 600 kg del 2018, rispondendo in maniera più adeguata alle aumentate richieste di prescrizioni mediche - sottolinea il ministro della Salute Giulia Grillo. Negli ultimi mesi, le disponibilità di cannabis a uso medico sono cresciute, venendo dunque incontro alle giuste richieste delle associazioni dei pazienti, anche se restano difficoltà nella distribuzione su cui vanno fatti ulteriori passi avanti. Mi sono impegnata fin dalle prime settimane del mio insediamento a trovare il modo per rispondere con atti concreti alle esigenze delle persone sofferenti, che dall'uso della cannabis terapeutica traggono effettivo sollievo al dolore cronico.

A chi guarda con sufficienza a queste problematiche e fa ironia sull'uso di questa sostanza, rispondo da medico, prima che da ministro, ricordando a tutti che le preparazioni a base di cannabis possono essere prescritte solo dal medico e sono utilizzate principalmente nella terapia del dolore, in caso di gravi patologie quali la sclerosi multipla e le lesioni midollari, ma anche nella cura dei tumori per alleviare i sintomi causati dalla chemio e radioterapia. Anche per questo sono particolarmente orgogliosa di poter dare una prima risposta ai pazienti, perché sappiamo, lo ripeto, che vi sono ancora disomogeneità nella distribuzione del farmaco e su questo bisogna continuare a lavorare".

Leggi il comunicato...




Campagna di comunicazione sull'influenza 2018-2019

L'influenza si colloca tra le prime 10 principali cause di morte in Italia (Fonte: FluNews Italia). I dati forniti dal sistema di rilevazione, attivo dal 1999, hanno permesso di stimare che interessa ogni anno tra il 4 ed il 12% della popolazione italiana (dalla stagione 2000/2001 alla stagione 2016/2017) a seconda delle caratteristiche dei virus influenzali circolanti. L'influenza rappresenta un serio problema di sanità pubblica e una rilevante fonte di costi diretti e indiretti per la gestione dei casi e delle complicanze della malattia e l'attuazione delle misure di controllo.

Continua a leggere...




Mense scolastiche. I Nas chiudono sette strutture. Ministro Grillo: "Grazie ai nostri Carabinieri, furbi e 'cucine da incubo' non possono essere tollerati"

Il Comando per la Tutela della Salute, d'intesa con il ministero della Salute, ha avviato fin dall'inizio dell'attuale anno scolastico un monitoraggio di controllo, ancora in corso, sui servizi di ristorazione nelle scuole di ogni ordine e livello.

L'obiettivo è accertare le condizioni d'igiene e strutturali dei locali, la rispondenza dei menù ai capitolati d'appalto, la corretta gestione e preparazione degli alimenti, anche in relazione alle esigenze nutrizionali e salutistiche dei ragazzi.

Questi i primi risultati. Sono state ispezionate 224 mense presenti negli istituti scolastici del territorio nazionale, delle quali 81 hanno evidenziato irregolarità, tra queste 7 presentavano una grave situazione igienico-strutturale e ne è stata disposta la sospensione del servizio.

Alle 81 irregolari sono state contestate 14 violazioni penali, 95 infrazioni amministrative alle normative nazionali e comunitarie con il deferimento di 15 persone alle competenti Autorità Giudiziarie oltre alla segnalazione di 67 soggetti alle Autorità Amministrative, nonché l'irrogazione di sanzioni pecuniarie per oltre 576mila euro.

Nel medesimo contesto sono stati individuati e sottoposti a sequestro oltre 2 tonnellate di derrate alimentari (prodotti ittici, carni, formaggi, frutta, verdura, olio, pane) poiché prive di indicazioni di tracciabilità e provenienza dei prodotti, detenute in ambienti e condizioni inadeguati nonché scadute di validità.

"Cibi scaduti, gravi carenze igieniche, perfino topi e parassiti vari: un film dell'orrore – dichiara il ministro della Salute, Giulia Grillo - Come madre e come ministro mi indigna pensare che sulle tavole dei nostri figli, a scuola, possano finire escrementi, muffe o alimenti di dubbia origine.

Oggi chi lavora nel settore delle mense sa benissimo che vi sono regole chiare da seguire e tutti i mezzi possibili per garantire tracciabilità, igiene e correttezza di conservazione degli alimenti. Per questo non possiamo permettere il menefreghismo di chi stipula contratti ben precisi e poi fa il furbo o peggio. A maggior ragione quando è in gioco la salute dei più piccoli e vulnerabili: i bambini.

Grazie ai nostri Carabinieri del Nas per l'ottimo lavoro e per la grande dedizione e scrupolosità con cui effettuano le ispezioni. A loro va la mia totale gratitudine e quella di tutti i genitori".

Continua a leggere...





Si parla di salute

Carabinieri NAS: controlli in ambito sanitario, denunciate 9 persone

Comunicato n. 1085 - Il NAS di Milano, a conclusione di una complessa attività investigativa finalizzata al contrasto dell'esercizio abusivo della professione medica, ha deferito sette persone in stato di libertà.
Tre degli indagati sono un medico chirurgo, il legale rappresentante e il direttore sanitario di una clinica di lombarda, e sono accusati di aver consentito, ad altre quattro persone lavoranti presso la medesima struttura, di esercitare abusivamente la professione sanitaria di medico chirurgo benché non avessero mai conseguito il necessario titolo di studio. Nel particolare, i quattro sedicenti sanitari si erano specializzati nell'estrazione e l'innesto di bulbi piliferi per il trattamento delle calvizie.

Anche il NAS di Genova ha deferito una persona per esercizio abusivo di una professione. In questo caso il reato è stato accertato durante l'ispezione di uno studio di agopuntura. Durante il controllo i Carabinieri hanno scoperto che il titolare della struttura eseguiva attività di agopuntura dopo aver preso visione di esami diagnostici dei clienti, calibrando quindi  il proprio operato in una vera e propria azione curativa, per lo somministrazione della quale non aveva mai conseguito titoli di studio presso atenei italiani.

Il NAS di Salerno, a conclusione di una serie di accertamenti sulle apparecchiature utilizzate presso il reparto di radiologia di un ospedale della provincia di Benevento, ha deferito una persona in stato di libertà.
Le verifiche degli uomini del NAS, infatti, hanno appurato che l'indagato, nella sua qualità di Direttore Generale della struttura, aveva omesso di approntare i programmi di garanzia di qualità e di valutazione della dose/attività somministrata ai pazienti mediante le apparecchiature radiografiche in uso al reparto radiologico.

Vai alle altre notizie dei Nas...





Carabinieri NAS Bologna: sequestro di integratori alimentari irregolari

Comunicato n. 1084 - I Carabinieri del NAS di Bologna, in una località della provincia ferrarese, nell'ambito delle attività di vigilanza e controllo sui prodotti alimentari destinati ad un'alimentazione particolare, hanno sequestrato amministrativamente oltre 1800 confezioni di integratori alimentari con etichetta irregolare e pubblicizzati in maniera ingannevole per il consumatore. I prodotti, rinvenuti all'interno di un esercizio commerciale, sede altresì di società di distribuzione per il mercato italiano, riportavano, infatti, indicazioni riguardanti la salute individuale, quali la percentuale o entità della perdita di peso, non consentite per legge. Al rappresentante legale è stata contestata una sanzione amministrativa di 10 mila euro.

Vai alle altre notizie dei Nas...





Carabinieri NAS Potenza: controlli su corretto utilizzo di pesticidi in prodotti ortofrutticoli

Comunicato n. 1083 - I Carabinieri del NAS di Potenza, nell'ambito dei controlli sul corretto utilizzo di prodotti fitosanitari, a seguito di un prelevamento di un campione di mele, ha accertato la presenza ed il superamento del limite massimo, consentito per l'immissione nel circuito commerciale, del pesticida "CHLORPYRIPHOS", tossico per l'uomo.   
Il titolare dell'azienda agricola ortofrutticola, sita in una località della città metropolitana di Napoli, è stato deferito all'Autorità Giudiziaria.

Vai alle altre notizie dei Nas...





Dal Ministero

Come usare abbreviazioni, acronimi, sigle e simboli nella prescrizione di un farmaco



L'uso di abbreviazioni, acronimi, sigle e simboli, sebbene sia prassi comune durante la gestione del farmaco in ospedale e sul territorio, può causare errori e danni ai pazienti.

Scrivere, ad esempio,  il nome del principio attivo abbreviato invece che per esteso può portare a scambiare farmaco, oppure  "1,0 mg" (invece che "1 mg") può essere confuso con 10 mg.

Pertanto, allo scopo di migliorare la sicurezza dei pazienti, il ministero della Salute ha emanato la Raccomandazione n. 18, che fornisce indicazioni per prevenire gli errori in terapia conseguenti all'utilizzo di abbreviazioni, acronimi, sigle e simboli (non standardizzati) e promuovere l'adozione di un linguaggio comune tra medici, farmacisti e infermieri.

Nella Raccomandazione viene, infatti, proposta una standardizzazione delle definizioni, che facilita la comunicazione delle informazioni all'interno della struttura sanitaria e tra strutture sanitarie particolarmente nelle Transizioni di cura.

La Raccomandazione è rivolta agli operatori sanitari coinvolti nel processo di cura del paziente e nella gestione dei farmaci oltre che a Regioni e Province Autonome e alle Direzioni aziendali.

Per approfondire, consulta la Raccomandazione n. 18 "Raccomandazione per la prevenzione degli errori in terapia conseguenti all'uso di abbreviazioni, acronimi, sigle e simboli".

Ricetta elettronica, nuove funzionalità



Il ministero della Salute informa che è stata attivata la funzione di ricerca e di visualizzazione delle ricette veterinarie elettroniche per i proprietari di animali da reddito o da compagnia, all'interno del sito www.ricettaveterinariaelettronica.it.

La ricerca e la visualizzazione saranno possibili mediante il Numero Ricetta e il PIN della ricetta, oppure tramite il proprio Codice Fiscale e il PIN, senza obbligo di registrazione.

La nuova funzione è accessibile anche da smartphone e tablet.

La semplificazione riguarda solo i proprietari e detentori di animali, sia da reddito che da affezione. Invece, nel caso degli operatori che devono operare attivamente nel Sistema Informativo Nazionale della Farmacosorveglianza e avere pieno accesso ai servizi messi a disposizione, cioè la consultazione delle proprie ricette veterinarie elettroniche e delle scorte autorizzate presso l'allevamento, la consultazione e l’utilizzo dei protocolli terapeutici, la registrazione dei trattamenti e la consultazione del Registro dei Trattamenti e per la gestione di dati e anagrafiche di supporto, rimane obbligatorio registrarsi per richiedere le credenziali di accesso.

Si informa, inoltre, che sono online le prime 5 pillole video, all'interno del canale youtube della ricetta veterinaria elettronica.

Continua a leggere...

Relazione riguardante il controllo delle micotossine negli alimenti - anno 2017



Relazione 2018 riguardante il controllo delle micotossine negli alimenti - anno 2017 a cura del Ministero della Salute

Abstract
Il Ministero della salute, in collaborazione con l'Istituto superiore di sanità, ha predisposto a partire dall'anno 2016 il Piano nazionale di controllo ufficiale delle micotossine 2016-2018, per armonizzare a livello territoriale, i controlli ufficiali relativi al contaminante "micotossine" nei prodotti alimentari. Il 2017 è il secondo anno di programmazione del Piano nazionale.

Periodo di riferimento 2017

Periodicità annuale

Download



SaluteInforma+

Newsletter ufficiale del Ministero della Salute

  • A cura di: Direzione generale della comunicazione e dei rapporti europei ed internazionali
    Ufficio II - Relazioni istituzionali, produzione editoriale ed eventi
  • Coordinamento editoriale e direzione: Annunziatella Gasparini
  • Ha collaborato a questo numero: Alessandra Bellini
  • Progetto Editoriale: Annunziatella Gasparini

In collaborazione con la Direzione generale della digitalizzazione, del sistema informativo sanitario e della statistica


Se non vuoi più ricevere questa newsletter cancellati.

  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 19 dicembre 2018, ultimo aggiornamento 19 dicembre 2018