Iscriviti alla newsletter SaluteInforma+

Versione stampabile    Versione .pdf    


Editoriale

"Queste ultime due settimane sono state dense di avvenimenti importanti per la sanita' e per i cittadini italiani. Abbiamo "portato a casa" una grande vittoria nel Consiglio dei Ministri del 18 aprile scorso tenendo fede alla promessa che avevo fatto sin dall'inizio del mio mandato di ministro, cioe' che non ci sarebbero piu' stati tagli lineari alla sanita'. Nel decreto che abbiamo licenziato in Cdm la parola sanita' non e' neanche menzionata e questo e' estremamente importante perche' significa che e' rimasto intatto il principio che ho affermato in questi mesi: fare tagli e risparmi ragionati attraverso il Patto della salute e reinvestire le somme recuperate in sanita', in innovazione, in ricerca, nel personale, tanto per citare gli ambiti piu' importanti. Si e' affermato il principio che la politica sanitaria la fa il Ministero della Salute insieme alle Regioni e non il Ministero dell'Economia, come e' avvenuto in passato. Quello della sanita' infatti e' il comparto che in questi anni ha pagato piu' di tutti gli altri subendo tagli per oltre 25 miliardi di euro solo negli ultimi cinque anni e non era certo in grado di sopportare altri prelievi.

La sanita' e' un ambito che incide fortemente sulla vita e sul benessere delle persone e necessita' di politiche attente, di una governance che sappia coniugare i costi con il diritto delle persone ad avere prestazioni sanitarie di qualita' in tutto il territorio nazionale. Questo significa promuovere l'appropriatezza, l'efficacia e l'efficienza del sistema, eliminando gli sprechi e reinvestendo le risorse in sanita' puntando ad ottenere un sistema sempre piu' qualitativo e competitivo, anche nell'UE. Con la sfida della sanita' transfrontaliera la qualita' sara' infatti ancora piu' importante se vogliamo attrarre investimenti nel nostro Paese, valorizzare le nostre eccellenze, far crescere il nostro SSN. Dobbiamo porre il tema della sanita' al centro dell'agenda politica italiana ed europea perche' di sanita' si parla troppo poco e spesso solo per i tagli che si vogliono fare o in occasione di casi di malasanita', mentre invece e' un asset competitivo che puo' creare sviluppo e posti di lavoro. Ci sono tanti temi sul piatto che vanno affrontati senza indugi perche' impattano sulla sostenibilita' futura dei sistemi sanitari. Dobbiamo pensare a come garantire l'assistenza alle persone anziane, a promuovere le politiche di prevenzione, a come sviluppare la ricerca facendo comprendere che e' un vero e proprio motore di sviluppo che da sola puo' far salire il Pil italiano di un punto creando nuovi posti di lavoro qualificati. Ma per far questo bisogna porre con forza in Italia e nell'UE il concetto che la sanita' non e' solo un costo ma soprattutto un investimento, il piu' etico degli investimenti perche porta con se' lavoro, sviluppo e salute".

Beatrice Lorenzin

In primo piano

SPECIALE STATI GENERALI DELLA SALUTE

Lorenzin: "Gli Stati Generali della Salute hanno rappresentato per l'Italia, alle porte del semestre di Presidenza del Consiglio UE, un'occasione unica di incontro e confronto con i partner europei, in particolare con i Ministri della salute lettone, lituano e greco, nonche' con il Direttore dell'Ufficio Regionale dell'OMS per l'Europa. Da questi incontri e' risultata una piena sintonia sulle strategie e azioni da intraprendere ex-novo, o da portare avanti, in continuita' con la precedente Presidenza del Consiglio UE, nel prossimo semestre italiano, durante il quale saranno trattate tematiche relative ai settori della prevenzione, della ricerca e dell'innovazione tecnologica, degli stili di vita salutari e della sicurezza alimentare, mantenendo sempre fissa l'attenzione sull'obiettivo primario di garantire la sostenibilitaì dei sistemi sanitari e, al contempo, la soddisfazione dei bisogni dei cittadini".
Consulta il comunicato stampa Stati Generali della Salute: Summit internazionale sul Semestre italiano di Presidenza UE




LORENZIN: PROMESSA MANTENUTA, NIENTE TAGLI ALLA SANITA'

Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin in occasione della riunione del Consiglio del Ministri, in cui e' stato varato il decreto legge sulla giustizia sociale, ha confermato che non ci sara' nessun taglio lineare in Sanita', ma solo risparmi ragionati.




MALATTIE RARE: MINISTRO LORENZIN AVVIA IL CONFRONTO CON LE REGIONI SUL PIANO NAZIONALE

Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha firmato la trasmissione dello schema di Piano nazionale sulle Malattie rare (PNMR) alla Conferenza Stato-Regioni per l'approvazione. Il Piano, che avra' durata triennale, rappresenta un documento organico sul tema delle malattie rare, coerente con le strategie di pianificazione e di programmazione gia' in atto nel nostro Paese che da tempo ha dedicato una particolare attenzione a questa problematica, nella consapevolezza che tali malattie necessitano di politiche specificamente indirizzate. Finora era pero' mancato un provvedimento di cornice in grado di dare unitarieta' all'insieme delle azioni intraprese. Il documento intende colmare questo vuoto illustrando i temi che dovranno essere sviluppati nel triennio di validita', in particolare le azioni utili a ridurre la variabilita' nella qualita' dei servizi offerti ai pazienti e nella loro accessibilita', causata soprattutto da differenze in termini di conoscenza ed esperienza sulle singole malattie, che si riflettono inevitabilmente in differenti capacita' di diagnosi e follow up nelle diverse realta' regionali e locali.



Tweet

18.04.2014 @bealorenzin
Ufficiale, niente tagli alla sanita' non una vittoria personale, ma di tutti i cittadini e del SSN. Ora avanti tutta con Patto Salute e riforme.

18.04.2014 @bealorenzin
Eterologa tema delicato. Legge 40 non torna in discussione ma bisogna applicare la norma con le corrette misure di sicurezza.


16.04.2014 @UStampaLorenzin
Min. Lorenzin alla Giornata delle Malattie Rare. Presenti 165 associazioni al Policlinico Umberto I di Roma.

Il Ministro risponde

 

Inviaci i tuoi quesiti all'indirizzo mail dilloalministro@sanita.it

Notizie

Le recenti dichiarazioni e interviste del Ministro

Comunicati

Leggi gli ultimi comunicati stampa del Ministero della Salute


In primo piano

SPECIALE STATI GENERALI DELLA SALUTE

L'EVENTO IN CIFRE

Due intere giornate dedicate alla sanita' per un totale di 16 ore di "lavori". 117 i relatori intervenuti. Oltre 5700 i visitatori che vi hanno preso parte - 3680 nella prima giornata e 2086 nella seconda. Questi i numeri degli Stati Generali della Salute. Insieme al Ministero della Salute ad essere presente nelle 2 aree comuni interne dell'Auditorium Parco della Musica anche l'AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco, l'ISS - Istituto Superiore di Sanità e l'INAIL l'Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli infortuni sul Lavoro. Ed ancora, l'Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti ed il contrasto delle malattie della Poverta', Federsanita' - SICS, 46 IRCCS e 10 IIZZSS, tra le grandi aziende anche SeatPaginegialle. Insomma, un totale di oltre 56 enti che hanno partecipato all'evento con 8 stand espositivi allestiti per accogliere i numerosi intervenuti, esperti e non. A tutti, sono stati distribuiti oltre 2800 materiali tra programmi, block notes, penne e cartelline. Numerosi anche i monitor al plasma e i pc dislocati in tutta la zona interna, nelle aree antistanti le sale destinate agli incontri. 40 monitor e 24 computer, per l'esattezza, a completa disposizione di chiunque ne avesse fatto richiesta. A disposizione anche la rete wifi su tutta la struttura. Due le sale utilizzate per gli incontri che si sono svolti in contemporanea: la sala Sinopoli, con una capienza di 1350 posti e la sala Petrassi, di 673 posti. Sale polifunzionali in grado di ospitare funzioni diverse, in simultaneita' e non. Entrambe con palchi di differente grandezza e ampiezza (Sala Sinopoli: largh.20,7 metri/prof. 8,6 e Sala Petrassi: largh.20,4 metri /prof. 8,5) che hanno accolto gli oltre centinaia di relatori. A moderarli 10 professionisti degli organi di stampa e tv che si sono alternati nei 2 giorni. 

Guarda la photogallery

Accedi alla pagina del portale dedicata per vedere i video degli interventi del Ministro Lorenzin e del Premier Matteo Renzi



LORENZIN: PROMESSA MANTENUTA, NIENTE TAGLI ALLA SANITA'

"Ho ottenuto una grande vittoria, per me e per tutti i cittadini - ha dichiarato il Ministro Lorenzin - E' stata mantenuta la promessa di non fare tagli lineari alla sanita': In tutto il decreto non ci sono le parole taglio e sanita' associate e questo e' estremamente importante. Nel corso dei vari CDM ho combattuto una vera e propria battaglia per spiegare che la politica sanitaria ha bisogno di strategia e di investimenti. Gli unici tagli che ammetto sono i tagli agli sprechi, ce ne sono ancora molti ad esempio nelle lavanderie degli ospedali, nelle mense, nella gestione dei rifiuti. Sono favorevole ai risparmi purche' non vengano decisi dalla Ragioneria dello Stato ma dal Ministero della Salute insieme alle Regioni per non incidere sulla qualita' dei servizi. Ho sempre dichiarato che dalla Sanita' si puo' risparmiare moltissimo, ho quantificato dieci miliardi di euro, che possono essere risparmiati attraverso degli interventi strutturali in circa 3 anni. Tutti dobbiamo fare la nostra parte perche' in sanita' sprecare soldi e' ancora piu' immorale che nel resto della pubblica amministrazione. Il decreto, da' autonomia alle Regioni e agli enti locali di gestire una serie di recuperi permettendo per quanto ci riguarda come comparto di effettuare investimenti in innovazione, ricerca e personale".


MALATTIE RARE: MINISTRO LORENZIN AVVIA IL CONFRONTO CON LE REGIONI SUL PIANO NAZIONALE

Il Piano Nazionale analizza gli aspetti della diagnosi e dell'assistenza ai malati rari, focalizzando l'attenzione sull'organizzazione della rete nazionale dei Presidi e sulle azioni di coordinamento delle attività regionali, sulle problematiche legate alla nomenclatura e alla codifica delle Malattie Rare, sugli strumenti per l'innovazione terapeutica, sui farmaci (non solo "orfani") e le norme che regolano la loro erogazione, ma anche sulle misure che possono essere intraprese per migliorare la loro disponibilità. Un paragrafo specifico e' dedicato alle Associazioni che si occupano di malattie rare che svolgono un ruolo importante nell'incoraggiare politiche mirate, ricerche ed interventi di assistenza sanitaria. Un aspetto particolarmente cruciale nel campo delle Malattie rare e' la formazione, insieme alla valorizzazione professionale degli operatori sanitari, requisito essenziale da assicurare attraverso la massima circolazione delle conoscenze. Lo schema di Piano Nazionale delle malattie rare trasmesso alle Regioni affronta anche questo argomento e si sofferma sul valore dell'informazione, non solo ai professionisti della salute, ma anche ai malati e ai loro familiari. Un'altra importante tematica presa in esame e' la diagnosi precoce, perché una delle principali difficoltà incontrate dalle persone colpite da una malattia rara e' proprio l'impossibilità di ottenere una diagnosi tempestiva della malattia e ricevere quindi un trattamento appropriato nella fase iniziale, quando e' ancora possibile determinare un sensibile miglioramento della qualità della loro vita.

 

GRANDE ATTENZIONE ALLE MALATTIE RARE, IL MINISTRO LORENZIN INCONTRA LE ASSOCIAZIONI E DICHIARA : "SE SI CONFERMA LO STOP ALLA SPERIMENTAZIONE DI STAMINA, 3 MILIONI DI EURO PER MALATTIE RARE"

Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, in occasione dell'incontro avvenuto il 16 aprile presso il Policlinico Umberto I con le Associazioni dei malati rari, in presenza del Governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il Rettore Luigi Frati e il Direttore del Policlinico Domenico Alessio, ha accolto le istanze di oltre 200 Associazioni di malati rari e loro familiari che hanno presentato un piano di priorita' da esporre al Ministro: la necessita' di eccellenze per l'assistenza ai malati, una maggiore integrazione ospedale-territorio che possa estendere l'assistenza al di fuori delle strutture ospedaliere, screening neonatali obbligatori e obbligatorieta' di studio delle malattie rare nei percorsi formativi dei medici, volontariato ospedaliero sulle malattie rare.

Il Ministro nel corso dell'incontro con le Associazioni dei malati rari ha sottolineato: "Le persone affette da malattie rare si ritrovano tutte con lo stesso problema, le famiglie si sentono sole e l'assistenza territoriale non e' coordinata in modo uniforme. Se per tutti non potra' esserci una cura e' nostra intenzione assicurare un percorso di accompagnamento adeguato per poter vivere in modo migliore. Dobbiamo attuare una strategia integrata che passi dal lato scientifico alla formazione, dal territorio all'assistenza. C'e' bisogno di uniformita' anche per cio' che riguarda le diagnosi che devono essere effettuate in modo appropriato e in tempi stretti soprattutto in eta' infantile".

Il Ministro ha infine aggiunto che sara' pronta, nel caso il nuovo Comitato di esperti che devono valutare sul metodo stamina reiterasse le stesse conclusioni, a stanziare quei 3 milioni di euro alla ricerca sulle malattie rare.





Si parla di salute

IL MINISTRO A "CHE TEMPO CHE FA" PARLA DEL NUOVO FARMACO PER CURARE L'EPATITE C

"Abbiamo di fronte a noi una sfida incredibile: arrivera' entro il prossimo anno un farmaco che salva la vita a 500 mila italiani, un nuovo farmaco che cura l'epatite c. E' un farmaco molto costoso e ci sono paesi che lo somministrano solo alle persone al di sotto dei 70 anni. Per l'Italia non sara' cosi, non penso che questo sia lo spirito del nostro Sistema Sanitario Nazionale. Non c'e' differenza tra una persona anziana e una persona giovane perche' tutti hanno il diritto ad essere curati. I soldi per questo nuovo farmaco si troveranno risparmiando. Ci sono ancora sprechi in sanita' causati tutti da una cattiva governance. Dove c'e' un azienda che non funziona c'e' sempre un cattivo manager. Quindi dobbiamo fare dei processi di trasformazione in 3 anni che ci portino 10 miliardi di euro di risparmi da investire nelle risorse tecnologiche, infrastrutture, e nella ricerca scientifica".





IL MINISTRO LORENZIN ANNUNCIA: FAREMO UNA CONFERENZA INTERNAZIONALE SULLE FRODI ALIMENTARI

Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, in un messaggio inviato al convegno "La trasparenza a tavola" dichiara: "La sicurezza alimentare e' una mia priorita', per questo motivo, in collaborazione con la Commissione europea stiamo organizzando una Conferenza internazionale sulle frodi alimentari che ospiteremo al Ministero della Salute. Sara' un'occasione di confronto tra le autorita' competenti dei 28 Stati membri, le autorita' giudiziarie e le forze di polizia europee per elaborare e programmare un percorso comune a tutela della salute e dei diritti dei consumatori e a difesa del mondo produttivo che opera nel rispetto delle norme. L' Italia e' conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo per la varieta', la qualita' e la sicurezza dei cibi che sono anche purtroppo i piu' imitati e contraffatti, per questo, dobbiamo far diventare ancora piu' efficace il nostro sistema dei controlli. Inoltre, una regolamentazione dell'etichettatura sempre piu' attenta all'indicazione dell' origine e della provenienza degli alimenti riveste un'importanza fondamentale nell'ambito del contrasto al fenomeno delle frodi alimentari".





E.A.T EDUCAZIONE ALIMENTARE TEENAGERS

"Tutte le iniziative rivolte all'educazione dei giovani sono strategiche" - e' il commento del Ministro Lorenzin sul progetto E.A.T. "Educazione Alimentare Teenagers" del Policlinico San Donato di Milano che, dal 2009, insegna ai ragazzi dai 12 ai 14 anni a mangiare sano e a migliorare la salute e lo stile di vita, attraverso una corretta alimentazione e attivita' fisica. Ma anche, e soprattutto, attraverso l'abolizione dei distributori di merendine nelle scuole, sostituiti da macchinette contenenti solo cibi sani. Per ora, sono in tutto 45 le classi, circa 1.100 ragazzi delle Scuole Medie di 3 complessi scolastici milanesi coinvolti in "E.A.T" che sono costantemente monitorati e visitati anche attraverso gli smartphone con questionari, sondaggi ed altro. Anche i genitori e gli insegnanti delle scuole medie vengono attivamente coinvolti nel programma. Dal 2009, il progetto e' ancora in fase di sperimentazione, ma e' destinato ad ampliarsi vista anche la "risoluzione" trovata lunedì 14 aprile con la firma tra la presidente della Commissione sanita' del Senato, Emilia De Biasi e l'onorevole Raffaele Volpi per diffondere l'educazione alimentare tra i giovani e per aumentare il numero dei distributori di cibi salutari negli ospedali e nelle scuole. 





IL MINISTERO PER LA TUA SALUTE, UN INVITO AD ENTRARE NELLA VITA DEL MINISTERO

L'iniziativa editoriale "Il Ministero per la tua salute" presenta i vantaggi che le attivita' del Ministero, direttamente o indirettamente, portano nella vita dei cittadini e nel lavoro delle imprese e degli operatori, attraverso alcuni dei risultati delle funzioni e dei servizi resi ogni giorno dagli Uffici centrali e periferici. I vantaggi sono presentati in circa 150 schede informative su "prodotti e risultati" che rispecchiano in larga parte le attivita' svolte nel 2013. Ogni scheda a' classificata in base a una o piu' categorie: dalla "A" di Acqua e ambiente alla "U" di Unione Europea.

Il Ministro Lorenzin ha dichiarato:"Il Ministero per la tua salute e' un invito ad entrare nella vita del Ministero di ogni giorno. Un'attivita' a volte poco conosciuta, che non fa notizia, o per essere contemporanei, non fa tweet, ma che spesso e' preparatoria alle scelte politiche. Non c'e' un desiderio celebrativo dietro questo progetto, piuttosto il giusto riconoscimento per le donne e gli uomini che lavorano e la volonta' di interagire con cittadini consapevoli che la salute si costruisce ogni giorno, anche nelle stanze di questo palazzo".

Il Ministero per la tua salute e' disponibile in nella versione internet integrale e in una versione sfogliabile sul sito www.salute.gov.it





"IL ROBOT E LA CAREZZA" TECNOLOGIA AFFIANCA TERAPIA INTENSIVA NEONATALE

La generosita' dei 300.000 Clienti Vodafone, che hanno scelto di donare un euro ricaricando il cellulare con la "Ricarica Insieme", ha consentito ad Aistmar Onlus di poter realizzare il progetto "Il robot e la carezza". Obiettivo del progetto e' stato quindi quello di dotare il reparto di Terapia Intensiva Neonatale della clinica Mangiagalli di un sistema di preparazione delle infusioni endovenose completamente robotizzato, che rappresenta una nuova frontiera nella medicina ospedaliera. Affidare al robot l'incarico di preparare le terapie in modo automatizzato consente al personale infermieristico di poter dedicare molto piu' tempo all'assistenza e alla cura del neonato e della sua famiglia.

Il Ministro Lorenzin ha dichiarato: "Come Ministro della Salute sono ben consapevole di quanto l'innovazione e la ricerca scientifica siano fondamentali per la lotta alle malattie. Investire in innovazione e ricerca significa puntare su intelligenza e conoscenza, significa poter disporre di terapie avanzate, di farmaci innovativi, di strutture e attrezzature tecnologicamente all'avanguardia che consentono trattamenti sempre piu' specifici e personalizzati, insomma di tutto quanto consente di fare passi in avanti per tutelare sempre meglio la salute e la qualita' di vita dei pazienti. Considero quindi molto importante questa iniziativa che mette al centro la salute del neonato in un contesto organizzativo in cui e' sempre più importante porre la massima attenzione alla qualita' della prestazione. Aprire la discussione, la riflessione e condividere le esperienze e' sicuramente un valore aggiunto per il raggiungimento dello scopo prefisso".





NATIVITY, LA PEDIATRIA INCONTRA LA FAMIGLIA

Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin e' intervenuta alla Conferenza stampa di presentazione della seconda edizione di "Nativity", grande evento della pediatria italiana riservato alle famiglie, che si terra' a Lamezia Terme dal 9 all'11 maggio e a Roma dal 7 al 9 Novembre."Nativity" nasce allo scopo di avvicinare genitori, nonni, fratelli, insomma la famiglia, ai progressi della medicina infantile, mettendo gratuitamente a disposizione per 3 giorni medici pediatri che offriranno alle famiglie la possibilita' di visite e controlli specialistici senza alcun costo.

"Vi ringrazio molto di questa bellissima iniziativa - ha dichiarato il Ministro Lorenzin - che e' veramente importante non solo perche' e' una grande occasione per avvicinare i pediatri alle famiglie ma anche perche' risponde ad una richiesta di una corretta informazione e di una maggiore assistenza. Il primo compito che una sanita' pubblica si deve porre per far fronte alle esigenze di una societa' che cambia deve essere incentivare e promuovere la prevenzione. Questa iniziativa nasce in modo intelligente coinvolgendo non solo i genitori, ma anche tutto il nucleo familiare perche' partendo dalle famiglia, e con l'aiuto anche delle scuole, bisogna insegnare ad adottare corretti stili di vita ai bambini fin dai primi giorni dell'infanzia. Il ruolo dei pediatri e' un ruolo essenziale cosi come e' fondamentale la consapevolezza dei genitori di sottoporre i bambini a una serie di screening durante la fase di crescita e di evoluzione. Non dobbiamo avere paura della prevenzione, dobbiamo avere un approccio con il sistema sanitario non solo quando si sta male ma anche quando si sta bene cercando di instaurare un rapporto fiduciario diverso e piu' consapevole".





GLI INFERMIERI DEL FUTURO CON NUOVE COMPETENZE AVANZATE E SPECIALISTICHE

Il Ministro Lorenzin ha firmato la bozza di accordo Stato-Regioni sulle nuove competenze infermieristiche. L'accordo, che definisce le modalita' e i percorsi validi su tutto il territorio nazionale per riconoscere e promuovere lo sviluppo delle competenze e delle responsabilita' professionali dell'infermiere e dell'infermiere pediatrico, vuole favorire lo sviluppo delle funzioni professionali in correlazione con gli obiettivi di educazione, prevenzione, cura, assistenza e riabilitazione previsti dalla programmazione sanitaria nazionale e regionale. Dopo la firma, in attesa ora del parere degli altri Ministeri.





ONCOGUIDA: L'UNIVERSO DELLE INFORMAZIONI PER I MALATI DI CANCRO

Presentato il 23 Aprile in Conferenza Stampa il progetto ONCOGUIDA che nasce dalla collaborazione tra l'Associazione Italiana Malati di Cancro (AIMaC), il Ministero della Salute e l'Istituto Superiore di Sanita'. E' uno strumento che risponde alle esigenze piu' comuni dei malati di cancro, dei loro famigliari ed amici, e consente di identificare rapidamente le strutture italiane specializzate nella diagnosi e cura dei tumori e le associazioni di volontariato che offrono sostegno psicologico, riabilitazione, assistenza sociale e previdenziale.
Presente alla Conferenza Stampa il Ministro Lorenzin che ha dichiarato: "Ringrazio l'Associazione AIMaC per questo progetto perche' oltre ad essere un importante ed utile strumento per chi e' malato di cancro, scongiura anche una prassi che si sta affermando in questi ultimi tempi non solo dell'autodiagnosi ma anche dell'autocura. Vediamo su internet un proliferare di siti che predicano cure miracolose, terapie alternative e dove ci sono sedicenti professori che si autocertificano. Tutte cose molto pericolose soprattutto per chi e' di fronte a malattie di questo genere. Il fatto che ci siano delle guide certificate che danno la possibilita' di avere un punto di riferimento e di avere dati certi e sicuri credo che sia un lavoro importantissimo".





Dal Ministero

ARIA DI PRIMAVERA: COME DIFENDERSI DAI POLLINI



Starnuti, naso che cola, occhi che bruciano e lacrimano... la primavera è arrivata e chi soffre di allergie ai pollini e' gia' alle prese con i fastidi di stagione. Inoltre l'inquinamento atmosferico delle nostre citta' contribuisce ad aumentare e a peggiorare le malattie dell'apparato respiratorio e non solo... vediamo allora cosa si puo' fare per respirare un'aria piu' pulita. "Aria di primavera" e' una campagna informativa on line con i consigli per tenere a bada gli starnuti e godersi l'arrivo della bella stagione. Consulta la pagina del portale : Allergia ai pollini, consigli utili

 

SICUREZZA DEI COSMETICI: ATTENZIONE AD ETICHETTE



E' di fondamentale importanza acquistare ed utilizzare solo prodotti fabbricati e commercializzati nel rispetto della normativa vigente. In queste condizioni, infatti, il prodotto cosmetico immesso sul mercato garantisce i requisiti di sicurezza e di qualita' ed inoltre assicura che procuri gli effetti vantati. Per questo motivo e' necessario prestare attenzione a dove si acquistano i cosmetici, e rivolgersi sempre ai canali di vendita regolarmente autorizzati.

Approfondisci il tema :Come conservare i cosmetici, la scadenza, i rischi per i bambini

VIRUS EBOLA: NESSUN RISCHIO PER L'ITALIA



L'OMS non raccomanda restrizioni di viaggi e movimenti di persone, mezzi di trasporto e merci. In merito a quanto diffuso da organi di informazione sull'epidemia di malattia da Virus Ebola che dopo i primi focolai in Guinea sta interessando alcuni Paesi limitrofi dell'Africa occidentale  (Liberia, Sierra Leone, Mali), si precisa che: il Ministero della Salute italiano fornisce costantemente aggiornamenti sull'evoluzione della situazione attraverso comunicati inviati alle Regioni e ad altre amministrazioni interessate  alle problematiche sanitarie relative a viaggi e soggiorni  internazionali. Questi comunicati sono consultabili nella Sezione del Portale del Ministero della Salute "Eventi Epidemici all'estero".

Approfondisci il tema

Consulta il comunicato stampa

 


Dossier: ALLERGENI IN CHIARO SULLE ETICHETTE CON IL REGOLAMENTO UE n.1169/2011

Negli ultimi 10 anni la popolazione europea con intolleranze ed allergie alimentari e' raddoppiata. Le allergie alimentari affliggono ormai 17 milioni di cittadini europei, e un bambino su quattro in eta' scolare (il 3,5% della popolazione italiana). Gli allergeni responsabili del 90% delle reazioni sono: glutine, crostacei, uova, pesce, arachidi, soia, latte, frutta a guscio, sedano, senape, semi di sesamo, anidride solforosa, lupini, molluschi. Il 25 ottobre 2011 è stato adottato dal Parlamento europeo e dal Consiglio dell'Unione europea  il Regolamento UE n.1169/2011 relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori. Scopo del Regolamento e' quello di "provvedere agli interessi del mercato interno, semplificando la legge, garantire la certezza giuridica e ridurre gli oneri amministrativi, pretendendo un'etichettatura chiara, comprensibile e leggibile a vantaggio dei consumatori ".

Una delle grandi novita' di questo Regolamento, che dovra' essere rispettato a partire dal 13 dicembre 2014, e' la disposizione dell'obbligo per l'operatore del settore alimentare di riportatare sulle etichette dei cibi confezionati l'eventuale presenza di allergeni alimentari.

Consulta l'area tematica sul portale del Ministero della Salute.

 

 



E poi...

MINISTERO IN FORMA

Un Dipartimento e tre Direzioni Generali uniti per promuovere il benessere dei dipendenti del Ministero della Salute e per favorire comportamenti salutari sul luogo di lavoro. Ed ancora, per aumentare l'attivita' fisica praticata dai dipendenti. Questi gli obiettivi di "Ministero in forma", l'iniziativa per la promozione di uno stile di vita attivo sul luogo di lavoro, promossa dall'Ufficio Generale delle Risorse, dell'Organizzazione e Bilancio e dalle Direzioni Generali della Prevenzione e della Comunicazione e Relazioni Internazionali insieme con il Diartimento della Spanita' Pubblica e dell'Innovazione. L'iniziativa partita a febbraio con una indagine conoscitiva sugli stili di vita di tutti i dipendenti sara' illustrata durante un workshop previsto per il mese di maggio. Nella stessa giornata saranno diffusi anche i risultati del questionario on line raccolti in questi due mesi, in forma rigorosamente anonima.


MINISTERO DELLA SALUTE, PUBBLICATO IN GAZZETTA IL NUOVO REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

E' pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 82 dell' 8 aprile 2014, il Dpcm 11 febbraio 2014 n. 59 recante il regolamento di organizzazione del Ministero della Salute entrato in vigore il 23 aprile 2014.


OSSERVASALUTE 2013, LA SALUTE DEGLI ITALIANI RESISTE ANCORA

16 aprile 2014 - Il Rapporto, a cura dall'Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane, che ha sede presso l'Universita' Cattolica di Roma, e'frutto del lavoro di 165 esperti di sanita' pubblica.

La salute degli italiani resiste ancora, nonostante la crisi economica che ostacola prevenzione, accesso alle cure e alla diagnosi precoce, confermando almeno per quest'anno il paradosso nazionale: gli italiani, infatti, guadagnano aspettativa di vita soprattutto grazie alla ridotta mortalita' per malattie del sistema circolatorio e per i tumori, trend che si deve sia agli investimenti fatti negli anni passati nelle politiche di prevenzione, sia agli avanzamenti diagnostici e terapeutici.

continua a leggere...




SaluteInforma+

Newsletter del Ministero della Salute

  • Coordinamento editoriale e direzione: Annunziatella Gasparini
  • Hanno collaborato a questo numero: Michela Tucci, Loredana Di Leginio, Lara Larotondo, Tiziana Di Mauro
  • Progetto Editoriale: Annunziatella Gasparini
  • Progetto Grafico: Marija Korac e Michela Tucci

In collaborazione con la Direzione generale della digitalizzazione, del sistema informativo sanitario e della statistica


Se hai suggerimenti per migliorare la newsletter, scrivici.

Se non vuoi più ricevere questa newsletter cancellati.

Data di pubblicazione: 24 aprile 2014, ultimo aggiornamento 12 settembre 2014