Il teatro della salute

Il Ministero della Salute, in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca e con gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali (IZS), presenta un bando di concorso per la partecipazione al progetto didattico su materie inerenti alle scienze veterinarie e principi di igiene:  “Il Teatro della salute” pensato e voluto per i bambini delle scuole primarie.

Ideata dal Dipartimento della sanità pubblica veterinaria, della sicurezza alimentare e degli organi collegiali per la tutela della salute, la collana editoriale "Il Teatro della salute" presenta una serie di testi teatrali, nati dalla penna di un esperto del linguaggio dei bambini in età scolare e arricchiti, a vantaggio dei docenti, di elementi conoscitivi su molti argomenti delicati e complessi di sanità pubblica.

Comunicare un concetto, una ricerca, una verità o un semplice messaggio vuol dire mettere a disposizione una conoscenza, condividere anche uno stato d'animo con l'altro, questo semplice atto porta a una modificazione dell'esperienza di chi accoglie la comunicazione e ad un aumento della consapevolezza. L'impiego del teatro ha una importante funzione educativa e formativa del bambino delle scuole elementari.

I bambini “attori” inizieranno questo loro percorso di apprendimento, insieme agli insegnanti, circa due mesi prima della messa in scena. Questo consentirà loro di interiorizzare i contenuti e di approfondire le varie tematiche inerenti ai testi stessi.

La collana sarà composta di 10 numeri perché ogni numero avrà il coinvolgimento di uno dei 10 Istituti Zooprofilattici Sperimentali che con la loro “rete” di laboratori pubblici al servizio dello Stato e delle Regioni assicurano, insieme alle altre strutture del Sistema Sanitario Nazionale, la salvaguardia della salute pubblica tramite il controllo degli alimenti di origine animale, l'igiene e lo stato sanitario degli allevamenti zootecnici ed il benessere degli animali.

Il progetto è biennale e prevede due edizioni del concorso, una per l'anno scolastico 2013-2014 e una per 2014-2015.

Di seguito il piano dell'opera per l'anno scolastico in corso con l'indicazione dei testi già disponibili per tema e fascia d'età e gli IZS di riferimento.

 

Numero nella collana Titolo Atto unico Contenuti IZS di riferimento Fascia di età suggerita per la messa in scena Prima Edizione Concorso
Anno scolastico di riferimento
0 Una merenda particolare - Il grande pasticcio Elementi conoscitivi sui principali alimenti allergenici e sulla sintomatologia più frequente.
Igiene degli alimenti, etichettatura, ruolo del veterinario nel controllo degli alimenti
IZS PLV 6-8 2013-2014
1 Sherlockan e il gattino di Gatterville Cenni sulle metodologie di investigazione della medicina forense veterinaria IZS LT 8-10 2013-2014
2 Tutto il buono del miele e la banda di testa di morto Ape e apicoltura e alcuni dei principali riflessi riflessi su nutrizione e ambiente IZS VE 6-8 2013-2014
3 4001: Odissea nella Via Lattea Latte e prodotti derivati, igiene delle produzioni casearie e principi nutrizionali. IZS LER 8-10 2013-2014
4 Storia di Pirati: all'arrembaggio del Vascello di CapitanBrucella Il mondo al microscopio: una riduzione teatrale su virus e batteri, con cenni sulle difese immunitarie. IZS UM 6-10 2013-2014
5 Storia di Pidocchio I pidocchi in generale, di mammiferi e di uccelli, ma anche pidocchi dei primati e la pediculosi nell'uomo. IZS PB 6-10 2013-2014
6 La finestra sul Frigorifero Elementi conoscitivi sulla conservazione e la corretta gestione degli alimenti in frigorifero. IZS PLV 8-10 2014 - 2015
7 La leggenda di Betto il Supergamberetto d’acqua dolce Equilibrio delicato tra microorganismi e ambiente, elementi conoscitivi sull’impatto che taluni inquinanti hanno sulla salute animale e sul loro habitat. IZS AM 6-8 2014 - 2015
8 Il ritorno di Colapesce (Musical originale) Pesci e maricoltura, cenni sulle metodologie di allevamento e sulle problematiche di salute di alcune specie ittiche. IZS SI 8-10 2014 - 2015
9 Indovina chi ti riciclo? Elementi conoscitivi sul riciclo e principali riflessi sulla salute animale, umana e ambientale. IZS ME 8-10 2014 - 2015
10 Può un cane innamorarsi di una pecora? Allevamento ovino e prodotti derivati, con particolare riferimento alla prevenzione da alcune patologie zoonosiche. IZS SA 6-10 2014 - 2015

Maestra con i bambini

Concorso nazionale per le scuole primarie: dal laboratorio al banco di scuola

Il Ministero della Salute, in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca e con gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali, sono lieti di annunciare l'esito della prima edizione del concorso "Dal laboratorio al banco di scuola".

Ringraziamo tutte le classi della scuola primaria ed i piccoli artisti che hanno partecipato alla prima edizione del teatro della salute complimentandoci per il materiale inviato, per l'impegno profuso nella comprensione e rielaborazione dei testi forniti. Tutto il materiale ricevuto era di grande qualità ed interesse a dimostrazione che la distanza tra la scienza e il mondo infantile può essere colmata dal gioco intelligente e dalla dedizione dei docenti e delle Istituzioni (Guarda il video).

Risultano vincitori i seguenti Istituti:

  • Istituto Comprensivo Cervaro - Porchio (Frosinone) Classe III
  • Istituto Comprensivo Via Volsinio - S. Maria Goretti (Roma) Classe II C
  • Secondo Circolo di Gragnano (Napoli) - Aurano Classe III A e Lamma Classe III A

I vincitori verranno contattati attraverso la casella di posta elettronica del concorso "Teatro della salute" teatrodellasalute.dipvet@sanita.it per ricevere le informazioni necessarie per la cerimonia di premiazione che verrà realizzata presso i due IZS competenti per territorio (IZS Lazio e Toscana, IZS del Mezzogiorno). Gli Istituti scolastici a cui appartengono le classi autrici degli elaborati selezionati saranno premiati con "L'Angolo della scienza" cioè con una postazione formata da: microscopio ottico, ampia collezione di vetrini allestiti con preparati istologici e manuale di approfondimento, fornito anche in versione digitale, per consentire l'apprendimento sulla funzionalità del microscopio, sui tessuti e gli organi viventi, di anatomia comparata.  

La premiazione avverrà presumibilmente entro ottobre 2014.

Invitiamo tutte le scuole a partecipare alla seconda edizione che prende il via da ottobre 2014 e riguarda l'anno scolastico 2014-2015:

Vi attendiamo pieni di fantasia ed entusiasmo come nella prima edizione!

Finalità e obiettivi

Con la collana “Il teatro della salute” si intende fornire al docente dei plessi scolastici primari uno strumento didattico di rilievo per l’educazione scientifica dei bambini. Sia i testi teatrali che gli approfondimenti didattici e le schede-gioco sono stati sviluppati con metodologie pedagogiche, in modo da poter essere utilizzate in una normale lezione in aula. 

L’obiettivo è quello di educare i bambini al rispetto della salute degli animali, di quella propria e dell’ambiente; migliorare le loro conoscenze e il loro lessico medico-sanitario unitamente ad un aumento della propriocezione del disagio fisico; di indirizzare i bambini verso comportamenti corretti mirati a ridurre il rischio derivante dalla convivenza con gli animali o dal consumo di alimenti.

Entro Dicembre 2014 saranno disponibili gli ultimi 5 numeri inediti della collana per la partecipazione al secondo anno di concorso. 

Prodotti richiesti alle classi ai fini della partecipazione

Possono partecipare gratuitamente gli alunni della scuola primaria, insieme con i propri insegnanti, i quali dovranno scegliere uno dei testi tra quelli pubblicati e disponibili nella collana “Il teatro della salute”, scaricarlo dal sito, prepararsi e mettere in scena la recita. 

Ai fini del concorso sono utilizzabili tutti i testi pubblicati della collana (a partire dal “numero zero”).

Da utilizzare non solo per l’allestimento teatrale in palcoscenico ma anche per lavori da svolgere in classe utilizzando i materiali didattici. 

Pertanto il materiale da inviare ai fini di una selezione può essere costituito da:

  1. Una raccolta di immagini realizzate durante la rappresentazione teatrale (o durante le prove) presentate in modo artistico (reportage fotografico o video).

Oppure:

  1. Materiali elaborati dalla classe sull’argomento realizzati a seguito del lavoro svolto in classe con i materiali di approfondimento (reportage fotografico, video, poster o altro). In questo caso non serve liberatoria per l’uso delle immagini (vedi scheda iscrizione).

Oppure entrambe i materiali al punto 1) e 2).

Per reportage fotografico si intende: Raccolta di foto inedite, a colori o in bianco e in nero, digitali (formato .jpg o compatibile) o stampate.

Per video si intende: Video/filmato montato in modo da essere rappresentativo della recita o del lavoro svolto in classe (formato .avi o compatibile).

Ogni classe potrà inviare prodotti relativamente ad un solo atto unico. Allo stessa sezione di valutazione possono anche partecipare due o tre classi che abbiano collaborato insieme.

I materiali inviati non verranno restituiti.

Criteri di valutazione

Ai fini della selezione saranno valutati il livello di comprensione e di rielaborazione sugli argomenti di approfondimento attraverso i materiali realizzati in classe e/o la realizzazione e la presentazione artistica della piecé teatrale, attraverso i reportage fotografico e/o video.

Modalità di partecipazione: iscrizione al concorso e termini di consegna elaborati

L’iscrizione dovrà essere effettuata:

Tutti gli elaborati per essere presi in considerazione dovranno essere accompagnati dalla liberatoria per l’utilizzo dei materiali stessi, richiesta all’atto dell’iscrizione della scuola al concorso e della dichiarazione del dirigente scolastico di essere in possesso della liberatoria dei genitori all’eventuale pubblicazione di immagini foto o video in cui compaiono i propri figli (liberatoria non necessaria per l’invio di materiale cartaceo/altro dove non appaiono i bambini o i loro nominativi individuali). 

Gli elaborati realizzati (materiale cartaceo oppure dispositivi USB o DVD) dovranno essere corredati da una copia della scheda di iscrizione (inviata precedentemente) e inviati al Ministero della salute attraverso:

Posta regolare al seguente l’indirizzo:
Bando Concorso Teatro della salute
Seg.GEN. Ufficio II- ex DSVETOC
Ministero della Salute
Via Ribotta 5 - 00144 Roma

Oppure

Posta elettronica al seguente indirizzo: teatrodellasalute.dipvet@sanita.it

 

OPZIONALE:

Gli elaborati potranno essere caricati su siti internet o sui Social Media (esempio: Youtube) in tal caso si prega di darne informativa attraverso la email teatrodellasalute.dipvet@sanita.it,  indicando la URL. Entro e non oltre il 30 giugno 2015 (seconda edizione).

 

Per ogni eventuali informazione e/o chiarimento contattare:
teatrodellasalute.dipvet@sanita.it
06/5994 6129


Il bambino è l'individuo meno infantile che esista

Numero 0: Una merenda particolare - Il grande pasticcio

Immagine rappresentante l'anteprima del file pdf Una merenda particolare - Il grande pasticcio

Il testo scaricabile contiene due atti unici. In Una merenda particolare attraverso la drammatizzazione sotto forma di dialoghi si faranno conoscere ai bambini alcuni alimenti, molto diffusi ed in uso nella dieta degli stessi, che possono provocare intolleranze e/o allergie e fornire indicazioni su come riconoscere e comportarsi di fronte ad alcune delle più frequenti reazioni sintomatiche. Nell'altro atto unico Il grande pasticcio  è narrata la storia di un cuoco pasticcione che con piccole avventure e un pizzico di magia ci aiuterà a spiegare ai bambini l'importanza dell'igiene nella preparazione dei cibi ed il ruolo del veterinario nei controlli sulla sicurezza degli alimenti. 

Il testo contiene anche delle schede didattiche destinate agli insegnati che sono state inserite per favorire questo percorso. Gli insegnanti potranno usarle durante la preparazione della recita, o anche dopo, per fornire i dovuti approfondimenti ai bambini. Le schede contengono principalmente informazioni sugli alimenti, sulle allergie e sulle intolleranze alimentari.  Altri principi educativi sono stati inseriti in modo da aiutare i bambini a sviluppare una maggiore confidenza rispetto alla propria fisicità e ad aumentare le conoscenze di base per arrivare ad esprimere correttamente sintomi e disagi relativi a problemi di salute.

Immagine rappresentante l'anteprima del fileLeggi la sceneggiatura

Scarica la versione stampabile (.pdf, 590 Kb)

Guarda il testo raccontato a fumetti (compatibile con le versioni aggiornate dei più comuni browser)



Numero 1: Sherlockan e il gattino di Gatterville

Immagine rappresentante l'anteprima del file pdf Sherlockan e il gattino di Gatterville

Il testo scaricabile contiene un atto unico:Sherlockan e il gattino di Gatterville. Attraverso la drammatizzazione, in una storia dalle sfumature ironiche e noir allo stesso tempo, si faranno conoscere ai bambini alcuni principi della medicina forense applicata al regno animale. Questa nuova disciplina permette a veterinari e scienziati di risolvere casi di interesse  giudiziario riguardanti gli animali domestici e selvatici, tra cui gli  avvelenamenti, i maltrattamenti, sino alla risoluzioni di casi che interessano anche l'uomo.

Sono proprio gli avvelenamenti degli animali con esche e bocconi avvelenati, oggetto di questa rappresentazione teatrale, che continuano ad impegnare in misura rilevante i ricercatori del centro di referenza di medicina forense veterinaria. Si tratta di episodi in aumento sia in città che nelle aree rurali, compresi i parchi naturali. Vittime sono diverse specie animali: cani, gatti, orsi, lupi… Per i contenuti è suggerito per la fascia di età 8-10 anni.

Il testo contiene anche degli approfondimenti e dei suggerimenti per attività da svolgere in classe, destinati agli insegnati per permettere loro di fare un  percorso didattico e per fornire maggiori informazioni ai bambini.

Immagine rappresentante l'anteprima del fileLeggi la sceneggiatura

Scarica la versione stampabile (.pdf, 942 Kb)



Numero 2: Tutto il buono del miele e la banda di Testa di morto

Immagine rappresentante l'anteprima del file pdf Tutto il buono del miele e la banda di Testa di morto

Il testo scaricabile contiene un atto unico: Tutto il buono del miele e la banda di Testa di morto. E' una piéce divertente e godibile che racconta in un mondo affascinante e complesso la storia della falena bottinatrice e l'evoluta e complessa struttura sociale delle api. Ci svela un mondo con cui i ricercatori si confrontano ogni giorno con impegno e passione, a tutela degli animali e della salute dei cittadini.

Il settore apistico è importante per le problematiche legate alla sanità animale e alla sicurezza alimentare delle produzioni apistiche, come appunto il miele, ma anche il ruolo fondamentale che le api hanno per il monitoraggio dell'inquinamento ambientale e per l'azione impollinatrice che svolgono, garantendo la produttività del settore agricolo e la conservazione della flora spontanea.

Il testo contiene anche degli approfondimenti e dei suggerimenti per attività da svolgere in classe, destinati agli insegnati per permettere loro di fare un  percorso didattico e per fornire maggiori informazioni ai bambini.

Immagine rappresentante l'anteprima del fileLeggi la sceneggiatura

Scarica la versione stampabile (.pdf, 1.2 Kb)



Numero 3: 4001 Odissea nella Via Lattea

Immagine rappresentante l'anteprima del file pdf 4001 Odissea nella Via Lattea

Il testo scaricabile contiene un atto unico: 4001 Odissea nella Via Lattea. E' una piéce teatrale ambientata nel futuro che racconta in un mondo movimentato e avventuroso la storia di quattro eroi dello spazio che devono salvare il nostro mondo da una importante crisi economica che vede compromesse le produzioni di latte e formaggio. Ci svela attraverso viaggi interstellari l'importanza dell'igiene delle produzioni casearie e i principali principi nutrizionali del latte e dei suoi derivati.

L'ambientazione scelta per la rappresentazione, quella della spazio siderale, non è casuale, infatti le galassie, e la nostra galassia in particolare (la Via Lattea), prendono il nome proprio dal latte. La parola greca γαλαξίας (galaxìas) significa appunto "di latte", "latteo" e l'origine del nome viene, oltre che dalla osservazione della banda chiara luminosa delle stelle e dei pianeti nelle notti limpide, dal mito di Era che, ingannata da Zeus, scacciando l'infante Ercole dal suo seno avrebbe schizzato di latte il cielo notturno.

Il testo contiene anche degli approfondimenti da utilizzare in classe, destinati agli insegnati per permettere loro di fare un percorso didattico e per fornire maggiori informazioni ai bambini.

Immagine rappresentante l'anteprima del fileLeggi la sceneggiatura

Scarica la versione stampabile (.pdf, 980 Kb)



Numero 4: Storia di Pirati: all'arrembaggio del Vascello di Capitan Brucella

Immagine rappresentante l'anteprima del file pdf Storia di Pirati: all'arrembaggio del Vascello di Capitan  Brucella

Il testo scaricabile contiene un atto unico: Storia di pirati. All'arrembaggio del vascello di Capitan Brucella. È una pièce teatrale ambientata nel passato, nel XVIII secolo, l'epoca di massima fioritura della pirateria. Una principessa con il suo seguito di damigelle vuole viaggiare verso un'isola dove si terrà un gran ballo tra cavalieri e principi di diverse nazioni. Il viaggio in nave è pericoloso per la presenza dei corsari e dei pirati, tra tutti il terribile pirata Capitan Brucella, talmente abile e silenzioso che in molti lo credono un pirata fantasma.

L'ambientazione scelta e la trama vuole sottolineare la differenza tra batteri, virus e difese immunitarie, usando la metafora del corsaro e del pirata. Il pirata è un virus, parassita e ‘cattivo', mentre il corsaro (che è un pirata autorizzato legalmente da uno stato) può avere anche una funzione ‘positiva' in quanto aiuta una nazione o sostiene una marina.

Il testo contiene degli approfondimenti da utilizzare in classe, destinati agli insegnanti permette loro di fare un percorso didattico e fornire maggiori informazioni ai bambini.

Immagine rappresentante l'anteprima del fileLeggi la sceneggiatura

Scarica la versione stampabile (.pdf, 870 Kb)


Numero 5: Storia di Pidocchio

Immagine rappresentante l'anteprima del file pdf Storia di Pidocchio

Il testo scaricabile contiene un atto unico: Storia di Pidocchio.
È un testo teatrale che gioca sull'assonanza del nome Pidocchio-Pinocchio, per cui ripercorriamo liberamente le avventure del famoso burattino creato da Carlo Collodi.
Pidocchio non vuole essere un pidocchio ma una bella e simpatica coccinella; il Grillo parlante, la Fata turchina, il Gatto e la Volpe aiutano e ostacolano il percorso evolutivo di Pidocchio-Pinocchio che alla fine diventerà…non roviniamo il finale.
Ambientato tra un bottega di barbiere e un bosco veniamo a scoprire divertenti cose sui pidocchi, sulle lendini (le uova), sulle loro abitudini alimentari e sulle coccinelle.

Il testo contiene un ricco approfondimento per il docente dove si mette in risalto una parte del mondo dei parassiti e quindi dei pidocchi, scopriamo che i pidocchi che infestano l'uomo sono diversi da quelli che infestano i nostri amici gatti e cani, scopriamo così che anche gli uccelli possono avere i loro pidocchi. Alla fine si presenta una vera e propria carta d'identità del Pidocchio.

Immagine rappresentante l'anteprima del fileLeggi la sceneggiatura

Scarica la versione stampabile (.pdf, 620 Kb)


Numero 6: La finestra sul Frigorifero

Immagine rappresentante l'anteprima del file pdf La finestra sul Frigorifero

Il testo scaricabile contiene un atto unico: La finestra sul Frigorifero.
È un atto unico che vuole mettere in evidenza le giuste regole per il mantenimento degli alimenti all’interno del frigorifero. La pièce è liberamente ispirata al famoso film La finestra sul cortile di Alfred Hitchcock ed è ambientata in un condominio-frigorifero. Un infortunato Basilico-fotografo è costretto a star seduto per il gesso alla gamba; comincia così ad osservare con la macchina fotografica gli abitanti-alimenti del Frigorifero in cui 'abita', finisce per scoprire la minacciosa presenza del batterio Listeria.

Il testo contiene anche degli approfondimenti da utilizzare in classe, destinati agli insegnati per permettere loro di fare un percorso didattico e per fornire maggiori informazioni ai bambini.

Immagine rappresentante l'anteprima del file


Scarica la versione stampabile (.pdf, 550 Kb)


Numero 7: La leggenda di Betto il Supergamberetto d'acqua dolce

Immagine rappresentante l'anteprima del file pdf La leggenda di Betto il Supergamberetto d'acqua dolce

Il testo scaricabile contiene un atto unico:La leggenda di Betto il Supergamberetto d’acqua dolce
La pièce teatrale di questo numero vuole mettere in risalto il ruolo del gamberetto d’acqua dolce e della pulce d’acqua, la loro presenza nelle acque dolci è indice di estrema pulizia. Betto il Supergamberetto e l’assistente Pulce d’acqua sono stati costretti a lasciare il proprio fiume per una terra lontana dove si sta combattendo una guerra tra Supereroi. Il fiume, rimasto senza gambero e senza pulce, viene improvvisamente contaminato dai pericolosi ‘Agenti inquinanti’ tra i quali spicca per cattiveria l’Agente 008. Betto e la Pulce sono costretti a tornare e ad affrontare il pericoloso Agente 008. Il testo è anche un richiamo alla responsabilità verso l’ambiente.

Il testo contiene anche degli approfondimenti da utilizzare in classe, destinati agli insegnati per permettere loro di fare un percorso didattico e per fornire maggiori informazioni ai bambini.

Immagine rappresentante l'anteprima del file


Scarica la versione stampabile (.pdf, 1.80 Mb)


Numero 8: Il ritorno di Colapesce

Immagine rappresentante l'anteprima del file pdf Il ritorno di Colapesce

Il testo scaricabile contiene un atto unico:Il ritorno di Colapesce
Il testo è in realtà un Musical che recupera una grande tradizione fiabesca siciliana.
Colapesce è un ragazzo mezzo uomo e mezzo pesce che la tradizione vuole morto in un’impresa marina. In realtà è solo a riposo su uno scoglio pronto a portare aiuto a chi ne abbia bisogno. Artù, un pesciolino a cui hanno catturato l’amica Ginevra, chiede aiuto proprio al bambino mezzo pesce per liberarla. Il testo è un omaggio a Giuseppe Pitrè medico e antropologo raccoglitore di trecento fiabe siciliane, la più grande raccolta europea.

Il testo contiene anche degli approfondimenti da utilizzare in classe, destinati agli insegnati per permettere loro di fare un percorso didattico e per fornire maggiori informazioni ai bambini.

Immagine rappresentante l'anteprima del fileScarica la versione stampabile (.pdf, 1.99 Mb)

Scarica i brani musicali (.zip, 18.5 Mb)
Guarda il video


Numero 9: Indovina chi ti riciclo?

Immagine rappresentante l'anteprima del file pdf Indovina chi ti riciclo?

Il testo scaricabile contiene un atto unico: Indovina chi ti riciclo?
Il testo teatrale è una versione contemporanea delle Metamorfosi di Ovidio. Un fiore che diventa uomo, una ninfea che si muta in una fonte, un principe trasformato in un asino, erano queste le metamorfosi della classicità. Oggi la metamorfosi appartiene al metallo della bicicletta, alla plastica della bottiglia, alla carta dei giornali. Tutti i nostri rifiuti posso divenire qualcosa d’altro, non si sa chi ci sia dietro alla forchetta che usiamo o al cappotto che si indossa. Le trasformazioni a cui sono sottoposte i nostri oggetti d’uso quotidiano sono tante e fantasiose, ciò che viene gettato o considerato inutile viene trasformato dal mago artista Marcel!

Il testo contiene anche degli approfondimenti da utilizzare in classe, destinati agli insegnati per permettere loro di fare un percorso didattico e per fornire maggiori informazioni ai bambini.

Immagine rappresentante l'anteprima del file


Scarica la versione stampabile (.pdf, 1.28 Mb)


Numero 10: Può un cane innamorarsi di una pecora?

Immagine rappresentante l'anteprima del file pdf Indovina chi ti riciclo?

Il testo scaricabile contiene un atto unico: Può un cane innamorarsi di una pecora?
Il testo teatrale è liberamente tratto da molte storie come Blade Runner,  Romeo e Giulietta e perfino dal fumetto Lupo Alberto. Il cane Romeo si innamora della pecora Giulietta, un amore contrastato dal pastore che teme la diffusione del parassita Echinocco. Il cane Romeo ricorre ai consigli della strega Giana e del saggio Salomone, consigli che saranno inutili e sciocchi; ci vorrà infatti l’intervento risolutore del medico veterinario. Il testo è anche un omaggio alla tradizione di fiabe sarde di Francesco Mango.

Il testo contiene anche degli approfondimenti da utilizzare in classe, destinati agli insegnati per permettere loro di fare un percorso didattico e per fornire maggiori informazioni ai bambini.

Immagine rappresentante l'anteprima del file


Scarica la versione stampabile (.pdf, 969 Mb)


Il Ministero della Salute, in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca e con gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali, annunciano l'esito della prima edizione del concorso "Dal laboratorio al banco di scuola".

Risultano vincitori i seguenti Istituti:

  • Istituto Comprensivo Cervaro - Porchio (Frosinone) Classe III
  • Istituto Comprensivo Via Volsinio - S. Maria Goretti (Roma) Classe II C
  • Secondo Circolo di Gragnano (Napoli) - Aurano Classe III A e Lamma Classe III A

Il Ministero della Salute, in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca e con gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali, annunciano l'esito della seconda edizione del concorso "Dal laboratorio al banco di scuola".

Risultano vincitori i seguenti Istituti:

  • Istituto Comprensivo Bedizzole Alessandro Manzoni (Brescia) III A, B, C
  • Istituto Comprensivo Jean Piaget (Roma) V C, V D
  • Istituto Comprensivo Edmondo De Amicis (Balangero, Torino) VA e VB

 


Le informazioni qui pubblicate non sostituiscono in alcun modo i consigli, il parere, la visita, la prescrizione del medico.

Data di pubblicazione: 14 gennaio 2014, ultimo aggiornamento 21 settembre 2015

Consulta i dossier di Sanità animale

Vai all'archivio completo dei dossier


Consulta l'area tematica: Sanità animale