Immagine raffigurante l'interno di un supermercato

Gli operatori del settore alimentare (OSA) hanno l’obbligo di informare i propri clienti sulla non conformità riscontrata negli alimenti da essi posti in commercio ed a ritirare il prodotto dal mercato. In aggiunta al ritiro, qualora il prodotto fosse già stato venduto al consumatore, l’OSA deve inoltre provvedere al richiamo cioè deve informare i consumatori sui prodotti a rischio, anche mediante cartellonistica da apporre nei punti vendita e a pubblicare il richiamo nella specifica area del portale predisposta dal Ministero della Salute.

Richiami per

Anno di pubblicazione


Area tematica di riferimento: Sicurezza alimentare


11 dicembre 2017 - MACELLERIA ZANIN VALENTINO - SALAME
Motivo della segnalazione: Rischio microbiologico
5 dicembre 2017 - La Bottega di Adò - SALAME NOSTRALE
Motivo della segnalazione: Rischio microbiologico
21 novembre 2017 - FA.LU.CIOLI IT1782L - Porchetta di Ariccia I.G.P.
Motivo della segnalazione: Rischio microbiologico
17 novembre 2017 - BONAPESCA SRL - Ostrica (Crassostrea gigas)
Motivo della segnalazione: Rischio chimico
16 novembre 2017 - M.GI.B. - Ostrica Concava
Motivo della segnalazione: Rischio chimico
16 novembre 2017 - LAZAR & SOHNE - SLANINA AFUMATA - PANCETTA AFFUMICATA
Motivo della segnalazione: Rischio presenza di allergeni
14 novembre 2017 - azienda agricola eredi franco vitali s.s. - farina di mais marano e rostrato rosso farina di mais arcenero
Motivo della segnalazione: Rischio chimico
10 novembre 2017 - MACELLERIA PERUCHETTI - SALAME NOSTRANO
Motivo della segnalazione: Rischio microbiologico
9 novembre 2017 - Azienda Agricola Le Curti - Formaggi ovicaprini freschi,stagionati e speziati
Motivo della segnalazione: Rischio microbiologico
8 novembre 2017 - Sol&Mar - Totano gigante in olio di semi di girasole assortito, aglio e paprika
Motivo della segnalazione: Rischio fisico