Carabinieri NAS

I Carabinieri del NAS di Roma, nell’ambito di servizi di controllo alle attività di ristorazione della Capitale, hanno eseguito un’ispezione igienico-sanitaria presso l’area food di una libreria, riscontrando la presenza di mozzarella di bufala presentata fraudolentemente e venduta come DOP (denominazione d’origine protetta) pur non essendola, traendo così in inganno l’acquirente circa la qualità.

I militari hanno rinvenuto, inoltre, altri prodotti alimentari quali burrata”,  “pesto”, “pane comune” e “patatine”  di produzione industriale, illecitamente etichettati e dichiarati come prodotti artigianali della gastronomia tipica regionale, di qualità superiore a quella reale, ingannando il consumatore finale circa l’origine e provenienza degli alimenti.. Al termine dell’attività ispettiva sono stati sottoposti a sequestro penale 50 Kg di alimenti vari per un valore di 800 euro e i responsabili del punto vendita sono stati denunciati all’Autorità giudiziaria per concorso in tentata frode commerciale.

Anche il NAS di Padova ha scoperto una frode commerciale realizzata dal titolare di una ditta di prodotti ittici, il quale commercializzava tranci di verdesca congelati venduti in porzioni da 500 g che, a seguito delle analisi di laboratorio, sia di prima istanza che di revisione, avevano in realtà un peso netto inferiore a quello dichiarato in etichetta, ovvero di 414 g. L’uomo è stato denunciato all’Autorità giudiziaria per il reato di frode in commercio.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 26 aprile 2018, ultimo aggiornamento 26 aprile 2018