I Carabinieri del NAS di Roma, nell’ambito di un ampio ed articolato servizio di controllo concordato con l’Arma territoriale della Capitale, hanno avviato una serie di attività ispettive presso ristoranti, bar, paninoteche, fast food, supermercati e pasticcerie di una delle più importanti zone del centro cittadino ad alta frequentazione turistica. I militari hanno sottoposto a verifiche ed accertamenti 19 esercizi commerciali, riscontrando numerose irregolarità tra cui le principali hanno riguardato carenti condizioni igienico-sanitarie e strutturali, la mancata applicazione delle misure di prevenzione rischi di contaminazione alimentare di cui al piano di autocontrollo (H.A.C.C.P.), l’etichettatura di alimenti non conforme alla normativa vigente e la detenzione di alimenti privi di tracciabilità. Nei casi più gravi che hanno interessato 5 esercizi, l’Autorità amministrativa, prontamente interessata dagli ispettori, ha disposto l’immediata sospensione dell’attività di ristorazione fino al ripristino delle adeguate condizioni di legge. Nel corso dei controlli sono stati, inoltre, sottoposti a sequestro amministrativo circa 400 Kg di alimenti vari per un valore complessivo di 8 mila euro e contestate violazione amministrative per oltre 24 mila euro.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 23 aprile 2018, ultimo aggiornamento 23 aprile 2018