I Carabinieri del NAS di Roma, nell’ambito dell’attività di verifica della regolarità degli automezzi utilizzati per il trasporto di infermi, hanno eseguito un’ispezione presso una delle cooperativa che si occupa del servizio ambulanze della Capitale. Al termine degli accertamenti è stata denunciata per ricettazione una donna in quanto deteneva, senza giustificato motivo, farmaci ad esclusivo uso ospedaliero e scaduti di validità. Nel corso dell’ispezione, infatti, i militari hanno rinvenuto sull’auto medica e nell’armadietto farmaceutico della sede operativa della cooperativa, 30 fiale di medicinali ad esclusivo uso ospedaliero di ignota provenienza e 9 fiale di farmaci scaduti, tutte sottoposte a sequestro penale.

I Carabinieri del NAS di Latina, nell’ambito di mirati controlli volti a garantire la sicurezza e le condizioni igieniche dei centri estetici, hanno eseguito un controllo presso un centro benessere della provincia, gestito da cittadino cinese, accertando che non era presente né istituita la figura obbligatoria del direttore tecnico. I trattamenti estetici erano, inoltre, eseguiti da operatori privi della qualifica professionale di estetista. L’autorità amministrativa competente, prontamente interessata dai militari, ha emesso un’ordinanza di immediata chiusura del centro estetico.

Il NAS di Catania ha deferito in stato di libertà 6 persone per esercizio abusivo della professione sanitaria e attivazione di ambulatorio fisioterapico senza autorizzazione sanitaria. Le indagini dei Carabinieri sono iniziate dall’ispezione di una casa di cura, parte della quale era stata indebitamente destinata ad ospitare degli ambulatori per la riabilitazione, ove esercitavano delle persone sprovviste dei titoli di studio autorizzativi ad effettuare la professione di fisioterapista.

Il NAS di Foggia, al termine di una verifica eseguita presso un’azienda specializzata nella rivendita di attrezzature per l’agricoltura, ha deferito in stato di libertà il titolare dell’esercizio commerciale per la detenzione, finalizzata alla vendita, di 80 confezioni di prodotti fitosanitari in assenza di autorizzazione.

Il valore dei fitosanitari sottoposti a sequestro ammonta a 500 circa euro.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 20 aprile 2018, ultimo aggiornamento 20 aprile 2018