Il NAS di Pescara, nell’ambito di una serie di controlli sul “monitoraggio del commercio e impiego di fitosanitari”, ha effettuato un’ispezione all’interno di una ditta della provincia di Teramo specializzata nella rivendita di prodotti fitosanitari. Al termine degli accertamenti, i militari hanno segnalato il legale responsabile della struttura alla competente Autorità amministrativa, in quanto la ditta, dal valore di un milione di euro, è risultata essere stata attivata abusivamente. Nel corso del controllo, inoltre, i Carabinieri hanno sequestrato 10.000 kg di mangimi semplici, in parte confezionati e in parte sfusi, e materie prime, privi di indicazione relativa alla tracciabilità. Il Dirigente del Servizio Veterinario Igiene Alimenti Produzioni Zootecniche della ASL, stante quanto accertato dai militari del NAS, ha disposto l’immediata sospensione dell’attività di vendita e deposito di mangimi nonché il divieto di commercializzazione dei mangimi sequestrati, dal valore di 150.000 euro.

I Carabinieri del NAS di Caserta, al termine di un controllo, hanno sequestrato un’azienda zootecnica dal valore di 800.000 euro in quanto priva dei requisiti igienico sanitari. Il provvedimento dei militari ha riguardato anche i 288 capi bufalini custoditi al suo interno, dal valore di quasi un milione di euro, poiché in parte sprovvisti di marchio auricolare.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 21 marzo 2018, ultimo aggiornamento 21 marzo 2018