Il NAS di Bari, a seguito del controllo di un’azienda agricola sita nella provincia di Barletta Andria Trani, ha posto sotto sequestro 300 capi ovini e 5 capi suini. Il provvedimento dei Carabinieri si è reso necessario in quanto il registro aziendale non era aggiornato e non vi era la documentazione attestante il movimento degli ovini, i suini, invece, erano privi del tatuaggio identificativo. Nel corso del medesimo controllo, i militari rinvenivano altresì 197 forme di formaggio pecorino, che venivano anch’esse poste sotto sequestro in quanto l’azienda non era autorizzata alla loro produzione. Per le violazioni riscontrate i Carabinieri del NAS hanno avanzato alla ASL proposta di chiusura della struttura.

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Viterbo ha rinviato a giudizio tre persone per maltrattamento di animali. Il reato era stato accertato dai militari del NAS di Viterbo lo scorso agosto quando, al termine di una gara ippica, i Carabinieri avevano contestato ai proprietari di una scuderia di aver somministrato delle sostanze dopanti al loro cavallo.

I Carabinieri del NAS, nello svolgimento della propria attività, sono sempre molto attenti al benessere animale, richiedendo agli operatori del settore il rispetto rigoroso delle norme a tutela degli animali, sia da reddito che d’affezione.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 22 gennaio 2018, ultimo aggiornamento 22 gennaio 2018