immagine di archivio dell'operazione

Continuano le indagini dei Carabinieri del NAS di Firenze relative all’operazione “Malacarne” che, nei giorni scorsi, ha portato all’arresto di 5 persone per frode nelle pubbliche forniture, commercio di sostanze alimentari nocive e falso.

Nella tarda serata dell’8 novembre, in Pistoia, i militari del capoluogo toscano hanno eseguito una perquisizione presso uno stabilimento di lavorazione e sezionamento carni della stessa azienda.  Al termine delle operazioni, venivano posti sotto sequestro 3.000 kg di carne in cattivo stato di conservazione, privi di tracciabilità, e racchiusi in cartoni che presentavano evidenti tracce di illecita rimozione dell’etichetta originale.

L’Azienda USL “Toscana centro” –Dipartimento Prevenzione di Pistoia, a seguito della segnalazione del NAS, ha emesso un provvedimento di sospensione immediata e totale delle attività esercitate all’interno dello stabilimento, il cui valore è stimato in un milione di euro.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 16 novembre 2017, ultimo aggiornamento 16 novembre 2017