I carabinieri del NAS di Firenze, durante un’ispezione presso un esercizio commerciale specializzato nella vendita all’ingrosso di prodotti dietetici, hanno sequestrato 613 confezioni di integratori alimentari, risultati privi delle obbligatorie indicazioni in lingua italiana. Il valore dei prodotti sequestrati ammonta a 13.000 Euro, mentre le sanzioni contestate all’inaccorto commerciante ammontano a più di 3.000 Euro.
Analoga vicenda è stata accertata anche dagli operatori del NAS di Parma che, recatisi a controllare un esercizio etnico sito nella provincia di Reggio Emilia, rinvenivano ben 108 articoli privi di indicazioni in lingua italiana, per un valore stimato di 1.500,00 Euro. Eterogenea la lista della merce sequestrata: strumenti per fare palestra, protezioni per le articolazioni, accessori da viaggio e lampade LED. Anche in questo caso il legale responsabile dell’attività commerciale, e i relativi distributori dei prodotti in campo nazionale, sono stati segnalati all’autorità amministrativa.
Al fine di tutelare la propria salute, il NAS consiglia ai consumatori italiani di prestare attenzione all’etichetta. Molto spesso, infatti, i prodotti contraffatti o irregolari presentano errori grammaticali, errori di stampa, o sono del tutto privi di indicazioni in lingua italiana. 


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 27 ottobre 2017, ultimo aggiornamento 27 ottobre 2017