Il  NAS di Salerno, nell’ambito dei servizi di controllo e monitoraggio nel settore della sicurezza alimentare, nelle prime ore del giorno, unitamente a militari del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Salerno e della locale Compagnia Carabinieri, hanno effettuato un’ispezione igienico sanitaria presso il mercato ittico all’ingrosso.

Nel corso delle operazioni i Carabinieri hanno sequestrato 500 chilogrammi di baccalà e pesce azzurro conservati sotto sale. I prodotti ittici, di sospetta provenienza in quanto sprovvisti della prescritta documentazione sanitaria e fiscale, erano stati occultati in un furgone parcheggiato all’esterno dell’area mercatale da un venditore ed il suo collaboratore,  entrambi deferiti all’Autorità giudiziaria.

Nel medesimo ambito ispettivo, i militari del Nucleo hanno proceduto al sequestro amministrativo di 400 chilogrammi di altri prodotti ittici (orate, merluzzi, triglie e pesce spada) a carico di due società, poiché privi di etichettatura, determinante per garantire la sicurezza alimentare e necessaria per stabilire la tracciabilità delle fasi di produzione o cattura, trasformazione e distribuzione dell’alimento.

I Carabinieri del Nucleo Ispettorato Lavoro, contestualmente, hanno verificato la posizione lavorativa dei dipendenti delle varie aziende operanti nel mercato, contestando sanzioni amministrative per un importo di oltre 4.000 euro ad un’impresa per l’assunzione irregolare di un lavoratore.

Il valore commerciale dei prodotti ittici sequestrati ammonta a circa 20.000 euro.

Salerno, 4.11.2014


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 4 novembre 2014, ultimo aggiornamento 4 novembre 2014