Controlli

Nella mattinata odierna, i Carabinieri del NAS di Cagliari e delle Compagnie Carabinieri di Cagliari, Quartu S.E. e Carbonia, hanno eseguito  un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari  emessa dal GIP del Tribunale di Cagliari su proposta del P.M. Dr. Enrico Lusso, per un medico otorinolaringoiatra dell’ASL di Carbonia, Sanluri e Oristano e per tre fornitori di protesi acustiche, per associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata ai danni del SSN, corruzione e falso ideologico commesso da pubblico ufficiale.

Nel corso dell’indagine, avviata nel 2012, in cui sono coinvolte a vario titoli 30 persone, il NAS di Cagliari ha accertato che il medico, approfittando delle sue funzioni pubbliche, favoriva due società del settore della fornitura di protesi acustiche. Lo stesso, infatti, con continuità e sistematicità, si impegnava personalmente affinchè i pazienti visitati nella struttura pubblica si rivolgessero direttamente alle ditte “amiche”, producendo  false prescrizioni e, in diversi casi, alterando referti audiometrici al fine di far rientrare i parametri di sordità in quelli richiesti per la corresponsione del contributo ASL, determinante per convincere i pazienti all’acquisto delle protesi.

Le ditte ricambiavano la disponibilità del medico con la corresponsione di provvigioni proporzionate al valore e alla quantità delle protesi vendute e il pagamento di tangenti sotto forma di benefit (denaro, pagamento spese del meccanico, motore nautico, pagamento spese di viaggio, soggiorno ed iscrizione a corsi di aggiornamento).

Il medico, inoltre, tesseva una fitta rete di rapporti corruttivi con informatori scientifici di case farmaceutiche che pagavano costosi corsi di aggiornamento con relative spese di viaggio e soggiorno, in cambio di iperprescrizioni di farmaci anche di classe “A”, dispensate a carico del SSN e si assentava dalla struttura pubblica presso cui prestava servizio attestando false malattie per di prolungare le ferie, partecipare a congressi o semplicemente per impegni privati.

Sono in corso perquisizioni di studi, abitazioni e pertinenze degli interessati e sequestri preventivi cautelari su  conti correnti degli arrestati.

Cagliari, 12 giugno 2014


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 13 giugno 2014, ultimo aggiornamento 13 giugno 2014