Controlli Nas

I Carabinieri del NAS di Milano hanno posto agli arresti domiciliari la direttrice di un asilo nido della provincia, ritenuta responsabile del reato di maltrattamento sui bambini a lei affidati, dell’età compresa tra 1 e 3 anni.

Nell’ambito dell’attività investigativa - coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano – i militari del Nucleo hanno accertato, tra l’altro, sia un atteggiamento insofferente ed irascibile della donna nei confronti dei bambini, che con tono di voce severo utilizzava un linguaggio volgare, ingiurioso e minaccioso, arrivando anche alle bestemmie, sia vari episodi di violenza psichica e fisica; infatti in più occasioni li percuoteva con schiaffi, spintoni e strattonamenti, impediva loro di parlare chiudendogli la bocca con il nastro adesivo, a volte li costringeva a mangiare con la forza.

Inoltre, i Carabinieri hanno verificato che la gestione dell’attività – per ottimizzare i guadagni - influiva anche sull’alimentazione e sulla cura dei frequentatori dell’asilo; ad esempio, durante il pranzo e la merenda i bambini  venivano imboccati utilizzando lo stesso cucchiaio dallo stesso piatto e fatti bere anche nello stesso bicchiere.

Tali comportamenti non erano noti ai genitori che, giornalmente, venivano rassicurati - dalla donna - sul buon andamento della “vita in asilo”, sia verbalmente sia mediante dei bigliettini redatti per ogni bambino, dove venivano indicati dalle prime ore della mattinata e prima del loro effettivo verificarsi la regolare fruizione dei pasti e delle attività svolte, queste ultime mai effettuate poiché in realtà i bambini venivano messi a letto e fatti dormire per la quasi totalità della giornata.

Milano 10/05/2014


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 12 maggio 2014, ultimo aggiornamento 12 maggio 2014