I Carabinieri del NAS di Roma - in collaborazione con l’Unità Operativa Vigilanza Farmacie della ASL Roma A e con il supporto operativo dell’AIFA - hanno sequestrato 56 medicinali (tra cui analgesici, antipiretici e gastroprotettori) venduti in distributori automatici siti in un bar della Capitale.

Al termine degli accertamenti, i militari del Nucleo hanno denunciato il responsabile della ditta, gestore del distributore automatico, ed il titolare del bar in cui esso era collocato, entrambi accusati di concorso nell’esercizio abusivo della professione di farmacista e vendita illecita di farmaci al di fuori dei canali autorizzati.

Tale tipologia di distribuzione non è consentita in Italia, dove - a tutela della salute dei cittadini - i medicinali possono essere venduti esclusivamente nelle farmacie e parafarmacie e dispensati da un farmacista.

Il controllo sui canali di distribuzione viene eseguito da NAS ed AIFA anche in considerazione dell’emergente fenomeno dei furti di medicinali, spesso destinati ad alimentare le reti illegali, che possono sfuggire ai controlli e risultare, pertanto, “permeabili” per le organizzazioni criminali.

Il Direttore dell’AIFA ed il Comandante dei NAS Carabinieri esprimono soddisfazione per quest’ultimo intervento, portato a segno anche da ispettori dell’ASL di Roma, poiché testimonia la continuità delle attività di controllo sul territorio che consente di individuare sul nascere fenomeni riconducibili a profili di illegalità, che possono esporre i cittadini a pericoli per la salute, anche gravi, legati alla mancanza, nei farmaci non controllati, dei requisiti fondamentali di qualità, sicurezza ed efficacia.

 

Roma, 05.03.2014


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 5 marzo 2014, ultimo aggiornamento 5 marzo 2014